Sri Lanka tra sorrisi, spiagge e tramonti

Ricorderò questo paese per i suoi abitanti gentili e sorridenti, per le spiagge lunghe e selvagge e per i suoi infuocati tramonti

  • di debsfo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ricorderò per sempre questo paese per i suoi abitanti gentili e sorridenti, per le spiagge lunghe e selvagge e per i suoi infuocati tramonti. In Sri Lanka sono riuscita a realizzare uno dei miei sogni più grandi e la felicità...

Dopo aver scritto (nel mio blog) che viaggiare in Sri Lanka con i mezzi pubblici è semplice ed economico e avervi lasciato qualche informazione veloce per organizzare il viaggio, ho pensato di raccontarvi nel dettaglio i miei 10 giorni su quest'isola.

Riporto l'itinerario originale, così come era stato pensato prima della partenza, prima di scoprire che la sfiga ci avrebbe accompagnato e mai abbandonato per tutto il viaggio.

Giorno 1: Roma - Colombo - Kandy

Giorno 2: Kandy - Dambulla - Sigiriya

Giorno 3: Dambulla - Polonnaruwa

Giorno 4: Dambulla - Kandy - Nuwara Elya

Giorno 5: Nuwara Elya - World’s End - treno da Haputale fino a Ella

Giorno 6: Ella

Giorno 7: Ella - Mirissa

Giorno 8: Mirissa

Giorno 9: Mirissa

Giorno 10: Unawatuna

Giorno 11: Unawatuna

Giorno 12: Unawatuna - Colombo - Roma

26/12/2014 arrivo a Colombo ore 13:30

Usciti dall’aeroporto di Colombo prendiamo subito un autobus che ci porta alla stazione centrale in circa 30 minuti (120 rupie a persona). Qui, dalla piattaforma numero 1, saliamo sul primo autobus per Kandy (3 ore - 310 rupie a persona). Abbiamo giusto il tempo di uscire e fare un giro intorno a lago e mangiare qualcosa, ma forse è troppo tardi perché la città che viene descritta come caotica e trafficata in realtà ci appare deserta!!

27/12/2014: Kandy – Dambulla

La giornata inizia con la visita al tempio del dente di Buddha. All’ingresso lasciamo le scarpe in custodia e paghiamo il biglietto di 1200 rupie. Questo tempio sorge all'interno del complesso del Palazzo Reale di Kandy e rappresenta uno dei posti più sacri per buddhisti. Qui viene custodita la reliquia del sacro dente, chiusa in uno scrigno d’oro che viene aperto per pochi minuti al giorno ad orari ben precisi, ma in verità il dente non è mai visibile ai turisti.

Secondo il mio parere, questo non è un tempio che colpisce per la sua bellezza, e quando si hanno all’attivo i templi buddisti thailandesi è troppo difficile non fare paragoni, ma devo ammettere che è avvolto da un’aria mistica che difficilmente ho trovato in altri posti. Nonostante sia molto presto la sala del dente è gremita di fedeli in preghiera e - stranamente - nessun turista. Forse è per questo che ci viene spontaneo sederci, spegnere la macchina fotografica e goderci il momento, lasciandoci travolgere dalla sacralità del luogo. E' stato quasi ipnotico, un'esperienza ricca di fascino.

Terminata la visita recuperiamo in hotel i nostri zaini e andiamo a prendere il bus per Dambulla, che raggiungiamo in 2 ore (gli autobus partono di continuo - biglietto 100 rupie a persona).

Non perdiamo tempo, contrattiamo subito un tuk tuk per Sigiriya per 1600 rupie in due, e nel giro di mezz’ora siamo all’ingresso della roccia

  • 4457 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social