Sri Lanka, un paese da scoprire

Tre settimane alla scoperta di un paese che, accanto a località note e monumenti famosi, presenta piccoli gioielli nascosti e persone innamorate dell'Italia e capaci di farti sentire a casa

  • di evaluna278
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Il nostro viaggio in Sri Lanka ci ha fatto conoscere un bel paese, con molte cose da vedere, dal mare, alla montagna, alle città antiche, aperto e gentile fuori dalle classiche mete, ma che talvolta (soprattutto nei siti più turistici) ti fa sentire solo un turista da sfruttare. Abbiamo volato con Etihad, partendo da Venezia, e la prima tratta operata da Alitalia.

Nel paese ci siamo mossi con una macchina con autista, per ottimizzare i tempi e soprattutto per vedere alcune cose difficili da raggiungere con i mezzi pubblici.

Martedì 21 luglio

Arrivo a Colombo alle 20.30 ora locale, dove ci attende Amal, che ha organizzato il nostro viaggio. E' il direttore di una cooperativa locale, e si occupa di turisti per conto di Vagamondi, associazione italiana equo solidale che, tra le altre cose, finanzia alcuni progetti proprio in Sri Lanka. Ci accompagna subito all'hotel a Negombo, il Suriya Arana. Il posto è molto piacevole, silenzioso, a due passi dalla Beach Road, dove si trovano tutti i negozi e ristoranti di Negombo. E' una zona turistica, ma essendo fuori stagione è molto tranquillo.

Mercoledì 22 luglio

Con Kennedy, l'autista che ci accompagnerà nel viaggio, giriamo nella città vecchia, con i suoi negozi e chiese. Vediamo anche il mercato del pesce al dettaglio e le enormi distese di pesce messo ad essiccare sulla spiaggia, per essere poi venduto in tutto lo Sri Lanka. Nel pomeriggio facciamo il giro della laguna con una piccola imbarcazione, tra foreste di mangrovie, popolate da uccelli, pesci, varani e qualche scimmia. Passiamo vicino a diverse case di pescatori, e vediamo anche un allevamento di pesci. Utili e interessanti le spiegazioni del capitano della barca.

Giovedì 23 luglio

Oggi visita alle scuole per bambini sordomuti gestite dalle suore della Divina Provvidenza e dalla cooperativa Araliya, progetti seguiti da Vagamondi.

In Sri Lanka il sistema scolastico non prevede aiuti per bambini con difficoltà, e molti di loro per questo non vanno a scuola. Le suore offrono questa possibilità .

Venerdì 24 luglio

Partiamo per Colombo, seguendo la litoranea, strada molto panoramica lungo la quale vediamo anche i famosi pescatori sui pali.

La prima sosta a Colombo è la chiesa di S. Antonio, dove vengono a pregare persone di tutte le religioni. Visitiamo la città velocemente, rimanendo quasi sempre in auto. Colombo meriterebbe una visita più accurata, ma il tempo a nostra disposizione non lo permette.

Riprendiamo il viaggio e arriviamo nel sud, a Galle, dove in circa un paio d'ore giriamo tutta la zona del forte, sia lungo i bastioni, dai quali si gode di un bel panorama, sia nelle stradine interne, con palazzi caratteristici e un sacco di negozietti e ristorantini.

Quindi ci portiamo a Unawatuna, dove mr. Paul ci aspetta al Palm Grove hotel per la notte. L'hotel è carino, la stanza è grande e arredata con mobili di legno.

Per cena andiamo in un ristorante lungo la spiaggia, il Lucky Tuna, con i tavolini sulla spiaggia, si mangia a lume di candela.

Sabato 25 luglio

La prima tappa di oggi è la Turtle Farm & Hatchery, luogo dove vengono raccolte le uova delle tartarughe sino alla nascita e dove vengono curate le tartarughe ferite a causa dei pescatori e dello scontro con le barche. E' un progetto realizzato per conto dello Stato, di grande utilità per la salvaguardia delle tartarughe.

Continuiamo quindi il nostro viaggio verso Ella, con una sosta a Dondra, a vedere il tempio Devi Nuwara Devaleya, che riunisce, in una unica zona un tempio buddista ed uno induista. Fervevano i preparativi per la grande Esala Poya, festa che dovrebbe tenersi la prossima settimana

  • 9186 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social