Sri Lanka fai da te low cost

Alla scoperta della lacrima dell'India. Viaggio itinerante spostandosi con mezzi pubblici e ricerca degli alloggi sul posto, senza però rinunciare a nulla: mare costa est e ovest, montagna, foresta pluviale, scavi di gemme, città, templi, cultura e Perahera

  • di Gloria Coral Brambilla
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Ed eccomi qui a raccontarvi del mio fantastico viaggio in Sri Lanka, sperando che possa esservi d’aiuto come lo sono stati per me i numerosi diari letti in modo da organizzare al meglio la mia vacanza.

Innanzitutto perché andare in Sri Lanka? Se come me preferite vedere più cose possibili, senza però rinunciare a qualche giorno di relax, è il posto che fa per voi. E’ una terra varia che ha tanto da offrire: diverse culture e religioni, mare e montagna, dalle grandi città caotiche ai piccoli paesini sperduti, rovine di città antiche, templi buddisti e induisti (ma anche chiese cattoliche e moschee), viste mozzafiato, animali e piante endemici. E’ un’isola relativamente piccola (quanto l’Irlanda circa) quindi la si riesce a girare senza sprecare troppo tempo per gli spostamenti. Se optate come me per il viaggio low cost fai da te, vi interesserà sapere che ci sono pullman e treni che raggiungono tutte le mete più turistiche (parlerò in seguito più approfonditamente dei trasporti locali). Inoltre, cosa da non sottovalutare, è davvero economica, quindi consigliatissima soprattutto in quegli anni in cui si ha un budget ristretto.

INFO GENERALI

LINGUA Nelle zone turistiche quasi tutti parlano inglese, anche se con un accento un po’ improbabile, ma riuscirete a capirvi. Nelle aree meno turistiche invece parlano quasi tutti solo le lingue locali.

ABITANTI Sono diversi a seconda della zona dell’isola ma generalmente sono tutti molto disponibili, aperti e gentili. Nelle località turistiche cercheranno sempre di mangiarvi più soldi possibili, cercate di contrattare sempre, per loro è quasi un divertimento. E’ l’unico modo in cui potrebbero “rubarvi” qualcosa, per il resto la criminalità è bassissima, è un posto davvero sicuro. Sono molto espansivi, non hanno la nostra idea degli spazi personali e non stupitevi se qualcuno vi fermerà chiedendovi di fare una foto assieme, è una cosa normalissima. Si sono aperti da poco al turismo quindi sono molto incuriositi da noi europei, ogni occasione è buona per riempirvi di domande sul vostro Paese. I bambini in particolare sono adorabili, i più coraggiosi vi saluteranno, gli altri si limiteranno a fissarvi o sorridervi. Le sigarette sono carissime per il loro standard (4€ a pacchetto circa) quindi se vi vedono fumare vi assaliranno cercando di farsene offrire il più possibile.

CIBO E’ stata la mia croce per le 2 settimane passate in questo Paese… è tutto piccante! E quello che per loro è poco spicy per me che non lo amo e non ne sono abituata, lo era comunque troppo. Il trucco che ho adottato è stato scegliere i posti in cui ti potevano preparare qualcosa al momento e non prendere le cose già pronte. Tralasciando questo fatto, i cibi locali da assaggiare assolutamente sono il Rice&Curry e il Kotthu Roti. Il primo, il piatto singalese per eccellenza, si tratta di una serie di ciotoline contenenti verdure o salsine accompagnate da riso in bianco e pollo o pesce. Il secondo invece, senza alcun dubbio il mio preferito, si tratta di Roti (pane in singalese, più simile a una crepe) sminuzzato con delle spatole metalliche su una piastra rovente, su cui viene saltato insieme a verdure, uova, carne o pesce. Provate assolutamente anche quel miscuglio di ceci, cocco e verdure varie che vendono i bagarini in giro, davvero squisito. Per non parlare della frutta… mango, papaya, cocco, avocado, guava, jackfruit e starfruit, uno più buono dell’altro! La birra invece la troverete solo in pochissimi posti, in gran parte è illegale venderla. Da assaggiare anche la gustosissima e analcolica ginger beer

  • 21007 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social