Sri Lanka chiama Italia

Dall'Italia verso lo Sri Lanka tutto pianificato con il web

  • di MONI&PAOLO
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Parlando in tutta sincerità, il motivo per cui abbiamo scelto lo Sri Lanka è stato per il basso costo del volo rispetto ad altre mete che ci eravamo prefissate. Non conoscevamo nessuno che l’avesse visitata e quindi non avevamo idea di come potesse essere questa isola; abbiamo organizzato la nostra vacanza tutta su internet.

Il volo l’abbiamo trovato con Sky scanner – volo Ethiad. Era nostra intenzione fare un viaggio all'avventura, il classico fai da te, senza prenotare da dormire ma cercare tutto sul posto. Quindi abbiamo iniziato a navigare su diversi forum per farci un’idea delle attrazioni da visitare e abbiamo trovato un forum che raccontava il viaggio di una coppia che si è affidata ad una agenzia locale: la Bo Mie Tour.

Rivalutiamo così la nostra tipologia di viaggio e contattiamo tramite mail l'agenzia per farci fare una proposta di itinerario: ci risponde Upa che in modo estremamente dettagliato ci propone diverse tipologie di percorsi. Facendo due calcoli veloci sui costi e sui tempi, decidiamo che è molto più conveniente affidarsi alla proposta di Upa piuttosto che perdere del tempo sull’isola per cercare da dormire e i mezzi per spostarsi. Diventiamo quindi amici di Upa col quale prendiamo anche contatti via Skipe e con lui, in base alle nostre esigenze, definiamo un percorso ad hoc: 15 giorni nelle ultime due settimane di ottobre.

Arrivati in aeroporto (alle 5 del mattino) siamo stati accolti, con un bellissimo mazzo di fiori, dalla nostra guida Jayantha: fatte le presentazioni e via che si parte! Prima però ci consiglia di fare la tessera telefonica locale: consiglio di farla perché costa poco (7 euro) e hai internet e chiamate verso l’Italia a pochissimo. Non l’abbiamo mai ricaricata e l’operatore prendeva in qualsiasi posto dell’isola!!

Da Colombo siamo andati direttamente verso il centro-nord dell’isola e dopo circa 5 ore siamo arrivati a Dambulla; posto strategico per dormire con diversi punti attrattivi. Nei giorni successivi abbiamo visitato quello che viene chiamato il triangolo culturale: Anuradhapura, Aukana, Mihitale, Polonnaruwa, Ritigala, Medirigiriya, la rocca di Sigiriya (DA NON PERDERE). A Minnerya abbiamo fatto un safari per osservare gli elefanti in libertà.

Il quinto giorno abbiamo lasciato la guesthouse di Dambulla e ci siamo diretti verso Kandy: visita della città con il famoso tempio del dente di Buddha e del Royal botanic gardens Peradeniya.

Nei giorni successivi ci siamo spostati a Nuwara Eliya (1950mt) con visita delle piantagioni di tè e di una fabbrica del tè. Il mattino seguente, sveglia all'alba per il parco nazionale di Horton Plains, altopiano che offre la possibilità di fare bellissime passeggiate circondati da un'incredibile varietà di flora e fauna.

Proseguendo verso il sud dell’isola, vista la nostra richiesta di fare una vacanza poco turistica e vivere le usanze della popolazione, Jayantha ci ha consigliato di prendere un treno locale dandoci appuntamento ad Ella.

Non poteva certo mancare il safari al famoso Yala National Park.

Al decimo giorno partenza per Mirissa per goderci gli ultimi 4 giorni di mare e relax. Al ritorno verso Colombo, abbiamo fatto sosta a Galle, molto carina e diversa dalle altre città dell’isola.

Meteo: il periodo in cui siamo stati – fine ottobre- è un periodo di transizione in cui iniziano i monsoni. Il clima è umido e caldo e verso le 14.00 si annuvola (meno male, perché il sole è veramente caldo). Quasi tutte le sere arriva il temporale ma poco male, la sera si sta in hotel e ci si riposa

Siamo stati davvero fortunati ad aver trovato su internet i forum relativamente la Bo Mie Tour e ancora più fortunati ad aver conosciuto Upa e Jayantha. Due persone eccezionali, gentilissime e disponibili a tutto. Vi consigliamo vivamente di fare questa esperienza con la Bo Mie Tour perchè visitare un’isola con una guida in mano è ben diverso che visitarla con gente del posto che ti racconta la vita e le usanze della popolazione.

Per qualsiasi informazione siamo disponibili a darvi tutte le dritte che riusciamo!

  • 6259 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Francesca Malagoli
    , 13/1/2015 15:19
    Ciao! Sapete dirmi indicativamente quanto vi e' costata la guida? la consigliereste ?

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social