Esperienza intensa

Angela, la mia compagna, ed io abbiamo scelto la destinazione della nostra vacanza un pò per caso e all'ultimo momento. Forse anche per questa nostra mancanza di preparazione il paese ci ha presi con grande intensità. Attraverso il sito turistipercaso ...

  • di Giambonini
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Angela, la mia compagna, ed io abbiamo scelto la destinazione della nostra vacanza un pò per caso e all'ultimo momento. Forse anche per questa nostra mancanza di preparazione il paese ci ha presi con grande intensità. Attraverso il sito turistipercaso abbiamo preso contatto con una guida locale via e-mail. Bala ci ha risposto subito in modo molto professionale proponendoci un tour e dandoci un'idea dei prezzi. Se vi va di fare altrettanto non possiamo che cosigliarvi quest'uomo di ca 50 anni, molto efficiente, che si è subito rivelato un preziosissimo compagno di viaggio, insieme al suo comodo furgone con aria condizionata (Bandara Balasooriya - bandara2@gmail.Com -).

Arrivo alle 5 del mattino all'aereoporto di Colombo. Inizio con il botto: la mia valigia non arriva e nessuno scalda più di tanto. Dopo due ore di attesa mi dicono che è rimasta a Francoforte e che arrivera il giorno seguente (mi raggiungerà effettivamente durante il viaggio, ma solo 3 giorni dopo).

Bala ci porta nella vicina Negombo, ci lascia dormire qualche ora e poi ci fa fare un giro del posto (villaggio dei pescatori) . Con il senno di poi Negombo è da evitare - è senz'altro il posto più brutto visto durante la vacanza. Meglio sarebbe stato dirigerci subito verso la splendida Anuradhapura.

Anuradhapura: dormito una notte al Tissawawa Rest Hotel, bell'hotel coloniale. Solo il giorno dopo vediamo il Palm Garden Village, magnifico hotel . Il proprietario ha sposato un'intaliana e parla perfettamente l'italiano. Qui facciamo una cena splendida ed un massaggio ayurvedico in un ambiente sublime. Vediamo tutti i templi della zona, l'atmosfera è intensa, la spiritualità di questi luoghi è percepibile anche nell'aria.

Partiamo per Sygiria e sulla strada ci fermiamo a Mihintale, fate una sosta a visitare questo tempio, la vista che si gode dalla cima del tempio vale lo sforzo per raggiungerlo.

A Sygirya ci fermiamo 2 notti al Sygirya Village Hotel. Camera splendida e ristorante all'altezza. Da Sygiria abbiamo visitato Polonnaruwa. Il posto, seppur pieno di rovine di antichi templi, non ci ha entusiasmato. Sygirya / dambulla /Matele /Kandy: sulla strada (ca 5 ore di viaggio) visitiamo uno dei tanti giardini di spezie. Il giro tutistico del giardino è interessante ma la finalità commerciale è anche troppo evidente. I prezzi sono da negoziare con decisione. Se fai la metà hai già pagato troppo.

Kandy: dormiamo due notti all'Hotel Suisse - vecchio albergo coloniale con una bella atmosfera anglo decadente. La città è bella, la prima città che vediamo a dire il vero, le altre erano baracche.

Compriamo un anello e un ciondolo in zaffiro, molto belli e a prezzi interessanti. Molti tirano a fregare, noi abbiamo comprato in un negozio autorizzato dallo stato che ci ha rilasciato un certificato di autenticità.

Kandy/ Nuwara Eliya A 2500 metri sul mare la temperatura è quasi invernale. Qui vendono giacche e maglioni. Sulla strada vediamo paesaggi incantevoli, cascate, mantagne e piantagioni di thé. Dormiamo all'Heritage. Bell'albergo, evitate però il penoso ristorante.

Tissamaharama Dormiamo al Refresh Hotel. Bella camera e ristorante molto buono. Qui abbiamo mangiato il pesce migliore della vacanza. Safari al parco naturale di Yala. Avventura da fare senza avere negli occhi i documentari del National geografic. In tre ore vediamo tanti animali ma solamente pochi da veramente vicino.

Unawatuna beach Le ultime 5 notti le passiamo su questa bellissima spiaggia. Dormiamo all'Unawatuna Resort - forse il + comodo e bell'albergo del posto Due settimane per vedere questo paese sono davvero poche, ne servono almeno 3 per poter vedere tutto e contemporaneamente prendersela un pò comoda. Abbiamo percorso 2000 km in 10 giorni, non molti sulle nostre strade ma tantissimi in considerazione dello stato delle strade nel paese e dalle folli abitudini degli utenti della strada. Sulla stessa stretta carreggiata circolano cani, pedoni, biciclette, tuk tuk, furgoni, bus e camion, senza apparenti regole. Gli specchietti retrovisori dei veicoli sfiorano i pedoni e i ciclisti senza che questi diano segno di apprensione o paura. Mah...Ci vogliono alcuni giorni per abituarsi all'asia, poi riesci a vedere il bello delle cose, che è dappertutto...

Nicola & Angela

  • 752 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social