Dirotta su Atene

Una vacanza a Skopelos tra pioggia e zanzare

  • di Strange62
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Dirotta su Atene

Una vacanza a Skopelos tra pioggia e zanzare

Ad aprile prenotiamo, con la Karambola/Alpitour, una settimana a Skopelos e tra le varie proposte la scelta cade sull’Hotel Afrodite a Panormos ma nonostante le numerose recensioni positive trovate in rete la scelta non si rivelerà tra le migliori.

5/9/14 (venerdi…)

Finalmente si parte!

L’appuntamento alla Malpensa è per le 4,45 quindi partiamo da casa alle 3,00 e in poco più di un’ora siamo al parcheggio dove lasciamo l’auto e con la navetta ci portano al terminal; siamo in anticipo ma i check-in sono già aperti e così imbarchiamo subito i bagagli e poi andiamo a fare colazione.

L’imbarco è in perfetto orario ma poi iniziano i problemi: manca un membro dell’equipaggio e bisogna aspettare che arrivi il sostituto, poi un persona si sente male e viene fatta sbarcare…

Risolti gli intoppi, sono ormai le 7,30, si può decollare ma il bello deve ancora venire.

-Il comandante informa che tra poco atterreremo a Skiathos, il tempo a terra è buono e la temperatura…

Evvai !!!

- Il comandante informa che siamo costretti a dirottare su Atene in quanto a Skiathos è appena piovuto ed il peso dell’aereo è tale da non consentirci di operare in sicurezza l’atterraggio, in quanto la pista è molto corta…e si rischia di cadere in mare!

Noooo ! Il morale scivola sotto la suola delle scarpe (….tra l’altro riflettiamo che è venerdi: mai partire di venerdi).

Atterriamo ad Atene con un mucchio di interrogativi per la testa: ci faranno scendere o rimarremo sull’aereo? Quanto resteremo ad Atene? Arriveremo in tempo a Skiathos per il traghetto?

Naturalmente nessuno crede alla storia della pista bagnata ma di spiegazioni più plausibili non se trovano…

Intanto ci dicono di restare in aereo, che faranno rifornimento e che appena riceveranno l’ok da Skiathos ripartiremo…

Incredibilmente, poco dopo le 12 ripartiamo e in breve atterriamo a Skiathos; il sole splende, la pista è asciutta e solo qualche rara pozzanghera fa pensare che sia effettivamente piovuto…

Ritiriamo i bagagli usciamo e saliamo sull’autobus della Karambola/Alpitour dove ci consegnano i biglietti per l’aliscafo delle 14,25, poi ci portano al porto e lì ci scaricano.

Fa caldo, apriamo i bagagli e ci vestiamo in modo più consono poi cerchiamo il punto d’imbarco ed attendiamo l’aliscafo che in circa 45 minuti ci porterà a Skopelos Town. Quando arriviamo troviamo ad attenderci una ragazza della Dolphins of Skopelos (agenzia corrispondente in loco), che parla solo inglese e ci dice di aspettare che il pulmino prima porterà a destinazione coloro che si fermano in Town poi noi.

L’attesa è breve, l’autista ha una guida “sportiva” ed in un attimo siamo a Panormos all’Hotel Afrodite. Prendiamo la camera e disfiamo i bagagli; il primo impatto non è dei migliori: il frigo non funziona, la tv non è che si veda bene… la doccia perde ed ha solo una tendina e quando ti lavi va acqua ovunque…

Usciamo a fare un giro: sui diari che abbiamo letto dicevano che ci sono due market ma il secondo non lo troveremo mai. Idem per il noleggio auto/moto: solo uno di fronte al market e non ha quello che cerchiamo… Torniamo in stanza e ci prepariamo per la cena e andiamo da Rigas dove ceniamo bene spendendo 28 euro.

Panormos è attraversato dalla strada che collega Skopelos Town (d’ora in poi solo Town) con Glossa e non è neppure illuminata… difficile fare due passi dopo cena… all'interno solo stradine sterrate e buie che portano ai vari hotel, studios, case… Siamo stanchissimi e andiamo a dormire

  • 7932 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. davovad
    , 26/9/2014 19:47
    Quindi, le vacanze "infernali"??!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social