MADRID durante la festa di S.Isidro

Si parte con volo Iberia (prenotato direttamente dal loro sito circa 100 giorni prima) da Bologna alla volta della capitale spagnola, dove arriviamo dopo circa 2 ore e 10 minuti. L’aeroporto è enorme: si prende un treno/metro (al cui interno ...

  • di maxmassi
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Si parte con volo Iberia (prenotato direttamente dal loro sito circa 100 giorni prima) da Bologna alla volta della capitale spagnola, dove arriviamo dopo circa 2 ore e 10 minuti.

L’aeroporto è enorme: si prende un treno/metro (al cui interno c’è una temperatura polare) per andare a recuperare i bagagli, poi un servizio di bus navetta gratuito per raggiungere il terminal 2, da dove parte la metro per il centro. Dopo aver cambiato 3 linee diverse, arriviamo finalmente alla fermata Gran Via, in pieno centro città, dove veniamo accolti da un caldo estivo. Siamo esattamente sotto il bellissimo edificio della Telefonica, da cui parte Calle Fuencarral, al cui numero 23 si trova il nostro Hostal Las Murallas.

Ci viene data la stanza n.7, che è proprio come ci aspettavamo: piccola, però pulita e con il bagno interno. Unico inconveniente il piano 4° senza ascensore, ma lo sapevamo e comunque per € 36,00 a notte va più che bene.

Lasciati i bagagli e dopo una veloce rinfrescata, ci buttiamo subito nella visita della città. La nostra via è una traversa della Gran Via, che è l’arteria principale di Madrid.

Ci colpiscono subito gli edifici imponenti che avevamo visto nelle foto sulla guida Mondadori e, ahimè, una via centrale in cui “operano” in pieno giorno alcune prostitute.

Facciamo uno spuntino a base di boccadillos, panini minuscoli ripieni nelle maniere più disparate, dal prosciutto crudo (lo jamon) al brie e marmellata di fragole.

Visitiamo subito le due piazze principali: Puerta del Sol (dove c’è l’edificio con l’insegna di Tio Pepe) e Plaza Mayor, bellissima, con i suoi porticati e con la peculiarità di potervi accedere solo attraverso dei porticati posti su tutti i lati.

Ceniamo in un ristorante cinese, molto economico e che ci convincerà a tornarvi per le successive tre serate.

2° giorno: In mattinata visita al Prado, dove rimaniamo entusiasti davanti alle opere di Goya (la Maya vestita e desnuda in particolare) e di Velasquez. Vediamo anche la Fuente de Cibeles, il Palazzo delle Telecomunicazioni (nella stessa piazza), la Fuente del Neptuno e passeggiamo senza stancarci minimamente su e giù per le vie di questa splendida città.

3° giorno: Visita al mitico stadio Santiago Bernabeu, dove gioca la squadra di calcio più titolata d’Europa, il Real Madrid. Il tour libero è organizzato in maniera da visitare nell’ordine: la curva, la tribuna d’onore, gli spogliatoi (dove c’è una vasca idromassaggio...), il tunnel di accesso al campo da gioco, le panchine a bordo campo (emozionante potervici sedere) e la sala trofei, dove sono esposte le innumerevoli coppe nazionali ed internazionali che la squadra ha collezionato nella sua storia, i palloni d’oro e le scarpe d’oro dei suoi campioni, foto e video delle finali di coppa campioni vinte.

Nel pomeriggio ci dirigiamo al Museo Thyssen, dove ammiriamo altri dipinti incantevoli, ed in Plaza de la Villa, dove assistiamo alla proclamazione dell’apertura della Festa di S.Isidro, da parte di Miguel Bosè.

4° giorno: Escursione a Segovia in pullman con la compagnia “La Sepulvedana”. Arriviamo dopo circa un’ora di viaggio e abbiamo l’occasione di vedere il famoso acquedotto romano, l’alcazar (il castello, molto suggestivo) e le viuzze molto caratteristiche, tipiche delle cittadine medievali. Rimaniamo molto soddisfatti, sia del comodo tragitto in pullman, che di aver scelto di visitare questa località. Tornati a Madrid passeggiamo per Plaza Oriente e Plaza Espana, dove ammiriamo i monumenti a Cervantes, a Don Quichotte ed a Sancho Panza

  • 280 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social