Barcellona, arriviamo

23/2/2006 – 26/2/2006 Come al solito : è meglio il "fai da te"! Volo Vueling e non è un gioco di parole, nuova low costa spagnola (www.vueling.com) dagli aerei nuovi, quasi immacolati, partenze puntualissime e personale veramente gentile e disponibile, ...

  • di Fla
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Fino a 500 euro
 

23/2/2006 – 26/2/2006 Come al solito : è meglio il "fai da te"! Volo Vueling e non è un gioco di parole, nuova low costa spagnola (www.Vueling.Com) dagli aerei nuovi, quasi immacolati, partenze puntualissime e personale veramente gentile e disponibile, tutto questo per 52 euro A/R incluse tasse, ah dimenticavo! Partenza da Roma Fiumicino e arrivo a Barcellona El Prat.

Abbiamo condiviso questa breve ma intensa avventura in terra spagnola con i nostri cari amicioni: Mark, er mejo montatore di video vacanze, e Mogna la “fotografa” impazzita (spesso litigava con la sua macchinetta digitale per poi farci pace la sera, prima di andare a dormire...) e noi? Noi siamo Ca&Ca organizzatori ufficiali della vacanza! Ritirati i bagagli ci dirigiamo all’ufficio turistico dell’aeroporto dove acquistiamo 4 abbonamenti per 4 giorni per poter usufruire di autobus e metro per un numero illimitato di corse, costo Euro 16.80 ognuno. Appena fuori dall’aeroporto troviamo la fermata dell’airbus per raggiungere Plaça Catalunya, il biglietto si fa a bordo e costa 3,75 (comprando andata e ritorno si paga di meno), per cercare informazioni dettagliate sui mezzi di trasporto di Barça consultate il sito ufficiale www.Emt-amb.Com Scendiamo in Plaça Catalunya e andiamo a prendere la metro per raggiungere il nostro appartamento prenotato su www.Apartments-flats-barcelona.Com per 25 euro a notte a persona, totale 300 euri comprese pulizie.

L’appartamento è carino e spazioso ed in posizione centralissima, a 5 minuti dalla Rambla, da Port Vell (dove c’è il Maremagnum e l’acquario) e dal Passeig de Colom ma la strada in cui si trova non è molto tranquilla, l’abbiamo subito paragonata (esageratamente) ai vicoli dei quartieri spagnoli di Napoli, prevalentemente frequentata da extracomunitari che “propongono” fumo e “bombe” tutte le sere, e se siete proprio fortunati beccate anche qualcuno che vi offre hashish!! Comunque escludendo questo la casa ci è piaciuta.

Bene bene, primo obiettivo della sera : CIBO! facciamo una breve fila per entrare nel ristorante “La Fonda” (carrer dels Escudellers, 10 tel. 93 301 75 15)vicino casa, si mangia bene dal pesce alla carne e anche paella che però a noi (Ca&Ca) non ci ha entusiasmato particolarmente, nel complesso è un bel locale da consigliare. Dopo cena prendiamo confidenza con la Rambla passeggiando su e giù fra i soliti venditori di fumo e potenziali “borsaioli” che per tre volte hanno puntato i nostri zainetti! Quando passeggiate sulla Rambla di giorno o di notte fate un po’ di attenzione a non perdere di vista la vostra borsa.

Il giorno dopo usciamo da casa alle 11.15 circa ( e ce la siamo presa molto comoda, siamo in Spagna!) itinerario: Casa Battló, Sagrada Famiglia, Parc Güell e Plaça Espanya.

Tre fermate di metro e siamo di fronte a una delle invenzioni architettoniche moderniste di Antoni Gaudì, la Casa Battló, elegante e buffa esternamente e stupefacente all’interno: curve, giochi chiaro- scurali e forme bizzarre caratterizzano gli ambienti.

All’entrata dopo aver fatto i biglietti dal prezzo eccessivo di 16,00 euro, vi consegnano un audio guida che vi permette di “capire” la casa.

Dopo due ore nella casa Battló pranziamo da “Pans”, catena di fast food che troverete dislocati un po’ ovunque nel centro.

Proseguiamo in metro fino alla Sagrada familia, appena arriviamo ce la troviamo davanti, è enorme e le varie foto sui depliants non le rendono assolutamente giustizia, dal vivo è emozionante, tutta un’altra cosa! Purtroppo le gru fanno parte del paesaggio e ne faranno parte chissà ancora per quanto tempo (forse nel 2025 come ho sentito dire...), decidiamo di non entrare, comunque l’ingresso costa 8 euro

  • 801 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social