Quattro salentini a barcellona

Abbandonare anche solo per gli ultimi sei giorni di luglio le località e le spiagge del nostro Salento non è stato per niente facile, ma appena giunti a Barcellona, io (Emilia), Alessandro, Eleonora e Miriano, abbiamo subito capito che ne ...

  • di emav
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Abbandonare anche solo per gli ultimi sei giorni di luglio le località e le spiagge del nostro Salento non è stato per niente facile, ma appena giunti a Barcellona, io (Emilia), Alessandro, Eleonora e Miriano, abbiamo subito capito che ne sarebbe valsa la pena e ancora oggi, dopo sei mesi, ripensiamo alla nostra vacanza con grande malinconia! Il nostro è stato un viaggio all’insegna del “low cost” ma sicuramente non ci siamo fatti mancare niente! Lecce-Roma: promozione Trenitalia a/r:30 euro. Roma Fiumicino-Barcellona El Prat (praticamente a 10 minuti da Barcellona): Vueling 130 euro A/R ciascuno, ottimo viaggio! Ovviamente prima si prenota, meno si spende.

Barcellona d’altronde non è affatto una città costosa e pertanto ci ha soddisfatto sotto tutti i punti di vista! Inoltre per gli interessati va detto che la birra costa veramente poco e che si potrà ancora per poco fumare dappertutto! Arrivati a Barcellona abbiamo subito capito che il servizio dei trasporti pubblici da quel momento in poi sarebbe diventato un termine di paragone per ogni altro posto in cui saremmo stati: efficientissimo. Con soli 3,50 euro e senza nessuna difficoltà, il bus ci ha portato in Placa de Espana da dove poi in metropolitana avremmo raggiunto il nostro Hotel. La maestosità e la grandezza di questa bellissima piazza ci ha sbalorditi e da subito siamo stati impazienti di tornarci pochi giorni dopo, perché (dati gli “studi” asfissianti durati quasi tre mesi, tanto che ormai di Barcellona sapevamo veramente tutto), da giovedì a domenica, dalle 20,30 in poi, qui si tiene lo spettacolo della fontana magica che attira migliaia di turisti e non solo, ossia una fontana immensa che getta acqua da tutte le parti e che a ritmo di musica crea combinazioni coloratissime. Uno spettacolo magico vero e proprio! Anche la metropolitana non ci ha deluso: pulitissima, puntualissima ed organizzatissima, con tempi di attesa praticamente ridotti a zero. Perfetta se non fosse stato per il fatto che “sottoterra” l’aria era afosa e quindi insopportabile, circostanza questa che poi è diventata puntuale motivo di risata! Abbiamo acquistato un biglietto per 72 corse sui mezzi pubblici, al costo di 40 Euro e lo abbiamo usato in quattro. Per noi è stato più che sufficiente, comunque esistono diverse offerte a seconda delle proprie esigenze.

Abbiamo alloggiato all’Hotel, prenotato tramite agenzia, Nunez Urgell, un quattro stelle bellissimo con personale disponibilissimo, zona Hospital Clinic, da cui facilmente si raggiungono le principali attrazioni, che ci è costato solo 35 euro a persona per notte, escluso colazione. Fare colazione in un bar qualsiasi, dove io volentieri mi sono adattata alle abitudini della città e quindi alle brioches ho preferito i bocadillos (pseudo-panini stretti, lunghi e croccantissimi con salumi e formaggi), costa molto meno che farla in hotel. La metro dista dall’albergo meno di 200 m e la zona è nuova e molto curata ma soprattutto fornita di ogni tipo di negozio o bar. Noi abbiamo usufruito molto di un piccolo supermarket a pochi metri dall’hotel aperto fino a notte fonda. Barcellona è una città viva in qualunque orario del giorno e della notte! Per la lingua non ci sono problemi in quanto ci si capisce senza necessariamente parlare in inglese, come invece Ale ha tentato di fare ad ogni costo per suo diletto più che per necessità! Comunque, appena arrivati abbiamo tirato fuori dalle valigie il nostro programma di viaggio e armati di cartine e libricini vari ci siamo tuffati nella nostra avventura

  • 1315 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social