Barcellona, andalusia 2005

Ciao! Chi scrive è Silvia e Giulio (el mio Hombre!!!!). Ci siamo da poco tolti i vestiti da viaggiatori (un po’ puzzolenti a dire il vero!)dopo una vacanza in ANDALUSIA, che abbiamo organizzato soprattutto grazie a consigli trovati in questo ...

  • di buji
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Ciao! Chi scrive è Silvia e Giulio (el mio Hombre!!!!). Ci siamo da poco tolti i vestiti da viaggiatori (un po’ puzzolenti a dire il vero!)dopo una vacanza in ANDALUSIA, che abbiamo organizzato soprattutto grazie a consigli trovati in questo sito, quindi ci sembrava più che doveroso rendere il favore!!!! Non ci dilungheremo in dettagli, cercheremo magari di dare informazioni su ciò che c’è stato di “buono” e di “meno buono” nel nostro viaggio. 1 AGOSTO:Partenza da Pisa, (arrivati a Pisa Aeroporto da Firenze con il pulmino della Terravision -www.Terravision.It-), Volo regolare Ryanair (90 euro andata e ritorno per tutti e 2...Come rinunciarci???) Trasferimento da Girona aeroporto a Barcellona con pulmino Ryanair ( la biglietteria la trovate per forza, basta guardare dove va tutta l’orda di turisti che sforna l’aereo...) Prima tappa BARCELLONA: Bellissima. Ha tutto!!! le bellezze di una grande città, le stravaganze di una giovane città, l’entusiasmo dei spagnoli, il calore del mare...Il nostro albergo era “Hotel Núñez Urgell”, la scelta è ricaduta su questo xkè: 1)era uno dei pochi prenotabile via internet da un sito tranquillo come Expedia, (purtroppo molti degli alberghi più economici non hanno la prenotazione online) 2) prenotandolo con largo anticipo abbiamo beccato una mega offertona (45euro una doppia in hotel 4stelle, mai viste così tante tutte insieme!! Hall di lusso, camera con parque, e mille gadget in regalo -spazzolino-pettinino-bagnoschiuma-ciabattine di spugna per girare, saltare, ballare in stanza...Wow!!) 4) è bene sapere però che non era proprio in centro, non lontanissimo ma considerando che a mezzanotte la metro a Barcellona chiude (incredibile ma vero!!) farsela a piedi è...Diciamo impegnativa!!!) Consigli culinari: andate a mangiare a VENUS in via d’Avynio (qualcosa di simile!) tutto buono, economico e accoglienza divertente.

Seconda tappa GRANADA: Bella città, superiore alle nostre aspettative, piena di localini, ha quell’aria curata, ma non troppo!!! Immancabile l’Ahlambra! E’ necessario prenotare prima , noi prenotando via internet abbiamo fatto comunque un po’ di fila, ma avevamo almeno la sicurezza di entrare in giornata!!! Per mangiare delle tapas speciali?? Senza dubbio “la bodega “ ordinate la tapa caliente e un vaso de vino tinto o la sangria...Non rimarrete delusi!!! Abbiamo dormito all’hostal Britz, in plaza Nueva, il grande pregio dell’albergo è ke ti affacci dalla camera e vedi il grande centro,il grande difetto... La notte il casino non finisce mai! Cmq ci sono tanti hostal carini in quella stessa via che porta verso l’alhambra, forse più silenziosi. Se andate in macchina, non fatevi scoraggiare dai piloncini a terra che trovate lunga la strada per entrare in plaza Nueva, basta suonare uno a caso dei campanelli e dire che siete ospiti di uno a caso di quegli Hostal scritti ...Qualcuno prima io poi fa magicamente abbassare i piloncini sotto terra e vi apre!!) Terza tappa CORDOVA Caldissima, c’erano 47 gradi!!! La bellezza di Cordova è la Mezquita!! Bella davvero! (L’Alcazaba invece non merita secondo noi!) L’altra caratteristica sono i patio, ma visitandola ad agosto questa sua caratteristica l’assapori poco, sono sicuramente più colorati e fioriti ai primi calori di primavera...Ma fanno sempre comodo... Nel senso che la nostra stanza dava su un patio ed era magicamente freschina!!! (hostal Maestre, aveva il parcheggio a 8euro!!) Una raccomandazione: mentre per Granada forse 2 notti sono poche, per Cordova una notte basta, la cittadina è piccola e molto, forse troppo turistica, inoltre evitate caldamente la domenica...È tutto chiuso!! Anche per mangiare è una fatica trovare qualcosa di decente. Alla fine noi l’abbiamo trovato e se avete voglia di un menù vegetariano che vi depuri dalle tante tapas dei giorni precedenti, ve lo consigliamo, è in Plaza del Porto si chiama AYESTA, è un ristorantino a conduzione familiare con foto dei figli e dei parenti in mostra nella sala da pranzo

  • 1051 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social