Barcellona mordi e fuggi

Il nostro breve week end a barcellona inizia il 25 novembre con il volo iberia da malpensa delle 12:25.Il volo è stato prenotato e pagato via internet usufruendo dello sconto"prenota almeno 30 giorni prima della partenza"e pagato quindi 151 euro.Dopo ...

  • di Simone Vignola
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Il nostro breve week end a barcellona inizia il 25 novembre con il volo iberia da malpensa delle 12:25.Il volo è stato prenotato e pagato via internet usufruendo dello sconto"prenota almeno 30 giorni prima della partenza"e pagato quindi 151 euro.Dopo 1 ora e 20 min di volo atterriamo all'aereoporto "el prat" di barcellona, che emozione!notiamo subito le palme e una gradevole temperatura di 12 gradi.Le indicazioni per raggiungere il treno che ci porterà in città sono semplici e chiare infatti lo troviamo senza difficoltà e x la modica cifra di 2,30 euro in 20 minuti arriviamo in placa de catalunya in pieno centro città.Raggiungiamo in pochi minuti a piedi l'hotel lleò prenotato con alpitour a 124 euro x persona con 2 pernottamenti e prima colazione.Alle 16 siamo pronti per partire con la passeggiata sulle rambla che si trovano a 2 minuti a piedi dall'hotel.Percorriamo tutta la rambla ovvero la strada più famosa di barcellona che si divide in 5 strade che la percorrono da cima a fondo per una lunghezza di circa 1200 metri.Lungo tutta questa via troviamo numerosissimi negozi di animali ,fiori,edicole,statue viventi e mimi e notiamo subito che qui c'è gente di tutte le etnie e tantissimi turisti.La lunga e intensa rambla ci porta fino al portal de la pau dove si trova la statua di cristoforo colombo.D a li andando sempre dritto verso il mare raggiungiamo il "maremagnum" un'enorme struttura costruita interamente sul mare dove all'interno ci sono tantissimi negozi di vario genere.Accanto troviamo l''acquarium" e con 14,50 euro di ingresso entriamo a visitarlo e rimaniamo estasiati dalle numerose varietà di pesci,crostacei,tartarughe,squaletti e pinguini che vi troviamo,davvero molto interessante!!Torniamo quindi in hotel a prepararci per la cena e andiamo in un ristorante a 2 piani sulle rambla e terminata la cena ci buttiamo in mezzo alla folla passeggiante della noche.

All'indomani sveglia a lle 8 e dopo un'abbondante colazione iniziamo la nostra mattinata dedicata ad antonio gaudì e in metropolitana raggiungiamo la fantastica sagrada familia dove abbiamo subito un primo approccio con l'arte di gaudì(purtroppo non l'abbiamo visitata perchè l'interno è costituito solo da impalcature e teloni che coprono tutto per via dei lavori in corso ormai da più di cent'anni!!!),proseguimao quindi x la casa milà o meglio conosciuta come la pedrera e pagando 8 euro l'ingresso l'abbiamo potuta visitare anche con l'ausilio di una guida audio parlante italiano davvero molto completa ed esauriente grazie ala quale ci ha fatto capire i concetti base dell'arte di gaudì ovvero l'uso del colore della luce e di tutto quello che la natura può offrire.Al trmine della visita abbiamo proseguito per casa battlò (e si trova apochi metri dalla pedrera)e ammirare la famosa facciata in mosaico policromico in puro stile gaudì.Sempre in metropolitana abbiamo poi raggiunto il parco guell che si trova a nord di barcellona su un'altura grazie alla quale si ha una meravigliosa vista panoramica della città.Il parco è immerso nel verde e al suo interno c'è la casa museo di gaudì consigliata a tutti gli amanti dell'artista e proseguendo siamo arrivati sulla panchina più lunga del mondo progettata sempre da quel mostro sacro di gaudì dove ci siamo mangiati un delizioso "bocadillo"(panino).

Terminato il tour gaudì alle 13:30 abbiamo lasciato la parte nord dlla cità x scendere verso il mare e la spiaggia ovvero barceloneta dove ci siamo rilassatai qualche minuto contemplando il mare e i numerosi gabbiani.Abbiamo quindi proseguito per la collina di montjuic a ovest della città ma purtroppo siccome la funicolare non funzionava a causa di lavori di manutenzione abbiamo dovuto prendere l'autobus che ci ha lasciato vicino alla fondazione mirò che abbiamo visitato ,poi,non essendoci praticamente alcuna indicazione per il poble espanyol (la spagna in miniatura) che volevamo visitare abbiamo terminato qui con la collina di montjuic con molto anticipo rispetto la tabella di marcia che ci siamo fatti prima di partire e quindi ci siamo gettati sullo shopping al grande centro commerciale el corte ingles situato in placa de catalunya.Naturalmente la giornata è volata e dopo una brevbe sosta in hotel siam oandatai a cena al ristorante marzano sulle rambla e infine stanchissimi ci siamo gettati a letto

  • 152 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social