In Spagna tra Alicante, Valencia e Barcellona

In viaggio per scoprire le meraviglie di Alicante, Valencia e Barcellona

  • di Blacky5
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Per l'estate 2018 avevamo progettato un bel tour, con la macchina, nel nord della Spagna, da Santander a Barcellona, passando per i paesi baschi, Pamplona e Saragozza... per volare poi, alla fine del tour, in Polonia al matrimonio del fratello della mia compagna. Qualche settimana prima della partenza però una bellissima novità sconvolge i nostri piani: la vacanza programmata è un po’ troppo impegnativa per una donna in dolce attesa, così decidiamo di spostare il volo di andata e optare per un itinerario più tranquillo (e leggermente più breve) tra Alicante, Valencia e Barcellona prima di volare al matrimonio polacco.

DAY 1, MERCOLEDÌ 22 AGOSTO 2018: VENEZIA-ALICANTE

Partiamo dalla stazione di Civitanova Marche al mattino con l'Intercity delle 8:10, che arriva in ritardo e ne accumula altro durante il viaggio, arrivando a Bologna quasi mezz'ora dopo l'orario previsto... Siamo quasi sicuri di aver perso la coincidenza con Italo ma, nonostante tutto, alla fine riusciamo a prenderlo. Ciò ci consente di avere qualche ora libera da dedicare a Venezia prima di andare all'aeroporto dove, alle 19:30, ci attende il volo per Alicante (Volotea). Arriviamo al nostro alloggio (Pension Arena in Calle San Vicente 49) che è quasi mezzanotte e dopo il check-in mangiamo un boccone in una specie di "bizzeria" lì vicino e ce ne andiamo a nanna che siamo stanchissimi.

DAY 2, GIOVEDÌ 23 AGOSTO 2018: ALICANTE

Ci alziamo presto e, dopo la colazione, iniziamo la visita della città. Partiamo dalla Concattedrale di San Nicola e, passeggiando per i vicoli del centro storico, raggiungiamo Plaza del Ayuntamiento, dove sorge il municipo, fino ad arrivare alla Playa del Postiguet, da dove si puo' ammirare la baia con il Castillo de Santa Bárbara che domina il monte Benacantil. E' molto caldo, e la spiaggia piuttosto affollata, per cui decidiamo di proseguire il giro per poi tornare nel pomeriggio, così ci incamminiamo verso la chiesa di Santa Maria proseguendo poi nel caratteristico Barrio de Santa Cruz, un piccolo borgo dove il tempo sembra essersi fermato, pieno di stradine caratteristiche e casette colorate, sicuramente una delle cose più affascinanti di questa città.

Si è fatto tardi e, dopo la lunga camminata, è ora di mangiare qualcosa. Così ci dirigiamo in un locale tipico di Alicante, El Canto (Calle Alemania 26), dove degustiamo montadidos e tapas rinfrescandoci con "qualche" bella birra ghiacciata. Nel pomeriggio continuiamo il nostro giro per il centro di Alicante, poi, percorrendo la Explanada de España, raggiungiamo la spiaggia del Postiguet. Dopo il relax in riva al mare è giunto il momento di salire al Castillo de Santa Barbara, che raggiungiamo con l'ascensore. Si trova a due passi dalla spiaggia. La visita al castello è gratuita (si paga solo l'ascensore ma volendo si può andare anche a piedi) e dall'alto si può godere di una suggestiva vista panoramica sulla città.

È giunto il momento di tornare alla pensione a prepararsi per la cena e, mentre aspetto Weronika, ne approfitto per una degustazione di vini iberici (La Rioja e Ribera del Duero) nel Wine Bar davanti al nostro alloggio. Per la cena andiamo al San Telmo Gastrobar, un bel locale moderno a due passi dalla cattedrale, dove consumiamo un ottimo pasto, sicuramente il migliore del nostro soggiorno ad Alicante. Per chiudere la giornata in bellezza (e digerire...) ci facciamo un'altra bella camminata nel centro della vivacissima città della Costa Blanca raggiungendo il porto

  • 781 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social