Andalusia No Alpitour

Eccomi qui a raccontarvi la nostra vacanza in Andalusia, magari voi potrete trarne qualche consiglio e io avrò virtualmente il piacere di gustarmi ancora i luoghi e l’atmosfera tipica del posto. Per cominciare sono partita con il mio ragazzo, Giuliano, ...

  • di serenah77
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Eccomi qui a raccontarvi la nostra vacanza in Andalusia, magari voi potrete trarne qualche consiglio e io avrò virtualmente il piacere di gustarmi ancora i luoghi e l’atmosfera tipica del posto.

Per cominciare sono partita con il mio ragazzo, Giuliano, e non ci siamo appoggiati ad un’agenzia di viaggi, ma abbiamo usufruito di internet per: - prenotare il volo Bergamo - Sevilla che con la Ryanair se prenotato con anticipo è conveniente.

- prenotare 3 alberghi - prenotare la macchina a noleggio (con aria condizionata e autoradio) - prenotare l’entrata all’Alhambra Fatto ciò la nostra vacanza ha inizio la mattina del 25/6. L’aereo giunge a Siviglia con circa 20 minuti di anticipo, il caldo è sopportabile e entusiasti prendiamo la macchina dell’aereoporto e ci dirigiamo verso la nostra prima tappa: Cordoba L’autostrada è una meraviglia in Andalusia: la si trova sgombra e senza pedaggio. Il paesaggio è giallastro di girasoli e leggermente collinare con qualche paesino qua e la. Ogni tanto qualche toro enorme di cartone si affaccia dall’alto per ricordarci che siamo nel paese delle corride.

Dopo circa un’oretta arriviamo a Cordoba. Cordoba. Ci dirigiamo verso il centro perché è il nostro albergo è vicino alla Mezquita dalla quale prende il nome.

Subito ci rendiamo conto che non è così facile sia girare per il centro, a causa dei sensi unici, che quantomeno trovare parcheggio. Così alla fine accettiamo di fare un pochino di strada in più a piedi piuttosto che pagare un garage, dato che il costo si aggira sui 14 Euro al giorno. Troviamo posto libero nella zona di Calle Enmedio vicino Puerta Sevilla. La stanza d’albergo costa 55 Euro a notte e anche se non è grandissima ci troviamo bene perché è curata e pulita.

La Mezquita. Dopo dormitina rigenerante usciamo a dare un’occhiata al monumento che ci troviamo vicino. L’esterno è quello di una grande fortezza araba e di sera l’illuminazione fa risaltare la sua bellezza. Entriamo nei giardini degli aranci e scattiamo diverse foto alla torre caratteristica. L’ingresso è a pagamento e costa 7 Euro. Intorno al 1200 nacque come moschea ma in seguito, dopo la riconquista da parte dei re cattolici, una parte di essa venne distrutta per essere trasformata in una sontuosa chiesa. Appena entrati ci si trova di fronte a qualcosa di unico. Una foresta di archi e colonne in sequenza con la luce soffusa che crea un effetto da togliere il fiato e che invita al raccoglimento. La chiesa custodita all’interno seppur di gran pregio, sembra stonare con l’architettura paziente e minuziosa di elementi così semplici ma al tempo stesso di così grande impatto visivo. All’interno sono anche custoditi reperti e iscrizioni in arabo risalenti alla costruzione. Alcazar. Non si trova molto lontano dalla Mezquita ed era la residenza di sultani e califfi. Gli interni sono pressoché spogli, ma la cosa strabiliante sono i giardini. Oltre ad essere molto estesi li abbiamo trovati molto curati e la presenza dell’acqua in tante forme, sia in vasche sia in forma di zampilli dona loro l’idea dell’oasi. La Mequita e l’Alcazar sono sicuramente le attrazioni principali di Cordoba, ma abbiamo trovato anche molto piacevole perdersi (sempre!) per le vie strette a curiosare per i negozi di souvenir soprattutto del quartiere ebraico ossia la Juderia. All’interno dei cortili l’attenzione viene attirata soprattutto dai vasi di fiori o piante appesi disordinatamente ai muri bianchi, caratteristica riportata su tante cartoline del posto Ci perdiamo ad ammirare i tanti patii con piante al centro che si lasciano intravedere dalle cancellate delle case. I patii sono oasi di frescura nel caldo estivo che derivano e dall’abitudine degli arabi di trovare nell’ombra la tregua al caldo e al sole del deserto

  • 3188 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social