La Galizia: la Spagna che non ti aspetti

Tra il verde della natura, il blu dell'Oceano e città attraversate da pellegrini

  • di Libra
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro
 

E dopo giusto 2 mesi dall'ultimo viaggio, eccomi di nuovo a preparare la mia valigia! Questa volta però appare un po' diversa, dentro non ci sono né felpe nè maglioni, ma magliettine più estive. Destinazione è infatti la Spagna, ma una Spagna insolita, non sempre molto toccata rispetto alle solite mete, la Spagna più occidentale: la Galizia! Approfittando di un volo diretto Ryanair da Bologna a Vigo (che già di suo è un aeroporto poco collegato anche sul territorio iberico), tra l'altro davvero a un prezzo irrisorio (circa 60 euro andata e ritorno), parto per questa nuova avventura, anche se nel mio immaginario non sono tanto convinto della meta, ma dico sempre che tutto va visto...! Beh al mio rientro mi sono ricreduto, ne è valsa la pena! Il volo di andata parte in orario e dopo 2 ore e mezza di volo (tra l'altro davvero un volo tranquillissimo) atterriamo al minuscolo aeroporto di Vigo. L'aeroporto si trova circa a 9 km ad est rispetto al centro città. L'aeroporto è davvero piccolo, poco attraente. Subito ci dirigiamo verso il desk della compagnia Budget Avis per il ritiro delle nostre chiavi, abbiamo difatti affittato un auto. Posso oggi dire che è stata la scelta più giusta che potevamo fare, difatti tanti posti, soprattutto lungo la costa, senza auto sarebbe stato un po' impossibile vederli per mancanza di collegamenti o trasporti pubblici. Se volete raggiungere il centro città e non avete auto le migliori soluzioni (e credo anche le uniche!) sono o prendere un taxi o prendere un bus pubblico, c'è una linea che infatti collega l'aeroporto con la città. La linea Circulare 9A della compagnia Vitrasa unisce l’aeroporto con il centro, le fermate si trovano vicino alla porta degli arrivi del terminal e in città a Plaza de las Américas (non in pieno centro), nei giorni lavorativi. Il sabato e i festivi il percorso è dall’aeroporto fino a Colón, una via molto centrale e adiacente al Casco Vello, cioè il quartiere antico storico (costo del biglietto €1,30 circa). Gli autobus circolano dalle 6:05 alle 23:00 con partenza ogni 30 minuti. Le fermate dei taxi si trovano di fronte alla zona degli arrivi. Una corsa costa all'incirca intorno ai 22 euro. Dopo averci l'addetta del noleggio auto spiegato il tutto per un bel po', ci dirigiamo finalmente verso il parcheggio e verso l'auto che ci è stata data, una bella Renault Clio sportiva, accessoriata e nuova di zecca, immatricolata un mese fa. Davvero una bella macchinina. Dietro al bagagliaio entrano tutte le nostre valigie, e via che partiamo, direzione centro città di Vigo.

Siamo così in Galizia, la più occidentale e settentrionale delle regioni spagnole, remoto lembo del continente europeo, è anche la più lontana da quello che il nostro immaginario associa alla parola Spagna. Lo avevo già immaginato, ma ne ho conferma già all'arrivo. Tanto verde, il mare è quello ruvido di un oceano che si acquieta solo una volta imprigionato nelle rias, i profondi fiordi che si insinuano in profondità nel territorio; la lingua ha la cadenza musicale e flemmatica del vicino Portogallo; la pioggia cade spesso (ne avremo la prova un po') ed esalta il rigoglio dei boschi e satura il verde dei prati come solo nelle highlands britanniche; anche la musica e il folklore, più che con le tradizioni iberiche hanno tratti comuni con quelle della fascia d'Europa che, dall'Irlanda in giù, fu nell'antica terra dei celti. A completare il quadro, aggiungiamo la morbida cornice delle dune tipiche dei mari del Nord, e gli spigoli di una pietra locale, il granito grigio-scuro, che viene istintivo associare più alle chiese anglicane che a quelle cattoliche

  • 24211 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social