Castiglia, on the road rapido

Sette giorni attraverso la Castiglia: Madrid, Sierra de Guadarrama, San Lorenzo de l'Escorial, Valle de los Caidos, Segovia, Avila, Salamanca, Toledo... tra canas y tapas, immense lande desolate e cittadine piene di vita, vini prelibati e ottime cucine

  • di Gabriele Taddei
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Questa spedizione è stata organizzata a metà tra la trasferta di lavoro ed il "solito" mio on the road: con la scusa di accompagnare la mia ragazza, che doveva intervenire ad un convegno internazionale presso la Ciudad Universitaria di Madrid, abbiamo aggiunto alcuni giorni per un mini-tour della Castiglia.

ASPETTI PRATICI

Volo: Alitalia da Firenze, con transito a Roma, tutto compreso: si trova intorno a 100€ a persona. Aborriamo Ryanair/Easyjet e compagnia bella, costano poco perchè li finanziamo profumatamente con fondi statali italiani ed europei, salvo poi costare quasi uguale alle compagnie maggiori quando aggiungi bagaglio da stiva, tasse e via discorrendo.

Metro Madrid: esiste un pass per utilizzare senza limite la metro dell'area centro (http://blancas.neoexperience.es/metromadrid/en/madrid/metro-madrid-tickets-travel-pass) o per altre zone cittadine. A scopo viaggio basta e avanza la zona centro, a conti fatti (la sola tratta Aeroporto-centro città costa un extra di 5€ sola andata, i biglietti singola corsa 1,5€) fare il pass conviene. Lo fate e pagate da casa al link qui sopra, poi ritirate il pass fisicamente allo sportello dell'azienda presso il Terminal 2 di Barajas, situato all'entrata della metropolitana. Questa la mappa www.metromadrid.es/export/sites/metro/comun/documentos/planos/Planoesquematicoingles.pdf . Considerate comunque di tenere come punto di riferimento "Sol", la fermata di Puerta del Sol, tutte le altre destinazioni passano indicativamente da lì. Orario di funzionamento: dalle 06.50 alle 02.00. Gli orari delle fermate minori sono scritti sul cartellone d'ingresso delle stesse.

SIM card: dentro le stazioni metro di Nuevos Ministerios, Sol ed altre, troverete il baracchino della compagnia Lebara. Tariffe nel momento in cui scrivo: 10€=1GB; 14€=2GB; etc. Copertura eccellente, ottimo servizio, 4G fisso ovunque. Provata in diverse nazioni europee, consigliata. Vi attivano il tutto in due minuti.

DIARIO

Martedì 6/10

Arrivati a Barajas, sbrighiamo le operazioni preliminari di ogni viaggio: pass metro ed attivazione sim straniera, valigie in albergo e subito in giro per la città. Siamo in zona Puerta del Sol verso le 19, ci diamo un'occhiata attorno, passiamo davanti al "Museo del Jamon", che scopriremo poi avere più botteghe in giro per la capitale. Sempre strapieno, e ci credo: canas (le nostre birre piccole, chiedetele con questo nome dappertutto) a novanta centesimi con piccola tapas. E si comincia. Dappertutto è così: chiedi "canas" e ti porteranno anche "tapas": a seconda del locale può essere un piccolo panino, ma anche una zuppetta, una sfogliatella, un pezzo di pizza, un assaggio di carne, etc. dipende dalla tipologia di locale. Come finisce la storia? Che, a seconda di come "vi prende", farete apertitivo-cena-dopocena nello stesso locale mangiando e bevendo con questo metodo a poco prezzo oppure il giro di decine di locali. Novanta centesimi è un prezzo limite, in ogni caso una "canas y tapas" non viene generalmente più di un euro-un euro e mezzo. Detto questo, avendo però bisogno di sederci per la stanchezza e la fame mostruosa, voltiamo per Calle de la Victoria, dove si trovano numerosi locali tradizionali (quelli con le pareti interne ed esterne piastrellate di maioliche sui muri) dove mangiamo ottimamente.

Mercoledì 07/10

Il giorno successivo, scortata la compagna fino alla Ciudad Universitaria, intraprendo i miei giri. Mi reco a Plaza Mayor, dove ogni giorno partono i Free Tour dell'agenzia Sandeman's (www.newmadrid-tours.com/daily-tours/free-tour.html) alle ore 10, 11 e 14 ogni giorno. Dura circa tre ore e porta attraverso alcuni dei luoghi più significativi della città: è completamente gratuito, ma essendo volontario è cosa buona e giusta lasciare qualcosa a chi vi porta in giro per ore. Io ero insieme ad un gruppo di una ventina di persone, abbiamo lasciato tutti 5€, questo "volontario" guadagna più di me. Tour carino, insegna diverse cose e da un'idea di massima della città. Unica pecca: pare un po' troppo artificioso rispetto ad altri più genuini e sentiti, tipo quello seguito questa estate a Tirana, in Albania. Comunque per un cinquino va benone. Verso l'ora di pranzo vi porta ad un bar dove portano tutti (ci sono confluiti altri gruppi), evitatelo e mangiate dopo in un locale migliore, tanto il tour finirà a breve

  • 5448 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social