Una settimana alternativa in Costa del Sol

La vita da spiaggia passa in secondo piano. La costa del Sol sa offrire molte cose in più del solo mare: basta avere a disposizione un'auto, documentarsi bene e sapere cosa si vuole

  • di butronfio
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Premesse

Coppia di 35enni senza figli al seguito.

Lei: adora spiaggia-mare-sole-relax-shopping.

Lui (io): adora le bellezze artistiche e naturali.

Compromesso: vacanza in Costa del Sol, con spiagge e mare… ma anche belle città da visitare e attività interessanti da svolgere (spoiler: rafting, canyoning…).

Durata della vacanza: 8 notti, 9 giorni.

Costo totale omnicomprensivo: circa 3000 € (1500 € a testa).

Venerdì 3 luglio

Partenza da Bologna con volo Ryanair alle 10.50, arrivo in orario a Malaga alle 12.40 (260 € di biglietto per 2 persone, compreso 2 bagagli in stiva).

Ritiro auto a noleggio preventivamente prenotata con Hertz (Seat Leon diesel - 310 € per 8 giorni + 180 € per assicurazione completa + 68 € di gasolio).

Arrivo a Benalmadena alle 14.00 (Hotel Best Siroco - 600 € per 6 giorni in regime B&B). Spendo due parole: scelgo sempre gli hotel basandomi sul fatto che abbiano il wi-fi e il parcheggio interno. Prenoto questo hotel perché così annunciava. Invece: parcheggio solo virtuale (estremamente sottodimensionato rispetto al numero di camere, quindi perennemente pieno e non prenotabile), wi-fi talmente lento da essere inutilizzabile. Parcheggiamo in un parcheggio esterno (sono tutti molto costosi), comunque per il momento va bene così. Fame: pranzo veloce al Puerto Marina, zona carina di Benalmadena (scoprirò poi: UNICA zona carina di Benalmadena) al Ristorante Portobello. Ci siamo accorti che era un ristorante italiano solo dopo esserci già seduti. Prendiamo 2 insalatone e 2 birre, spendendo circa 20 €. Doccia, riposino e poi partenza per Marbella: parcheggio in Avenida del Mar, giro sul lungomare (molto bello) e nel centro storico (Plaza de Naranjas STU_PEN_DA). Riprendiamo l’auto e facciamo pochi Km verso ovest per raggiungere il ristorante che avevo prenotato: Bibo Dani Garcia. Si trova all’interno del Puente Romano Beach Resort, uno stabilimento costruito attorno ad un antico ponte romano del II secolo. Atmosfera bellissima. Tutto attorno a noi gente ricchissima che sorseggia champagne. Giovialità. Noi ceniamo bene, benissimo anzi: 135 € in 2 per 2 portate a testa di pesce freschissimo (la miglior tartare di tonno della mia vita), acqua, vino e un dessert. Sono le 23.00 e si torna in hotel. Troviamo parcheggio sul lungomare: non si paga fino alle 9.00 del mattino.

Sabato 4 luglio

L’anno scorso eravamo stati a Ronda e per ragioni di tempo non eravamo riusciti a visitare il vicino paese di Setenil de las Bodegas, così ho rimandato. Ebbene ecco il momento: ad un’ora di auto da Benalmadena raggiungiamo questo particolarissimo pueblo: le case sono incastonate nella montagna. Alcune foto, un breve giretto (è un paese molto piccolo), poi ripartiamo. Un consiglio: le strade sono molto strette e se avete un’auto grande farete fatica a passare! Sulla strada per Estepona facciamo una deviazione per visitare Juzcar: un pueblo blanco che a causa di una operazione promozionale è divenuto un pueblo azul. Ora è divenuto il paese dei Puffi. A posteriori, forse, non vale la pena fare una deviazione per visitarlo. Dopo un’ora di strade di montagna arriviamo finalmente al mare. Estepona è una cittadina molto carina. Stiamo in spiaggia e pranziamo al Chiringuito Bahia Beach: 2 insalate, gamberi pil-pil, sardine, acqua, 2 birre, 40 €. Giudizio: insufficiente… ho aspettato le sardine più di un’ora perché si erano persi l’ordinazione. Torniamo in hotel (solita difficoltà nel parcheggio) e ci prepariamo per la cena: stasera si va al Porto di Malaga in un ristorante stellato: José Carlos Garcia. Parcheggiamo al Parking Cervantes, vicino alla Plaza de Toros. Facciamo una passeggiata sul bellissimo Passeo de la Farola e ci accomodiamo al ristorante: ambiente molto raffinato, cucina a vista, personale poliglotta. Prendiamo 2 menu degustazione Soft di 5 portate, acqua, 2 bicchieri di vino e 2 bicchieri di vino da dessert, tutto a 160 €. Forse un po’ tanto rispetto alla quantità, perché mi rimane un po’ di fame, però esperienza sensoriale ottima. Riprendiamo l’auto e in mezzora siamo nuovamente in hotel.

Domenica 5 luglio

Da bravi turisti decidiamo di visitare Malaga a bordo del bus turistico. Lasciamo l’auto al parcheggio Salitre e raggiungiamo a piedi la vicina la fermata della stazione dei treni del Bus City Sightseeing: 18 € a testa per la corsa semplice, senza l’aggiunta di tour a piedi o agevolazioni per musei. Visitiamo il Castillo de Gibralfaro, l’Alcazaba, la Cattedrale e le vie del centro. Molto carino, tanto verde ovunque, sembra ben vivibile nonostante i 600.000 abitanti

  • 15052 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. bkazir
    , 29/11/2015 14:28
    Mi piace tantissimo il consiglio di ritornare per fare il Caminito del Rey!
    Raccomando assolutamente la visita di tutta la "comarca": http://andalusiaviaggioitaliano.com/2015/01/27/ardales-e-il-caminito-del-rey-scoprendo-la-provincia-di-malaga/

    Inoltre suggerisco anche l'Axarquia, con Frigiliana e Nerja!

    Alberto

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social