Tour on the road della Spagna & Maiorca

Da Madrid a Barcellona in auto visitando le meraviglie dell'Andalusia e delle coste spagnole. Proseguimento sull'isola di Maiorca, alla scoperta delle sue tante calette. 17 giorni a 1400 Euro tutto compreso. Voli, auto, hotel e bella vita!

  • di Lety13
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: Due
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

7 Agosto

Partiamo da Fiumicino con il volo Alitalia delle 21:00, destinazione Madrid. Atterriamo all’aeroporto Barajas intorno alle 23:00 in un terminal che appare abbandonato! La prima impressione è che anche Madrid non sia più avanti di Roma! Aspettiamo le valigie per un bel po', e per più di mezz’ora aspettiamo la navetta aeroportuale che ci accompagnerà al terminal centrale, dove dovremmo ritirare l’auto prenotata dall’Italia con Avis, 10 giorni di noleggio a circa 500 Euro.

Quando arriviamo qui, anche questo appare abbandonato; tutto è già chiuso… anche l’ufficio Avis… ricordando con qualche risata e un po’ di amarezza l’avventura turca, prendiamo un taxi e ci facciamo accompagnare all’hotel prenotato, l’Hostal Ballesta (booking.com). Nonostante il nome, l’hotel non è un ostello, le stanze sono nuovissime, curate e pulitissime. Ottimo rapporto qualità-prezzo. L’unica nota negativa è che, pur trovandosi in pieno centro, la piazzetta antistante è frequentata da tante “folkloristiche signore” al lavoro.

8 Agosto

Purtroppo la mattina comincia prima del previsto, con un cambio di programma obbligato dovuto al ritiro dell’auto che ci costringe a tornare all’aeroporto. Finalmente riusciamo ad entrarne in possesso, e senza rientrare in città decidiamo di andare a visitare San Lorenzo de l'escorial. Il palazzo è imponente e piuttosto “freddo”, ma la cittadina e i dintorni meritano comunque la visita. Purtroppo abbiamo una grossa delusione all’arrivo nella valle de Los Caidos, dove si trova la tomba del generale Franco, poiché era chiusa per restauri e non ci hanno concesso di raggiungere la sommità.

Torniamo a Madrid, dove dobbiamo affrontare una giornata caldissima e senza sole, che la rende ancor più invivibile. Ci facciamo coraggio e, lasciata la macchina, giriamo a piedi percorrendo e visitando la Gran Via, Puerta del Sol, Plaza Major, il Monastero de Las Descalzas Reales, la Cattedrale de l’Almudena, il Palazzo Reale, Plaza Cibeles e tutte le stradine del centro storico. Stanchissimi torniamo alla gran via giusto in tempo per un aperitivo, e per entrare subito nel vivo decidiamo di “Tapear”! L’aperitivo si trasforma in una cena, siamo troppo stanchi per continuare la serata e decidiamo di ritirarci e prepararci alle successive fatiche!

9 Agosto

Lasciamo Madrid, sinceramente senza rammarico, in direzione Toledo. Scegliamo di non percorrere le superstrade, ma di mantenerci sulle vecchie statali per assaporare meglio l’atmosfera delle regioni che attraversiamo. Oggi il sole splende e continua a fare caldissimo… ma sarà ancor peggio e cominciamo a farci l’abitudine. Arriviamo a Toledo, dove ci concediamo una ricca colazione e una bella passeggiata per la città. Visitiamo la meravigliosa Cattedrale e ci prendiamo il tempo di curiosare un po’ nei tanti negozietti di lame e coltelli. Souvenir per i papà acquistati e di nuovo in marcia. Attraversiamo la Castilla La Mancha, accompagnati da pochissime auto e dal canto delle cicale. Dalla cima delle colline si avvistano i vecchi mulini e subito ci vengono in mente le storie di Don Chisciotte e del suo prode scudiero. Pranziamo in macchina, “bocadillo et jambon” acquistato in una tienda lungo la strada. Incredibilmente nelle aree di sosta si vende il pane fresco, da riempire con ciò che si vuole. Entriamo in Adalusia diretti versi Cordoba, e negli ultimi 50 chilometri il termometro della macchina sale vertiginosamente fino a 49 gradi!

Parcheggiamo nel posteggio riservato dell’hotel e crediamo di morire solo per raggiungere l’ingresso. Alloggiamo all’Hotel Esperia Cordoba (booking.com), un quattro stelle adagiato sulle rive del Guadalquivir. Pagando una stupidaggine avevamo una camera enorme, dotata di tutti i comfort, ma soprattutto con una vista impareggiabile sulla Mezquita! Per ovvie ragioni, restiamo in siesta e poi ci concediamo un bagno in piscina, ma fuori dall’acqua è difficile stare

  • 14649 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Liliana Rotariu
    , 30/7/2012 18:50
    Ho letto molto attentamente il tuo blog ed ho anche seguito sulla mappa il vostro viaggio. Grazie per il sogno.

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social