Madrid e Castiglia

Viaggio di 9 giorni nella capitale spagnola, a Toledo, Avila, Salamanca e Segovia.

  • di Stef-Roby
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Da tempo volevamo visitare Madrid e la Castiglia e finalmente quest'anno si è organizzato questo viaggio; come spesso accade il primo passo, due mesi prima della partenza, è stata la prenotazione del volo con Iberia, puntando in particolare a sfruttare quasi appieno i 9 giorni disponibili con l’andata il sabato mattina e il ritorno nel pomeriggio di domenica.

Ci siamo poi a lungo dedicati a pianificare questa vacanza, consultando guide, i diari di altri tpc, vari siti internet, tra cui consigliamo “www.spain.info.it” che indica le principali attrattive di ogni città con orari e costi d'ingresso; è importante sapere ad esempio che il lunedì a Madrid musei e monumenti sono chiusi, e che ci sono giornate o fasce orarie con l'ingresso gratuito.

L'hotel prenotato per le 4 notti a Madrid il “Mercure Plaza de Espana” in calle de Tutor, è secondo noi in un'ottima posizione, centrale, (Puerta del Sol è a ¼ d'ora a piedi) ma in una via tranquilla. E' un 4 stelle, offre un servizio e una camera adeguati alla categoria, ed un buon prezzo (circa 90€ a notte con una tariffa prepagata sul sito della catena Accor ”www.accorhotels.com”).

Per spostarci in Castiglia si è noleggiato da casa un auto con Hertz, ed è risultato molto comodo ritirarla in un agenzia a pochi passi dal nostro hotel e riconsegnarla poi in aeroporto. Infine per i pernottamenti nelle altre città (due notti ad Avila e due a Segovia), abbiamo scelto strutture appena fuori dai centri storici per evitare, arrivandoci in auto i problemi di ingresso nelle zone pedonali; inoltre considerate che gli hotel dei centri storici non hanno quasi mai parcheggi propri e se li hanno sono abbastanza costosi.

1° Giorno, 21 maggio: Madrid

Atterrati al Barajas alle 9 ½, un'ora dopo eravamo già in centro; è infatti davvero facile arrivarci con la metropolitana, fare i biglietti (consigliamo quello valido per 10 corse a 10,30€ con il supplemento dal Terminal T4), o cambiare linea; il sito del metro di Madrid “ww.metromadrid.es” aiuta a scegliere il tragitto da seguire.

Prima giornata dedicata al centro storico di Madrid e alle principali piazze, iniziando dalla vicina Plaza de Espana con il grande monumento a Cervantes. Nei pressi, in un piccolo parco c'è il Tempio di Debod un angolo di Egitto dono del paese dei faraoni alla Spagna. Poi Plaza de Oriente tra le più affascinanti e tranquille della città, in particolare con le luci della sera; vi si affacciano il Teatro Real e soprattutto il Palacio Real dalle monumentali facciate; meritano una breve visita i suoi giardini, chiamati Campo del Moro e l'ottocentesca e imponente Cattedrale. Da qui presa la Calle Mayor siamo giunti nella seicentesca Plaza Mayor il salotto elegante di Madrid, un vasto rettangolo chiuso da edifici rossi di 3 piani con gli infissi bianchi e i portici, al centro una grande statua equestre, ai lati i tavolini di bar e ristoranti. Ancora pochi passi e si arriva alla Puerta del Sol animato centro della vita a Madrid. Durante il nostro soggiorno era occupata da migliaia di “indignados” da giorni accampati per protestare contro corruzione e malgoverno; un po' tutta la piazza era ricoperta di cartelli compresa la statua dell'orso, uno dei simboli della città. Da qui partono alcune delle più belle strade di Madrid, come Calle de Alcalà, e Calle del Arenal ed è carino osservare le targhe con i nomi delle strade, spesso accompagnate da caratteristiche figure.

Da Sol siamo andati con la metro ad Atocha, per chiudere la giornata visitando il Reina Sofia, il museo di arte moderna con ingresso gratuito proprio il sabato pomeriggio. “Guernica” è l'opera più celebre esposta, quella che non lascia certo indifferenti, così come alcune delle più folli creazioni di Salvador Dalì; in altre sale non apprezzando particolarmente l'arte moderna, non ci siamo soffermati a lungo. Tornati in centro risalendo la tranquilla Calle del las Huertas, abbiamo visto l'animata e caratteristica Plaza S.Anna, e cenato in un locale in plaza Mayor, per goderci lo spettacolo notturno della più bella, almeno per noi piazza madrilena. Incredibile poi verso mezzanotte il fiume di gente che percorreva ogni via del centro; la movida del sabato sera era iniziata, ma per noi in piedi dalle 4 del mattino c'era solo il desiderio di riposare

  • 13475 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social