Madrid: la capitale che guarda al futuro

19 GIUGNO 2009 – 1° GIORNO Il 19 giugno approfittando dell’offerta Lufthansa Italia (volo andata/ritorno per due persone per un totale di 99 euro) partiamo da Milano Malpensa con destinazione Madrid. Il volo parte in super-orario (come da perfetto copione ...

  • di SILVY71
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

19 GIUGNO 2009 – 1° GIORNO Il 19 giugno approfittando dell’offerta Lufthansa Italia (volo andata/ritorno per due persone per un totale di 99 euro) partiamo da Milano Malpensa con destinazione Madrid.

Il volo parte in super-orario (come da perfetto copione tedesco) e l’aereo è confortevole. Non ci capitava da tempo di viaggiare così comodi e udite-udite ... ci hanno persino offerto la colazione a bordo.

Ah Alitalia!!!!!!!!! Quanta strada devi fare per diventare competitiva ma soprattutto per far viaggiare nel confort senza spendere un patrimonio.

... tornando al nostro weekend partiamo alle 7.00 e alle 9.00 atterriamo all’aeroporto di Madrid Barajas. L’aeroporto è composto da ben 4 terminal e c’è una quantità di gente indescrivibile. Dopo aver ritirato i bagagli percorriamo gli immensi corridoi che ci portano alla metropolitana.

Davanti alle macchinette sono assiepate un sacco di persone e ovviamente c’è un motivo per cui la fila davanti a quella che scegliamo noi è così corta: si può pagare solo con carta di credito. Peccato che la suddetta macchinetta non funzioni!!!!!!!! La cosa un pochino mi rincuora: all’insegna del “mal comune mezzo gaudio” capisco che l’efficienza spagnola e quella italiana vanno di pari passo. Non per niente ci accomunano nella definizione “popoli mediterranei”.

Optiamo per l’abbonamento turistico valido 3 giorni che ci permette di fare tutti i viaggi che vogliamo con 12 euro a testa. Madrid ha una rete di metropolitana che si può tranquillamente definire capillare. È composta da ben 12 linee più o meno recenti a seconda dell’ubicazione. Cambiando 3 linee (la 8 – rosa, la 4 – marrone e la 2 – rossa) arriviamo a Sol, il centro pulsante della capitale e si dice di tutta la Spagna. Non a caso in Piazza del Sol c’è il simbolo del Km 0 da cui partono tutte le misurazioni delle distanze a Madrid.

Una volta usciti dalla metropolitana ci assale il caldo quasi asfissiante della meseta spagnola. Camminando per 5 minuti scarsi arriviamo all’Hostal “La Perla Asturiana” in Plaza Santa Cruz, direttamente adiacente a Plaza Mayor. Che dire? Siamo in pieno centro e dormiamo alla modica cifra di 52 € a camera in questo hotel, che definirei modesto ma molto pulito. Le stanze sono piccole ma tutte dotate di aria condizionata e tv (www.Perlaasturiana.Com). Se non avete molte pretese ve lo consiglio vivamente perché potrete godervi la città a pieno.

Dopo una doccia rinfrescante ci cambiamo e partiamo per la visita della città.

Ci basta poco per capire che siamo in una città reale: è tutto così sfarzoso ed elegante; e gli occhi si riempiono di scorci indimenticabili.

Attraversiamo la Plaza della Puerta del Sol dove vediamo la statua dell’orso che mangia le foglie della pianta del corbezzolo. Questa statua riproduce il simbolo di Madrid che campeggia anche sullo stemma della città.

Ci incamminiamo verso il Convento delle Descalzas Reales che si trova in un palazzo austero ma che la Lonely ci descrive come un posto da visitare assolutamente. Purtroppo quando arriviamo lì davanti, il convento è chiuso così proseguiamo la nostra visita ripromettendoci di tornare a visitarlo. Poi purtroppo non ci riusciremo nell’arco del weekend: così abbiamo una buona scusa per tornare a visitare Madrid.

Proseguiamo alla ricerca della Chiesa di San Gines e sulla strada troviamo un sacco di ragazzi che comprano oro, tanti e tutti concentrati nella stessa zona. Mah ... La chiesa è molto bella e caratteristica; per entrarci si attraversa un piccolo cortile con un porticato. L’interno è ricco di statue e decorazioni ... c’è persino la statua di San Nicola di Bari  Poi percorrendo la Calle Mayor ci dirigiamo verso Plaza Mayor: molto scenografica, con i grandi palazzi che la chiudono, gli ampi spazi ed i tavolini dei caffè e dei ristoranti allineati. La piazza ci fa rimanere senza fiato per il numero di finestre e di balconi che si affacciano direttamente su di essa

  • 3359 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social