Madrid. Hasta la vista

Orrei raccontarvi del mio recente viaggio a Madrid. Premetto che si è trattato di un viaggio premio, dove il volo e l'albergo erano pagati, pertanto la spesa indicata riguarda soltanto il resto. Potevo portare un accompagnatore ed ho deciso di ...

  • di alecar67
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Orrei raccontarvi del mio recente viaggio a Madrid. Premetto che si è trattato di un viaggio premio, dove il volo e l'albergo erano pagati, pertanto la spesa indicata riguarda soltanto il resto. Potevo portare un accompagnatore ed ho deciso di andare con mia figlia di 7 anni ( lasciando la mogliettina ad accudire l'altra di 3 mesi). Partiamo da Fiumicino con volo Iberia e decollo previsto per le ore 10:15, ritardo di mezz'ora. Non vi racconto l'entusiasmo di mia figlia durante il viaggio (è stato il suo primo volo e perdipiù eravamo seduti in coda e quindi ci siamo "goduti" appieno le sensazioni). Arrivo a Madrid due ore e un quarto dopo, come da tabella di marcia, al nuovo terminal 4 dell'aeroporto di Barajas con consegna dei bagagli in tempo record. Noi abbiamo il servizio di trasferimento all'albergo incluso nel pacchetto, ma l'aeroporto è comunque collegato con la linea 8 della metro (mentre vi avvicinate all'uscita ed attendete i bagagli non dimenticate di alzare gli occhi ed ammirare la struttura architettonica dell'aeroporto, con la particolare modulazione del tetto ed il digradare di colori dei piloni).

L'albergo assegnato è il Florida Norte, un 4 stelle (considerate un nostro 3 stelle) con qualche annetto sulle spalle, ma tutto sommato non male e ben posizionato (zona Campo del Moro, a venti metri dalla stazione della metro di Principe Pio ed in prossimità del Palacio Real).

Tenuto conto che l'Iberia non vi dà neanche un bicchiere d'acqua se non a pagamento, dopo aver posato le valigie e guardato l'orologio dato che il pulmino ci ha messo quasi 90 minuti (il traffico di Madrid è portentoso) mi obbligo a mangiare da un Mc D...'s di fronte all'albergo. Erano anni che non lo facevo più!!!, ma compenso la mollezza del pane, l'insipidità dell'hamburgher, la pesantezza delle fettine di cetriolo, con il sorriso di mia figlia (ma perchè i bambini sono così attratti da ..'sti posti?). Dopo ci facciamo un giretto di assaggio per la città: salita fino al Palacio Real e antistante Plaza de Oriente (bello, ma ripassateci di notte che allora diventa fiabesco), girovaghiamo per le stradine ed arriviamo nella Gran Via. Da qui decido di puntare verso est fino ad arrivare a Plaza de Espana. Mentre camminate non dimenticatevi di guardare verso l'alto, vi servirà per abituarvi a questa parte della città, costruita a partire dal 1910 e proseguita durante la dittatura di Franco, dove si voleva rimarcare che questa è la capitale di un'antica e potente Nazione. Il culmine, anche in senso metrico, si raggiunge in Plaza de Espana, con un paio di ingombranti palazzotti di 30 piani. Tutto sommato va detto che comunque si poteva fare di ben peggio.

Mi rimane un pochino di amaro in bocca, non è che ho scelto (vi ricorso che è un viaggio premio, potevo anche decidere per altre destinazioni) una Manhattan in miniatura? Al tempo stesso mi rimane la sensazione di una città dove la gente è sinceramente sorridente (sono un po' scemi loro o c'è qualcosa che non va da noi?).

Alla sera cena in un locale di cucina asturiana consigliato dalla guida del pulmino di trasferimento in albergo: Casa Mingo in Paseo de la Florida. Polletto al sidro, insalata mista freschissima e, da bere, ovviamente sidro. E' un locale storico, fondato nel 1888, frequentato esclusivamente da spagnoli, dove si mangia accanto alle botti (di sidro) e, per quanto la scelta è molto contenuta, la qualità è buona ed i prezzi davvero bassi.

Dopo cena acquistiamo un carnet di biglietti della metro e ci apprestiamo a fare un giretto in centro. Madrid ha 13 linee della metro, funzionanti fino alle 2 della notte, con treni puliti e frequenti a qualsiasi ora. Il biglietto costa 1 euro, ma si può comprare un carnet di 10 biglietti a 7 euro o fare un abbonamento per più giorni

  • 813 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social