Minorca, una scoperta di sole, mare, verde

Domenica 17 – domenica 24 agosto 2008 6 gg. Prima di partire prenotiamo un last minute con i viaggi del Turchese (se volete seguire i consigli delle hostess, badate bene che conoscano veramente l’isola e non vi raccontino solo quello ...

  • di MircoMary
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

L’acqua è meravigliosa, vicino al bagnasciuga è trasparente con una consistenza che ricorda un gel (pulitissima) e poi degrada man mano tra i colori turchese, smeraldo, blu intenso e blu notte. E’ circondata da grotte che si possono raggiungere a piedi via mare (in acqua bassa). La sabbia è bianca e pulita e la caletta è circondata anche da scogli, da cui i più coraggiosi si tuffano (prestate attenzione; ci è capitato di vedere molti turisti col gesso girare la sera).

La spiaggia non è attrezzata, però ad allietare la giornata passa un ragazzo con la sua compagna che, munito di carriola, vende angurie, cocchi e ananas; il frutto intero allo stesso prezzo di una fetta acquistata a Jesolo! Vi verrà voglia di scattargli una foto, hanno una certa abilità nel tagliare questi frutti! Da una scala in legno in spiaggia (guardando il mare, sulla dx) si percorre il dorso della collina (ottimo panorama per bellissime foto) e si raggiunge Cala Mitjaneta, scogliosa e con pochissima sabbia, ma dall’acqua incantevole! SON BOU E’ la spiaggia più grande dell’isola, che a differenza delle altre che sono cale, questa è estesa in una lunghezza (tipo riviera adriatica per capirci) di 4 km.

La si raggiunge dalla principale ME-1 girando a destra prima del paesino Alaior (viaggiando in direzione Mahon). Si scende la strada e si può parcheggiare l’auto lungo la strada o nel parcheggio del centro commerciale del paese.

L’acqua è stupenda, calmissima, con dei colori che cambiano nelle diverse (o tutte) tonalità del blu e dell’azzurro. Si deve camminare per un po’ prima di raggiungere l’acqua più profonda, il bagnasciuga dura per un po’. Adattissima a giochi tipo racchettoni.

MACARELLA E MACARELLETA (E CALA EN TURQUETA) Da Ciutadella c’è una stradina che porta a diverse spiagge molto belle. Entrando in questa stradina tra l’altro, c’è un tabellone a led che indica lo stato del parcheggio delle diverse spiagge, molto comodo.

Cala en Turqueta abbiamo provato a visitarla diverse volte perché ne abbiamo sentito (qui su TPC) parlare molto bene ma purtroppo abbiamo sempre trovato il parcheggio completo. Consigliamo di raggiungerla la mattina presto, anche prima delle 9.00 / 10.00.

La strada per raggiungere Macarella è la più difficoltosa da raggiungere: molto stretta, trafficata, con tornanti e, per un tratto, sterrata. C’è un primo parcheggio a pagamento (€ 5,00) che comunica direttamente con la cala, mentre quello gratuito richiede una camminata piacevole in mezzo alla pineta per circa ½ ora.

La spiaggia ha un baretto con serviiz ma non è attrezzata con lettini ed ombrelloni.

L’abbiamo trovata un po’ affollata, ma si trova sempre uno spazio per l’asciugamano; eventualmente anche nella pineta, al fresco.

L’acqua è trasparente anche se abbiamo trovato alcune alghe depositate a riva.

Consigliamo le scarpe in questa cala, perché per raggiungerla e per raggiungere la vicina Macarelleta i percorsi sono un po’ ardui (sassi, salite, discese, radici di alberi).

C’è un sentiero (lo noterete, c’è un continuo pellegrinaggio di gente che va e viene, guardando il mare sulla destra) che porta alla vicina Macarelleta e dal quale potrete godere di un bellissimo panorama. Molto più piccola della sorella maggiore, Macarelleta è molto più bella e caratteristica: regna il silenzio e la tranquillità, l’acqua è turchese e la sabbia bianca, con un po’ di pineta anche qui. Qualche nudista.

CALA EN BOSCH La si raggiunge in auto o, come noi, in autobus. La fermata è proprio davanti l’accesso alla cala. C’è un baretto con docce e servizi e la possibilità di noleggio lettini e ombrelloni

  • 7333 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social