Valencia per il ponte del due giugno

Valencia per il ponte della Repubblica Volo Ryanair da Forlì. Partenza 28/05/08, ritorno 2/06/08 Hotel Vincci Palace, calle de la Paz 42 Come sempre prenotando per tempo si ottengono ottimi prezzi. Il volo è costato 168 € in due comprensivo ...

  • di miciobau
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Che dire della città delle arti e delle scienze. Molto interessante l’intervento, edifici bianchissimi che accecano nelle giornate di sole. Il palau delle arti non si visita, si tengono concerti o non so cosa. L’oceanografico e il museo delle scienze per 25 euro si possono visitare anche in due giorni diversi. Devo dire che non sono eccezionali come allestimento, né l’uno né l’altro. Gli animali peraltro mi fanno molta pena così rinchiusi nelle vasche, anche se da vedere sono meravigliosi, in primis i beluga e gli squali. Il complesso però è davvero stupefacente per l’architettura: sembra di essere proiettati in un'altra dimensione. E’ bello passeggiare in mezzo agli edifici e essere abbagliati dal candore e dal riflesso delle vasche di acqua che li circondano, passare sotto i montanti del ponte e delle passerelle che disegnano fronde di alberi che si ergono verso il cielo. L’emisferico sembra un occhio con la palpebra socchiusa. Non siamo entrati a vedere la proiezione, perché già sperimentata alla Geòde di Parigi.

I giardini del Tùria sono un esempio di intervento urbanistico davvero interessante: si passeggia in mezzo al verde di un giardino ben curato in quello che era l’alveo del fiume, deviato negli anni 50 in seguito all’alluvione. Qui si trovano famiglie con bambini, gente che fa jogging, rollers, skaters, persone che portano a spasso il cane. Il Gulliver gigante su cui ritornare bambini si trova verso la città delle arti, poco prima c’è il Palau della musica, un edificio degli anni 80 dove si tengono concerti. Non siamo riusciti a visitare né il giardino botanico, né il museo de bellas artes perché il lunedì sono chiusi, ma siamo andati all’Ivam (di domenica, che è gratuito), dove è in corso un’interessante retrospettiva su Tinguely e le sue fantastiche macchine.

Carini sia il Mercado centrale che il Mercado Colòn, la cui struttura di sera brilla di colore così illuminata. Purtroppo ho avuto modo di sperimentare anche il servizio sanitario. Sono finita al pronto soccorso per un blocco gastrointestinale. Alla Urgencias del ‘Clinico’ a mezzanotte di venerdì eravamo io e gli sfatti racattati in strada dalla polizia. Comunque infermieri e medici si sono rivelati efficienti e scrupolosi: io volevo solo un punturone per alleviare i crampi, invece mi hanno fatto una marea di analisi prima di procedere alle flebo. Vi auguro di non averne bisogno, in caso basta mostrare la tessera sanitaria all’accettazione ed è tutto gratuito.

  • 865 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social