Anniversario a barcellona

Siamo partiti da Nizza, considerata la vicinanza bgeografica con questo scalo visto che abitiamo nei pressi del confine francese con un volo Iberia Nizza/Barcellona acquistato un paio di mesi prima su Expedia.it alla modica cifra di € 130 a testa ...

  • di meghetto
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Siamo partiti da Nizza, considerata la vicinanza bgeografica con questo scalo visto che abitiamo nei pressi del confine francese con un volo Iberia Nizza/Barcellona acquistato un paio di mesi prima su Expedia.It alla modica cifra di € 130 a testa A.R. Il volo, previsto per le 10,40 è decollato con 2 ore di ritardo! All'arrivo all'aereopoto di Barcellona ci sono diverse possibilità di arrivare in centro: taxi, autobus frequenza 15 minuti,o treno "Renfe",frequenza 30 minuti. La navetta per la stazione ferroviaria Renfe parte dal terminal B. Abbiamo acquistato all'aereoporto la Barcellona Card, 4 giorni € 34,00 che dà diritto, oltre all'utilizzo totale di tutti i mezzi di trasporto anche l'ingresso gratuito in alcuni musei e attrazioni e sconti vari (vedi su internet).

L'Hotel che ci ha prenotato l'agenzia è l'Hotel Aston (catena SunHotel) ubicato nella zona dell'Eixample Linea Blu L5 della metro uscita Hospital Clinic 108 euro a notte per una doppia compresa colazione varia ed abbondante. La struttura, moderna accogliente, pulita e funzionale ha però il difetto di trovarsi in una zona estremamente trafficata e quindi è consigliabile farsi assegnare una camera che non dia sulla strada. Proprio di fronte all'albergo piscina comunale di mt 50 aperta dalle 7 alle 22(!) costo 4,30€ Posate le valigie, inizia la scoperta di Barcellona; non potevamo non iniziare dalla famosa rambla e boqueria, un mercato bellissimo e colorato dove con 1 o 2 euro mangi enormi vaschette di frutta già tagliata. La rambla ci ha impressionato per la moltitudine di persone che la vive giorno e notte a qualunque ora. Il giorno seguente visita alla Sagrada Familia, ingresso 8 euro, peccato che sia ancora in costruzione; degna di essere visitata è Casa Battlo, (15 euro spesi bene) che si trova nei pressi della Sagrada Famiglia, è la rappresentazione del genio di Gaudì, a seguire abbiamo visitato il Barrio Gotico, che è il quartiere più antico di Barcellona, e siamo entrati nella magnifica cattedrale (ingresso 5 euro) che oltre alla visita permette di salire sulle guglie. Infine la giornata “culturale” si è conclusa con la visita al Museo Picasso (altri 8 euro) e passeggiata nel Parco della Cittadella.

Terzo giorno: domenica, di buonora Parco Guell, al quale si accede salendo su comode scale mobili; si tratta di un parco con delle strane costruzioni al suo interno molto grande pieno di bancarelle e di artisti dal quale si gode un fantastico panorama; il pomeriggio è stato dedicato al Montjuic dove si trova, tra l’altro il museo di arte contemporanea. Il venerdì e il sabato sera c’è lo spettacolo musicale con le fontane luminose che si trovano tra piazza di Spagna e il museo.

Sempre al Montjuic merita la visita l’orto botanico (ingresso gratuito con Barcellona Card). Tornati in città con non poca difficoltà abbiamo raggiunto la “Cosmo Caixa”, si tratta di un museo della scienza dove al suo interno c’è una vera foresta amazzonica e altre diavolerie tecnologiche.

Quarto ed ultimo giorno: Da veri atleti abbiamo provato al mattino presto la piscina di fronte all’Hotel, un’ora di nuoto intensivo, ci siamo resi conto dell’organizzazione degli spagnoli nella gestione delle strutture pubbliche; in mattinata visita guidata al Teatro del Liceu che si trova sulla Rambla, costo 4 euro, il commento è in inglese o in spagnolo e dura circa ½ ora; a seguire “Golondrinas” (rondine – imbarcadero), gratis con Barcellona Card: ci sono due possibilità con tempi di percorrenza diversi; giro del porto con una “bagnarola” della durata di c.A. 30 minuti (per motivi di tempo abbiamo optato per questa soluzione); oppure con catamarano escursione di 18 miglia lungo la costa barcellonese. Ritorno veloce in Hotel per la valigie e percorso al contrario verso (sic) l’aereoporto da dove il volo per Nizza partiva in perfetto orario alle 18,40. Per chi volesse partire da Nizza deve tenere conto che il parcheggio per 4 giorni costa 50 euro(!)

  • 2024 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social