Madrid a misura di folla

Dopo un soggiorno di sei giorni a Madrid, dal 20 al 26 marzo, butto giù qualche riga che spero possa servire a chi deve ancora visitare la città. Comincio dicendo che Madrid è una città moderna dove tutto è a ...

  • di Dario62
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Dopo un soggiorno di sei giorni a Madrid, dal 20 al 26 marzo, butto giù qualche riga che spero possa servire a chi deve ancora visitare la città.

Comincio dicendo che Madrid è una città moderna dove tutto è a misura di... folla. Non aspettatevi piazze accoglienti o strade romantiche. La storia della città non si vede, sembra quasi che sia stata cancellata deliberatamente. Qui tutto è grande e anche un poco freddo. Basta però a riscaldare l’ambiente la sete insaziabile di vita dei madrileni che sembra davvero essere inarrestabile e ti coinvolge. Scordatevi il letto (almeno per dormire...) I churros con chocolate, dolcetti fritti con cioccolata bollente, NON sono nulla di speciale e NON ve li consiglio proprio, è cibo da fiera paesana e, per giunta, indigesto.

Leggo che molti suggeriscono di non perdere, la domenica mattina, il mercato del Rastro: io non capisco proprio perché. Da evitare assolutamente, è poco più di un mercato normalissimo e con pochi banchetti interessanti.

Inutile segnalare ristoranti (anche se un paio ve li voglio citare ugualmente): a Madrid si mangia bene quasi dappertutto. In genere si spende poco (non è difficile pranzare spendendo intorno ai 10 euro). Un buon piatto vi aspetta fumante, qualunque ora sia, a non più di venti metri da voi, dovunque vi troviate. Girando anche a caso potete scegliere il locale che più vi attrae o fare come i madrileni e buttarvi verso quello che mostra la fila più lunga al suo ingresso. Nonostante ciò potrebbero essere utili queste due segnalazioni, valide per i vegetariani ma non solo: ottima è la catena FrescCo Restaurante, costituita da tre locali (in Silva, 16; in Caballero de Gracia, 8 e in Las Fuentes,12). Qui si mangia con meno di 10 euro, formula ALL YOU CAN EAT: a buffet si consuma, in un locale gradevolmente moderno, tutto quello che ci si trova davanti, tra cui molti piatti vegetariani e verdura. La pasta, però, è da evitare!! La seconda segnalazione riguarda un ristorante vegetariano di ottimo livello: ARTEMISIA in Ventura de la Vega, 4. Costo, intorno ai 16 euro a persona, ambiente soft e personale gentilissimo. Il Plato Artemisia degustacion 1 è una favola! A Madrid si gira preferibilmente a piedi. In ogni modo la line metropolitana è eccezionalmente efficiente. Vi consigliamo il blocco di 10 viaggi, molto scontato rispetto all’acquisto del singolo biglietto.

Inutile dire che i musei sono favolosi. Forse più interessante segnalare che il Museo Thyssen-Bornemisza ha una collezione assai cospicua e necessità, per una visita completa, di quasi un’intera giornata. Da non perdere la sezione dei maestri moderni: fauve, espressionisti, ecc. Ottima, in queti giorni, la mostra dedicata a Modiglioni.

Se vi fermate più di tre giorni, potrebbe essere utile alleggerire la vita cittadina con qualche “gita fuori porta”. Una meta classica è Toledo. La città è molto bella, ma va scoperta con pazienza in quanto è abbastanza estesa e mostra le sue attrattive solo al visitatore attento. Non dimenticate di prenotare il biglietto del treno (stazione Atocha) almeno il giorno prima in quanto i posti si esauriscono assai velocemente.

Altra meta splendida è Segovia, la città delle spade e dell’oro. Non è necessario prenotare. Si parte dalla stazione di Charmatin. Vi accoglierà l’incredibile acquedotto romano. Poi tutto è uno splendore, dalle case antiche con le facciate arabeggianti alle molte chiese romaniche su cui si arrampicano i mostri più fantasiosi. Bella!!! Tirando le somme, un viaggio magnifico che consiglio a tutti.

  • 322 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social