Fuerteventura, Report

Vacanza a Fuerteventura - Report di viaggio Dopo essere stati nel 2006 a Tenerife, io, la mia fidanzata, ed altri quattro amici, decidiamo quest'anno per un'altra isola delle Canarie, Fuerteventura. E' stato un viaggio molto piacevole e divertente. Come è ...

  • di dany761
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Vacanza a Fuerteventura - Report di viaggio Dopo essere stati nel 2006 a Tenerife, io, la mia fidanzata, ed altri quattro amici, decidiamo quest'anno per un'altra isola delle Canarie, Fuerteventura. E' stato un viaggio molto piacevole e divertente.

Come è Fuerteventura, cosa vedere, dove andare ...

A me le Canarie piacciono moltissimo, potrei, quindi, essere un po' di parte. Fatta questa premessa posso dire che Fuerteventura e' una bellissima isola, caratterizzata da spiagge immense (si, immense, lunghe diversi km e molto larghe) di sabbia per tutti i gusti, dalla bianca (quasi caraibica) a quella dorata, a quella nera (e' pur sempre un'isola vulcanica!).

Abbiamo soggiornato al villaggio Blu Club Aloe Resort, che si trova nel nord dell'isola, alla periferia di Corralejo, quello che viene definito come il centro più movimentato dell'isola. Prima di iniziare il racconto spendo 2 parole sul nostro T.Operator, ovvero Teorema/Todomondo (sono la stessa cosa). Per quanto riguarda disponibilità e cortesia, sia prima di partire che sul posto, non c’è nulla da dire. I veri problemi hanno riguardato il vettore, Blue Panorama Airlines (potreste obiettare che il T.O. Non c’entra con la compagnia aerea, può darsi, ma è il T.O. Che organizza i soggiorni e gestisce i viaggi da/per l’Italia. E a me è sembrato che la parte del volo era quella peggio organizzata, anzi, NON ORGANIZZATA AFFATTO! Voli spostati di 10/12 ore, overbooking selvaggio, ritardi mostruosi e “abbandono” in aeroporto diverso da quello di destinazione! Non ci credete?). All’andata la partenza è stata posticipata dalle 7 del mattino alle 18.00, più un’ora di ritardo, arrivo a Fuerteventura alle 22 (ora locale, 4h di volo a cui togliere un’ora per il fuso!). Il volo di ritorno è stato posticipato (ma va?) dalle 12.30 alle 22.30. Volo per Bologna con scalo a Bergamo (ma dico, quale è la sciagurata compagnia aerea che fa alzare in volo un aereo da 200 posti, occupato solo per meno della metà, da Bergamo a Bologna? Nessuna, e infatti...). Ovviamente partenza con 2 h di ritardo. Siamo atterrati a Orio al Serio alle 4 di notte, abbiamo aspettato sull’aereo un’ora (doveva ripartire per Bologna appena scesa un po’ di gente) ma in realtà ... non è più partito! Solita scusa del “guasto tecnico”. Ovvio, ci sono dei costi altissimi, per cui ci hanno organizzato dei pullman per tornare a Bologna. Partenza da Bergamo alle 7.30 del mattino. Due conti, siamo partiti dal villaggio alle 18.30 per arrivare a Bologna alle 9.30 del giorno dopo. Veramente scandaloso, ma soprattutto estenuante! Quindi, okkio ai voli Blue Panorama! Passiamo avanti. La struttura, aperta solo dal Gennaio 2005, non mi ha molto entusiasmato. E' costituita da diversi edifici che circondano gli spazi aperti del villaggio, dove ci sono il ristorante, i bar, le 2 grandi piscine, il teatro per gli spettacoli degli animatori. Però in alcuni punti si vede la vernice che si scrosta, le rifiniture delle camere sono alquanto grossolane (ad esempio, nella nostra stanza sopra la porta d'ingresso avevamo un buco, fatto da chi ha montato il condizionatore ma che non si è preso poi la briga di richiuderlo!) la pulizia lascia alquanto a desiderare, sia in camera che altrove (le stesse cicche di sigaretta sono state presenti nel corridoio fuori della ns. Camera per tutta la settimana). Per il resto le camere sono tutte dotate di soggiorno con angolo cottura, frigorifero, camera matrimoniale, bagno e balcone, il tutto molto spazioso.

Avevamo la formula ALL INCLUSIVE (quindi tutto compreso, pasti, bevande e bar fino alle 24.00). La qualità del cibo direi che era mediocre e questo mi ha un po' deluso visto che (quasi) tutto il personale del ristorante era italiano, dai cuochi ai camerieri. Altra nota dolente, le bevande. L'acqua si poteva prendere da dei distributori dotati di depuratore, ma non era affatto buona, anzi, almeno per me e' stata causa di disturbi e bruciori di stomaco (fin quando ho iniziato a comprare le bottigliette!). I drink al bar erano di una scadente qualità, dovuta all'uso di alcolici economici (faccio presente che le Canarie sono zona "franca", quindi non si pagano le tasse su sigarette, alcolici, carburanti ecc...). L'unica cosa bevibile era il CubaLibre, fatto con la Pepsi e una marca sconosciuta di Rhum. Da evitare assolutamente il ghiaccio! Non posso non menzionare lo staff di animazione, composto da tutti ragazzi italiani. Non sono stati invasivi, hanno tentato (inutilmente!) di coinvolgerci nelle varie attività diurne e giochi organizzati al villaggio e in spiaggia, ma noi preferivamo muoverci per vedere la maggior parte possibile dell'isola. Ogni sera c'era uno spettacolo diverso, allestito su un teatro vicino la piscina. E non c'è nulla da dire, erano davvero bravi. Inoltre alcune rappresentazioni erano molto difficili e complicate, il che denota uno sforzo ed un impegno da parte loro non indifferente. Bellissimo anche lo spettacolo con il fuoco che hanno fatto l'ultima sera per salutarci. Verso le 23 le varie attività finivano; si andava tutti in un'altra area vicino al bar (chiamata "Plaza de Espana") dove si ballava/cantava/beveva (in una parola: ci si divertiva!) fin verso le 1.00. E gli animatori (oltre a fare i djs) erano li con noi, a fare baldoria fino a tardi (e la mattina alle 8 erano già svegli! Poverini!!!)

  • 4131 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social