Hola Barcelona con los ninos

PARTENZA – LUNEDI’ 31 DICEMBRE 2007 Il 31 Dicembre 2007 la nostra famigliola è partita alla volta di Barcellona. Per i bambini, Matteo di 5 anni e Alessio di 3 anni, si è trattato anche del primo viaggio con aereo, ...

  • di utentemb1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

PARTENZA – LUNEDI’ 31 DICEMBRE 2007 Il 31 Dicembre 2007 la nostra famigliola è partita alla volta di Barcellona. Per i bambini, Matteo di 5 anni e Alessio di 3 anni, si è trattato anche del primo viaggio con aereo, per questo siamo riusciti a parlare con il comandante dell’aereo Alitalia il quale molto gentilmente ha fatto loro il cosiddetto “Battesimo dell’aria”, comprensivo di visita in cabina di pilotaggio, certificato e libricino dove annotare tutti i futuri voli con indicazione della rotta,tipo di aereo, chilometri. E l’avventura ha avuto inizio.

Arrivati a Barcellona Aeroporto “El Prat”, abbiamo preso l’Aerobus che con € 3,70 porta direttamente nel centro di Barcellona, a Placa de la Catalunya. Da qui abbiamo raggiunto l’appartamento che abbiamo preso in affitto, soluzione economica e tranquilla viaggiando con i bambini, affittato tramite internet al sito www.Barcellonaforrent.Com.

L’appartamento si trova vicino al Mercato di Santa Caterina, zona Barrio Gotico, zona tranquilla e centrale, i maggiori punti di interesse si possono visitare a piedi, la fermata della metro è a circa 200 mt. Fermata “Jaume I”. Pranzo in localino tipico all’interno del mercato, seduti intorno al bancone: polpette, bistecca e pane con olio. Lasciati i bagagli in appartamento, abbiamo trascorso il pomeriggio a passeggiare per le stradine nei dintorni e a divertirci a fare la spesa al mercato, con i bambini che sperimentavano le loro prime parole in spagnolo “adios”, “hola”, etc. La gente è tutta molto simpatica e disponibile, e si respira il clima di festeggiamenti e preparativi per la fine dell’anno. Abbiamo provveduto subito anche a comprare l’uva, per rispettare la tradizione spagnola che vuole che a mezzanotte del 31 dicembre si mangino 12 chicci d’uva, uno per ogni mese dell’anno, per attirare la fortuna per tutto l’anno. Poi siamo tornati a casa per far riposare i bambini e prepararli ai festeggiamenti notturni. Risultato: bimbi addormentati alle 20:00 e cenetta romantica per me e mio marito.

MARTEDI’ 1 GENNAIO 2008 Passeggiata verso il centro Barrio Gotico.

Il Quartiere Gotico (Barri Gotic) è il nucleo più antico di Barcellona, circondato fino al XIX secolo da una cinta di mura medievali. Qui si concentra la maggior parte degli edifici antichi di Barcellona, come la Cattedrale, la Plaça Sant Jaume, la Plaça del Rei e la Carrer Montcada Passiamo per Plaça Saint Jaume.

È il fulcro politico di Barellona. Sulla piazza si affacciano la Casa de la Ciutat sede del municipio, ed il Palau de la Generalitat, il Governo Autonomo della Catalogna. Il Palau de la Generalitat è’ un palazzo frutto di varie ampliamenti e rifacimenti fatti durante due secoli, con elementi gotici, rinascimentali e barocchi. L'accesso non è permesso al pubblico tranne il 23 aprile. Sull'altro lato si affaccia la Casa de la Ciutat risalente al XIV secolo; ammirate lo splendido cortile interno con scalone in stile gotico catalano ed il Salon de Cent, con i suoi giganteschi archi, e il Salon de las Cronicas.

Su questa bella piazza lastricata in pietra si svolgono importanti eventi della tradizione catalana, come i casteller, le famose torri umane. Percorriamo il Carrer del Bisbe e giungiamo alla Cattedrale, stile gotico. L’ingresso è gratuito. Facciata in ristrutturazione.

Si torna indietro attraverso le Ramblas ammirando i bei palazzi e l’enorme spazio di questa passeggiata e i numerosi artisti di strada. Arriviamo a Placa de la Catalunya, e qui giochiamo con i piccioni numerosissimi sulla piazza. Pranzo da Mc Donald’s in Passeig del Angel. Prendiamo la Metro. METRO: acquistare il T10. Con 6,9€ permette di effettuare 10 corse della durata di 75 minuti ognuna (combinando metro e bus). Se doveste prendere un mezzo e poi cambiare nell’arco dei 75 minuti dovete comunque ritimbrare, la macchina vedrà se siete entro il tempo limite e nel caso non apporterà alcuna timbratura. Altra cosa importante è l’impersonalità della tessera, se siete in due e pensate di fare al massimo 5 viaggi basterà prendere una sola e timbrarla due volte sul mezzo

  • 1042 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social