Magico Tour Estivo in Andalusia

Vorrei raccontarvi il mio tour in Andalusia, fatto nell’estate 2007 (19 luglio – 2 agosto) fatto da me (Simone) con mia moglie Cristina. Cercherò di non dilungarmi troppo nei particolari sui luoghi delle città visitate, in quanto si possono trovare ...

  • di Criccio
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Vorrei raccontarvi il mio tour in Andalusia, fatto nell’estate 2007 (19 luglio – 2 agosto) fatto da me (Simone) con mia moglie Cristina.

Cercherò di non dilungarmi troppo nei particolari sui luoghi delle città visitate, in quanto si possono trovare su altri racconti in questo sito, che mi sono stati utilissimi per pianificare il viaggio.

Ho organizzato il tour prenotando il volo con Ryanair da Bergamo a Granada, alcuni mesi prima (tariffe ottime: meno di 100 euro a testa con ass. E bag.).

La macchina l’abbiamo prenotata tramite il sito economycarrentals, che aveva le migliori tariffe (210 euro per 12 giorni, a cui in loco ho aggiunto con 25 euro una protezione ass. Completa); comodità ulteriore ho potuto prelevare la macchina in centro città a Granada e lasciarla all’aeroporto di Granada. All’inizio avevo pensato anche alla possibilità di andare con propria macchina dall’Italia, come avevo già fatto, due anni prima, per andare a Barcellona/Bilbao (se interessa si veda il racconto da Barcellona a Bilbao inserito il 09/04/06), ma in questo caso i Km per raggiungere l’Andalucia sono il doppio. Alla fine se si fanno due conti, con le tariffe Ryanair e il noleggio auto, si spende meno che andare con la propria auto (benzina+ autostrada+ giorni persi).

Il tour è stato il seguente: Granada (2 notti), Cordoba (2 notti), Siviglia (2 notti), Tariffa (3 notti), Nerja (2 notti), San Jose a cabo de Gata (3 notti), prenotati attraverso il sito booking o direttamente dal sito del hotel.

Alla fine con duemila euro a coppia, compreso pranzi/cene e spese varie, abbiamo passato due settimane meravigliose, che non dimenticheremo mai.

Si inizia con le 2 notti a Granada all’Hostal Atenas, in centro città a due passi dalla Cattedrale, prenotato direttamente dal loro sito ad un prezzo stracciato (euro 30 a notte: rapporto qualità/prezzo eccezionale). Il centro della città dall’aeroporto l’abbiamo raggiunto comodamente in autobus, che all’arrivo di ogni volo, è proprio davanti all’aeroporto. La visita all’Alhambra l’abbiamo effettuata il giorno seguente all’arrivo, nel primo pomeriggio, già prenotato dal loro sito. Tutto stupendo, sia l’Alhambra (unica!) e la città, molto varia, composta da varie parti con caratterizzazioni tipiche (Albaicin e centro città intorno alla Cattedrale).

La mattina del terzo giorno con autobus cittadino e valigie abbiamo raggiunto il centro esposizioni, dove ad un vicino hotel abbiamo prelevato la macchina noleggiata (Ford Fiesta diesel nuova) e siamo partiti per Cordoba. A metà strada, facciamo una sosta nella cittadina Alcala La Real, dove arriviamo verso le due del sabato pomeriggio. Pensiamo che siano tutti in siesta ed invece in piazza c’è una mega festa con musica etnica e una miriade di giovani a ballare e nelle fontane.

Dopo aver goduto dell’inaspettato trambusto, andiamo per visitare la fortezza La Motta, a cui ci si arriva da una rapidissima e stretta strada, ma gli orari sono un po’ strambi (tipici spagnoli) e riapre dopo le cinque del pomeriggio, pertanto facciamo due passi attorno senza poterla visitare e ripartiamo per Cordoba, dove arriviamo verso sera.

A Cordoba alloggiamo al Hotel Riviera (prenotato dal sito booking: euro 50 a notte) in buona posizione vicino ad un grande viale, dove è possibile trovare parcheggio gratuitamente, e dista a 10 minuti a piedi dalla Mezquita. L’Hotel è molto tranquillo e pulito (con colazione compresa ad un bar vicino). Cordoba è più piccola degli altri centri (Granada e Siviglia) e in generale meno interessante, anche se la Mezquita è super e, da sola, vale il viaggio. Abbiamo anche visitato l’Alcazar, che seppur semplice, costituisce una piacevole visita. Due buoni posti per mangiare (entrambi ai lati della Mezquita) sono la Bodegas Mezquita (ottime tapas, che si possono mangiare seduti a tavolo) e Hostal El Triunfo (dove abbiamo mangiato un’ottima paella). Nota: in quasi tutti i locali ci sono due tipi di paella: quella poco costosa che ti servono dopo 5 minuti che è già preparata e riscaldata e quella un po’ più costosa (mai prezzi eccessivi) che fanno sul momento e si aspetta circa 20-30 minuti, servita nella classica paellara

  • 18043 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social