Barcellona la citta' di gaudi'

Il 2 marzo 2007 io e Mirko partiamo per il nostro primo week end in Europa, Barcellona. Vi premetto che noi siamo piu’ attratti dalle mete lontane per cui non eravamo tanto convinti di aver fatto la scelta giusta. Devo ...

  • di mev96
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Il 2 marzo 2007 io e Mirko partiamo per il nostro primo week end in Europa, Barcellona.

Vi premetto che noi siamo piu’ attratti dalle mete lontane per cui non eravamo tanto convinti di aver fatto la scelta giusta.

Devo dire però una volta arrivati ci siamo dovuti ricredere, tutto era veramente incantevole, dalla gente ai luoghi che abbiamo visitato.

Arrivati all’aeroporto verso le 22.30 prendiamo un taxi che ci porta al nostro hotel Astoria nei pressi della via Diagonal praticamente al centro della città, sistemiamo la valigia e usciamo subito per la cena, camminando ci accorgiamo che l’unica soluzione aperta dopo una certa ora era il famoso e amato MC DONALD, e quindi presi un po’ dalla stanchezza e dalla fame ci sediamo e consumiamo la nostra prima cena lì.

Il mattino seguente muniti di cartina della città e tanto coraggio prendiamo una delle tante linee metropolitane per andare a vedere una delle opere piu’ importanti di Gaudì, la Chiesa Sagrada Familia, devo dire uno spettacolo veramente suggestivo.

Saltando da una linea metro all’altra ci ritroviamo nella via piu’ famosa di Barcellona las Ramblas lungo viale alberato affollatissimo pieno di folclore e ristorantini tipici, dove abbiamo potuto ammirare acrobazie fatte dalla gente del posto e giochi di ogni genere, attenzione però molti hanno lo scopo di estorcere un po’ di denaro ai turisti.

La sera andiamo a cenare al Port Olimpic la zona piu’ bella e caratteristica di tutta la città, qui finalmente mangiamo la paiella , devo dire era buonissima e non abbiamo speso neanche tanto considerato il luogo in cui ci trovavamo, circa 20 € a testa, antipasti 2 piatti di paiella acqua, vino e caffè.

Dopo cena facciamo una puntatine al Casinò e francamente era meglio se non entravamo abbiamo perso un po’, però che ambiente, stupendo...

Il giorno seguente ci dedichiamo alla visita dello stadio di Barcellona il Camp Nou che con 11 € a persona si poteva visitare dentro seguendo un percorso già tracciato fino ad arrivare a bordo campo, devo dire che è stata una cosa divertente, poi dopo aver lasciato lo stadio ci dirigiamo verso il grandissimo centro commerciale Maremagnum che si trova al porto, in questo centro commerciale potete spendere benissimo niente è particolarmente caro, anche i vestiti sono molto economici.

Nel pomeriggio andiamo a vedere il Parc Guell un parco ideato da Gaudì, le mura che lo racchiudono sono state create tutte in ceramica, chi entrerà resterà esterrefatto tutto intorno sembra una favola,i draghi simbolo di Barcellona, i mosaici coloratissimi, la pittoresca salamandra sulla fontana centrale, insomma non si può descrivere con le parole ma solo visitando il parco capirà quello che ho cercato di trasmettere.

Ultima tappa prima del volo di ritorno Piazza di Spagna, qualche foto tanto per non dimenticarci di Barcellona e poi via partenza per l’aeroporto Leonardo Da Vinci di Roma.

Concludo dicendo che Barcellona è veramente una città indimenticabile e consigliamo a tutti di visitarla almeno una volta nella vita.

  • 689 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social