Viaggio tra i colori dell'Andalusia

16.06.2007 Ed eccoci finalmente al tanto atteso giorno della partenza, per questo avventuroso viaggio studiato per mesi fin nei più piccoli dettagli! Abbiamo volato con la Vueling, la compagnia low-cost spagnola, perché parte anche da Venezia, che è l’aeroporto a ...

  • di M&I
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

16.06.2007 Ed eccoci finalmente al tanto atteso giorno della partenza, per questo avventuroso viaggio studiato per mesi fin nei più piccoli dettagli! Abbiamo volato con la Vueling, la compagnia low-cost spagnola, perché parte anche da Venezia, che è l’aeroporto a noi più congeniale (nonché il migliore, secondo noi, fra quelli che abbiamo provato finora!), però abbiamo dovuto fermarci una notte, all’andata, a Barcellona.

In teoria avremmo dovuto partire da Venezia alle 20.25, ma l’aereo è decollato solo alle 22, per cui siamo giunti a destinazione alle 23.45. Abbiamo quindi preso, proprio all’uscita dell’aeroporto, la navetta gratuita (da prenotare però prima, contattando l’hotel!) che ci ha portato all’ultra moderno “Hotel Tryp Aeropuerto”, della catena Sol Melia, prenotato da casa tramite agenzia (55 euro a notte a testa). L’hotel in questione è veramente fantastico, molto minimal e funzionale... Un vero peccato averci solo dormito per tre ore!! Eh sì, perché l’altro aereo, che da Barcellona ci avrebbe portato a Malaga, base di partenza della nostra avventura andalusa, doveva partire alle 6 e 25, per cui noi alle 4 e 30 eravamo già di nuovo in aeroporto... 17.06.2007 e invece...Sorpresa, sorpresona ...Appena arrivati in aeroporto scopriamo che il nostro volo è stato ...CANCELLATO!!! Al banco della Vueling, allora, ci hanno proposto, tra altre opzioni, di prendere il primo volo per Siviglia da dove un autobus, sempre della compagnia, ci avrebbe portato all’aeroporto di Malaga per le 11. Noi, che dovevamo per forza raggiungere l’aeroporto di Malaga, poiché avevamo un’auto prenotata da casa che ci aspettava lì, abbiamo colto al volo questa opportunità e, dopo aver fatto colazione col buono offertoci dalla Vueling per il disagio, ci siamo imbarcati per Siviglia. Da qui, attraversando una natura magnifica e scrutando dal finestrino della corriera qualche “pueblo blanco”, in circa 2 ore e mezza ci siamo ritrovati a Malaga.

Qui, per 221 euro per 8 giorni (più una strisciata sulla carta di credito da 300 euro come cauzione ed altri 48 per MEZZO pieno, che l’auto aveva già, quando in realtà uno INTERO ne costava 23!!...Prima ed unica fregatura del viaggio...) la Record Spain ci ha consegnato una scassatissima Kia Picanto 1.100 cc. Con un bagagliaio talmente piccolo che non ci stava neanche una della nostre 2 valigie!! Comunque, finalmente, siamo partiti alla volta di Granada... Le “autovie” (le nostre autostrade) in Andalusia sono molto scorrevoli e con dei grandissimi cespugli di oleandri rosa e bianchi come divisori, al posto dei nostri squallidi guard-rail: cosa non meno importante poi, sono quasi totalmente gratuite, tranne per alcuni tratti che vi dirò in seguito.

Siamo quindi arrivati rapidamente a destinazione ma, una volta entrati in città, comincia il bello!!! Prima, simpaticissima cosa: in Andalusia, le strade cittadine non sempre hanno un cartello che ne indichi il nome, per cui è pressoché inutile che facciate come noi e che vi stampiate gli itinerari dal Via Michelin, è sicuramente meglio se vi orientate con le cartine (che vi sarete fatti spedire gratuitamente dal sito www.Andalucia.Org!) Seconda cosa: una volta orientati, bisogna fare i conti con i sensi unici, le zone a traffico limitato, le strade ad una corsia con marciapiedi altissimi e paletti e la totale assenza di parcheggi (se non sotterranei e a pagamento!!): fortunatamente tutti i nostri hotel avevano dei parcheggi convenzionati, che però abbiamo dovuto pagare a parte (dai 14 euro al giorno per quello di Granada ai 9 per quello di Ronda)

  • 1826 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social