Barcelona es teva

Questo è il diario della mia prima vacanza prenotata tutta via internet, volo e aereo! Siamo partiti io e un mio amico, Fabrizio, da Pisa il giorno 13 novembre alle ore 15:30, volo Ryanair per Girona. Faccio subito una precisazione: ...

  • di Ghibli3
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Questo è il diario della mia prima vacanza prenotata tutta via internet, volo e aereo! Siamo partiti io e un mio amico, Fabrizio, da Pisa il giorno 13 novembre alle ore 15:30, volo Ryanair per Girona.

Faccio subito una precisazione: quando ho prenotato a metà ottobre la compagnia aerea faceva delle promozioni e ci siamo aggiudicati il volo a 0,01 cent a testa più le tasse aeroportuali, per un totale di 75,96 € in due A/R.

Viaggio perfetto e arrivo a Girona con un anticipo di 15 minuti.

Mentre Fabrizio si occupava del ritiro dei bagagli io mi sono anticipata a comprare i biglietti per l’autobus per BCN Estaciò del Nord (A/R a 21€ a testa, conviene altrimenti costa 12 € a tratta) durata del viaggio circa un’ora poco più. Usciti dalla stazione e girato l’angolo si vede benissimo la stazione del metro Arc de Triomf. Abbiamo preso un T10 al costo di 6,90 € che abbiamo potuto utilizzare entrambi. Dopo poche fermate siamo arrivati in Placa de Catalunya e cartina alla mano abbiamo trovato Carrer de Santa Anna, che è una traversa della Rambla dove si trova il nostro albergo. Ci siamo trovati fin da subito benissimo: l’hotel Nouvel *** , uno tra i pochi in cui era compresa la colazione, si trova in posizione centralissima, vicino al metro e a due passi dalla Rambla e tutto ciò ovviamente c’è stato utile per gli spostamenti. Inoltre il personale è stato gentilissimo e pronto a ogni nostra richiesta e la camera era spaziosa, pulita e si affacciava sul cortile interno per questo era anche silenziosa. Preciso ancora: ho prenotato tutto con una Visa Electron su www.Booking.Com e abbiamo pagato al nostro arrivo in albergo. Dopo cena abbiamo fatto un primo giro tra i violetti del Barri Gòtic, sperando di vedere la facciata illuminata della cattedrale come quella pubblicata sulla mia guida: ma niente da fare, purtroppo per il momento è in ristrutturazione e quindi ci siamo dovuti accontentare della vista dei suoi ponteggi! In realtà non sono gli unici che abbiamo visto: infatti, anche Casa Amatller, Palau Guell, Palau de la Mùsica Catalana sono in fase di restauro. Vabbè sarà per la prossima volta! Dopo una passeggiata sulla Rambla fino al porto ci siamo diretti dalla parte opposta in Passeig de Gràcia e abbiamo ammirato la splendida facciata di Casa Batllò prima di andare a dormire. 14 novembre ’07 Subito dopo la colazione, siamo tornati di nuovo a Casa Batllò, ma stavolta per una visita completa. Per gli studenti muniti di tesserino o libretto universitario il costo del biglietto è di 13,20 € altrimenti è di 16 € il tutto con audioguida compresa. Se fuori lascia a bocca aperta, certamente all’interno si rimane ancora di più meravigliati: i suoi interni sono articolati, stupendi e soprattutto geniali! Usciti da lì siamo entrati anche nell’adiacente Casa Amatller, ma giusto nell’ingresso...Niente male soprattutto il lucernario.

Abbiamo proseguito la passeggiata su Passeig de Gràcia fino alla Pedrera che abbiamo preferito ammirare da fuori visto che c’era un po’ di coda e ci siamo ripromessi una visita per il giorno seguente. Di lì, vista l’ora di pranzo e la splendida giornata, abbiamo preso l’autobus n°24 che ci ha portato all’ingresso di Parc Guell. Abbiamo mangiato un panino al bar del parco e abbiamo fatto una passeggiata ammirando il panorama e godendoci i mosaici della “seduta a serpente”. Al tramonto siamo andati a vedere la Sagrada Familia da fuori visto che dopo poco le visite sarebbero terminate.

15 novembre ’07 Subito di primo mattino siamo andati al Mercat de la Boqueria pieno di colori e profumi, merita davvero una visita visto il modo particolare di disporre la merce in vendita. Dopodichè siamo andati a visitare la Pedrera. Attenzione agli studenti: se sul tesserino magnetico non c’è visualizzato l’anno accademico non è possibile ottenere la riduzione come dalle altre parti, quali Batllò e Sagrada. L’ingresso senza riduzione costa 8 €. Come per la Batllò anche qui è compreso l’uso dell’audioguida, utilissimo ed esauriente soprattutto all’ultimo piano, dove sono esposti i modelli delle opere di Gaudì. Subito dopo siamo andati alla Sagrada Famiglia. L’entrata costa senza riduzione 8 € più, a chi interessa la visita delle guglie da dove si può ammirare un bel panorama della città, 2 € per la salita in ascensore e discesa lungo le strettissime scale a chiocciola. Noi abbiamo fatto una prima fila della durata di circa mezz’ora per salire sulle guglie della facciata della Passione, e dopo siamo saliti anche lungo quelle della Natività dato che non c’era fila

  • 327 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social