Barcellona romantica e culturale

Partenza h 7da Bologna con volo di linea Iberia, arrivo a Barcellona h 8.30: puntualissimo, confortevole (niente a che vedere con i voi Charter). Siamo partiti io e il mio ragazzo prenotando in agenzia volo + hotel (Aparthotel Gutenberg) costo ...

  • di elisagigi
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Partenza h 7da Bologna con volo di linea Iberia, arrivo a Barcellona h 8.30: puntualissimo, confortevole (niente a che vedere con i voi Charter). Siamo partiti io e il mio ragazzo prenotando in agenzia volo + hotel (Aparthotel Gutenberg) costo € 325 a persona tasse comprese. Una volta giunti a destinazione, abbiamo preso l'aerbus che in 20 minuti ci ha portato in centro a Placa Catalunya. Quindi, Lonely alla mano...Via! Nell'ordine abbiamo visitato la Barcelloneta, con sosta al Maremagnum e all'Acquario, carino ma niente a che vedere con quello di Genova. Poi puntatina al porto con sosta su una pachina a rimirare il mare e la playa. Poi, ci spostiamo in metro fino al Raval per pranzo vicino al Mercato della Baqueria (Ristorante RA). Nel pomeriggio giro per la città vecchia seguendo las Ramblas. Stanchi morti ci siamo concessi al tramonto un bel giretto sul traghetto turistico Las Colondrinas nel porto.

Doccia veloce in albergo, poi cena romantica a base di paella in un romantico ristorantino alla Barcelloneta. Rientro in hotel con passeggiata salutare sul lungomare.

II GIORNO Sveglia alle 8.30. Colazione a Starbucks (ottima e americanissima), metro e visita a casa Batllo e Milà con audioguida. Bellissima la prima, graziosa la seconda. Decidiamo quindi di percorrere tutta la splendida passeig de Gracia per ammirrare boutique, palazzi...Soprattutto per assaporare la stupenda atmosfera della città. Stremati e affamati prendiamo la metro per andare a Park Guell, che si trova su una piccola collina ai confini della città. Per fortuna, l'ultimo tratto di salita è agevolato dalle scale mobili! Pranziamo seduti sulla famosa panchinadi Gaudì, che incornicia tutto il parco: abbiamo mangiato il più buon panino del mondo mondiale! La famosa baguette, farcita con prosciutto cotto e formaggio...Peccato solo per la moltitudine di Giapponesi che ci circonda! Visita veloce alla casa di Gadì, poi a piede ci avviamo verso la metro. Rientro in Hotel con le vesciche ai piedi, doccia, pausa relax (per fortuna a Barcellona si cena tardissimo!). Di nuovo fuori nella vita vorticosa e coloratissima della città, cena a Raval al messicano Rosa de Raval...Grazioso, etnico. Sempre a piedi, lungo las Ramblas torniamo all'Hotel III GIORNO Sveglia 8.30. Colazione in una famosa pasticceria lungo la Rambla (costo da Rambla!), metro, visita alla Sagrada Familia: meravigliosa! A piedi lungo il quartiere dell'Eixample fino al Raval per visitare il MACBA...Un pò deludente! Finalmente alle 15 si mangia a base di Tapas: da provare! Concludiamo il nostro giro turistico nel quartiere di Ribera fino al parco della Ciutadela. Ci fermiamo a contemplare un'ultima volta quell'atmosfera colorata e suggestiva di Barcellona e rientriamo in hotel passando sotto l'Arco di Trionfo. Prendiamo le valigie, saliamo sulla metro e a Placa Catalunya saliamo sul Bus che ci porta in Aeroporto. Volo posticipato di 30 minuti. Partenza h 22, arrivo a Bologna h 23.30! CONSIGLI Guida Lonely indispensabile per pianificare le tappe. Io consiglio di muoversi per quartieri e di usare la metro solo per coprire le lunghe distanze (tipo Park Guell). La metro è comoda, funzionale, pulita e sicura Comprare la Barcellona Card che permette uso illimitato dei mezzi di trasporto, sconti sugli ingressi a case e musei, nonchè gratuite certe attrazioni ( tipo giro in barca nel porto). La si acquista all'Ufficio Turistico a Placa Catalunya.

Da e per l'Aeroporto meglio il Bus: costa meno del taxi e passa ogni 6 min.

Per mangiare: a Barcellona si mangia sempre, ovunque, comunque! La paella e le tapas sono turistiche ma immancabili, i prezzi come in Italia. Consiglio anche una sosta al Mercato della Baqueria per una merenda a base di frutta: deliziosa! Noi abbiamo avuto la fortuna di godere di un tempo splendido: cielo azzurro e temperatura primaverile! Ultimo consiglio: le visite a case di Gaudì e musei meglio farle al mattino presto per evitare lunghe code. Alla Sagrada Familia noi siamo andati alle 9.30 e non abbiamo fatto la fila neppure per salire sulle torri, ma già verso le 11 c'era una coda interminabile agli ascensori! In conclusio, un bellissimo week end in una città davvero multietnica, cosmopolita ed accogliente, romantica, solare, allegra...Indimenticabile!

  • 1521 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social