Due amiche a siviglia

Settembre si avvicina e dobbiamo continuare la tradizione del viaggio di fine estate con la mia ritrovata amica Chiara. Dove si va?? Un po’ di “giri di perlustrazione” tra le compagnie low cost ed ecco la destinazione: SEVILLA!!!! Io adoro ...

  • di Limo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Settembre si avvicina e dobbiamo continuare la tradizione del viaggio di fine estate con la mia ritrovata amica Chiara. Dove si va?? Un po’ di “giri di perlustrazione” tra le compagnie low cost ed ecco la destinazione: SEVILLA!!!! Io adoro la Spagna quindi la sua proposta mi è piaciuta subito...

Sabato 15 settembre Partenza da Pisa, volo RyanAir, arrivo alle 20.35...Il primo giorno ce lo facciamo bynight! All’Apt, data l’ora tarda, siamo state costrette a prendere il taxi per arrivare in tempo all’Hostal (la reception chiude alle 22.00). La tariffa Apt-Siviglia è fissa: 21 euro perché giorno festivo, 19 euro se feriale.

Arrivate all’Hostal rimaniamo entusiaste, proprio un bel posto e con una spesa davvero minima...Capiremo presto il perché: le camere si affacciano su un salottino che fa da disimpegno, con porte in vetro e senza alcune finestra al loro interno...Un po’ claustrofobico, ma alla fine è pulito e per quello per cui lo sfruttiamo (dormire) è più che sufficiente! Una doccia veloce e poi cerchiamo un posto in cui mangiare. Sulla mitica Lonely Planet leggiamo che Calle Mateos Gago è rinomata per i bar di tapas che si snodano fino al Barrio di Santa Cruz e decidiamo così di provare. Troviamo un posticino molto carino, Dona Lina, ben arredato con piastrelle alle pareti, foto di toreri ed un camarero, che parla anche l’italiano, davvero molto cortese. Cerveza y tortillas de camarones.

Siamo stanche e decidiamo di rincasare, ma non senza prima aver fatto un giro alla Cattedrale (che diventerà il ns punto di riferimento) by night. Domenica 16 settembre: Dopo una dormita che non potrei definire rigenerante (le vicine di stanza han fatto baldoria tutta la notte!!), ci siamo incamminate alla volta del ns impegnativo itinerario culturale: Alcazar, Cattedrale e Giralda.

ATTENZIONE agli orari: di domenica la Alcazar apre in mattinata e la Cattedrale dalle 14.00 alle 18.00.

Non avendo nessuna delle due un gran senso dell’orientamento siamo rifinite in prima tappa ai Jardines de Murillo, che costeggiano El Alcazar, ricchi di una rigogliosa vegetazione. Lì, seduti sulle panchine ricoperte di ceramiche colorate (tipico della zona), sostano turisti esausti dal caldo e dalla fatica...Noi non ci siamo fatte mancare un paio di autoscatti.

Uscendo dai giardini si entra nella Juderia (quartiere ebraico) che si snoda in graziosi vicoli, dalle case colorate e giungiamo nel “famoso” Vicolo Del Agua dove adocchiamo un posticino in cui andremo poi a pranzare (non lo fate, è carissimo!).

Proseguiamo per Patio Del Banderas e alla fine eccoci di fronte all’entrata del Alcazar! Un po’ di coda, ma non ci impaurisce. Optiamo per l’audio-guida ed iniziamo il percorso...Che meraviglia! Pensare come possono coesistere non solo stili così diversi tra loro, ma anche e soprattutto etnie/religioni così eterogenee.

La visita richiede almeno 2/3 ore, qualche foto, qualche riflessione storica, fino ai giardini reali che ci accompagnano verso la SALIDA.

La ns giornata ovviamente non termina qui, alle 15.00 siamo già in fila sotto un sole cocente per la Cattedrale. Per fortuna scorre molto veloce, quindi nel giro di poco siamo dentro. La Cattedrale è molto ricca, sorge su un’antica Moschea abbattuta nel XV sec. La Chiesa, per dimensioni, vanta di essere il 3° Tempio cristiano dopo San Pietro a Roma e San Paolo a Londra.

Il monumento di maggior richiamo della Cattedrale è indubbiamente la Giralda, il vecchio minareto, diventato faro e campanile dei sivigliani.; le sue 25 campane infatti scandiscono le ore

  • 5212 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social