Compleanno a Valencia

Valencia 21-24 luglio 2007 21 LUGLIO Eccoci di nuovo in viaggio! Questa volta la destinazione è Valencia per un fine settimana lungo. Abbiamo prenotato il volo tramite Ryanair per 160€ a/r per 2 e abbiamo scelto l’Hotel Ibis Palacio Congresos ...

  • di carolif
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Valencia 21-24 luglio 2007 21 LUGLIO Eccoci di nuovo in viaggio! Questa volta la destinazione è Valencia per un fine settimana lungo.

Abbiamo prenotato il volo tramite Ryanair per 160€ a/r per 2 e abbiamo scelto l’Hotel Ibis Palacio Congresos a 177€ per 3 notti...A meno non abbiamo trovato nulla...Temo sia l’effetto America’s Cup a gonfiare i prezzi a dismisura! Ieri sera, prima di partire, ho eseguito il check-in automatico così oggi non abbiamo fatto altro che passare i controlli e metterci in fila per l’imbarco...Visto che siamo arrivati con pochissimo anticipo la coda era lunga e noi eravamo tra gli ultimi e solo poco prima del mio turno mi sono resa conto di un cartello che diceva che i possessori di check-in automatico hanno la precedenza su tutti gli altri! Questa svista mi è costata posti separati sul volo..Acc!!! Atterrati a Valencia abbiamo preso la metropolitana per dirigerci in hotel...Tutto comodissimo perché l’Ibis è proprio ad un passo dalla fermata Beniferri, così con 1,70€ cad in meno di mezz’ora eravamo in albergo.

La camera è semplice ma molto pulita, lasciamo i bagagli e partiamo alla scoperta della città! Riprendiamo la metro e questa volta facciamo l’abbonamento per 10corse (€5,60 cad.) e scendiamo ad Angel Guimera...Sembrava la fermata più vicina al centro storico invece fatichiamo a trovare la strada giusta e finiamo nel quartiere più malfamato di tutta la città...Nel giro di pochi metri vediamo tossici, spacciatori...Così, testa bassa e gambe in spalla arriviamo al mercato coperto.

Da lì raggiungiamo plaza de l’Ayuntamento, uno spazio immenso su cui si affacciano palazzi in stile barocco appena restaurati, a raggiera si aprono vialoni con edifici ben conservati e nel cui centro c’è una splendida fontana.

Breve sosta da Pan &co. Per 2 menu (€11,30) e, ricaricate le batterie, ci incamminiamo verso la plaza de Toros y Estacion del Norte.

Siamo alla ricerca del negozio Harley-Davidson, che raggiungiamo dopo una lunga camminata ma...Uff...È chiuso! Faccio un paio di foto di rito a Cristian e torniamo verso il centro.

Ci imbattiamo nel Mercado Colon, una struttura che ricorda quella di una stazione ferroviaria della fine dell’800 nel cui interno è stato ricavato un moderno centro commerciale.

Arrivati a la plaze de la Reina, su cui si affaccia la cattedrale decidiamo di fare un giro sul bus turistico per 12€ cad...Non proprio economico ma davvero molto istruttivo e soprattutto il biglietto vale 24 ore e lo sfrutteremo anche domani.

Ci facciamo un’idea di ciò che offre la città, scopriamo che il corso del rio Turia è stato deviato e che nel suo letto in secca sono stati creati giardini e campi sportivi, ascoltiamo notizie storiche attraverso l’audio –guida e dopo un’ora e mezza di tour scendiamo al capolinea per visitare la Cattedrale.

Al suo interno pare essere custodito il Sacro Graal, che purtroppo non riusciamo a vedere perché nella cappella si sta celebrando un matrimonio...

La Cattedrale è molto suggestiva, la cappella di S.Francesco ospita opere di Goya e l’abside presenta moltissime piccole cappelle con reliquari e opere d’arte, ma l’aspetto più interessante è il mix di stili che ne compongono le facciate...Sulla plaza de la Reina il portale è barocco, su plaza de la Virgen la porta è romanica mentre la torre campanaria e la Puerta de los Apostolos è gotica...

Plaza de la Virgen è molto affollata all’ora di cena...Al centro c’è una grande fontana e tutt’intorno locali e ristoranti.

Vaghiamo per un po’ indecisi su quale locale scegliere per cena ed alla fine decido di festeggiare il mio compleanno con una crepe gustata nella creperie bretonne Annaick (www.Creperiebretonne.Com) : il locale è piccolo e stretto ma molto caratteristico: la cucina non è altro che un vecchio autobus, i lampadari sono fatti con le bottiglie del seltz, le pareti sono piene di vecchie stampe..

  • 1068 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social