Viaggio da sogno in spagna

Domenica 6 agosto 2006 Ci svegliamo alle 2 di notte, alle 3 siamo già sulla nostra 407 SW. Imbocchiamo l’autostrada a Padova Ovest, alle 7.40 siamo a Ventimiglia dove facciamo un’abbondante colazione. In Francia facciamo tappa ad Arles, dove abbiamo ...

  • di Laycla2
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 
Annunci Google

Domenica 6 agosto 2006 Ci svegliamo alle 2 di notte, alle 3 siamo già sulla nostra 407 SW. Imbocchiamo l’autostrada a Padova Ovest, alle 7.40 siamo a Ventimiglia dove facciamo un’abbondante colazione. In Francia facciamo tappa ad Arles, dove abbiamo lasciato l’auto in un parcheggio del centro, pagando 2 € per un’ora. Abbiamo visitato la bella Arena (5,50 €) e i suoi dintorni. Dopo mezzogiorno siamo ripartiti alla volta della Spagna. Una curiosità: alla barriera di Montpellier abbiamo preso il ticket e degli addetti all’autostrada ci hanno consegnato due sacchetti di patatine... Boh... Pedaggi per tutto il territorio francese: 1,90+1,20+2,60+12,00+3,70+4,60+14,20 (munirsi di moneta per pagare nei cosiddetti “canestri”).

Pranzo a base di panini in una delle tante aree di sosta presenti sulle autostrade francesi, e verso le 14.20 abbiamo varcato il confine. Percorsi solo pochi km, ci attende una sgradita sorpresa. Da una collina si leva del denso fumo: un incendio sta lambendo l’autostrada. Tutto il traffico è stato bloccato e direzionato sulla strada statale costiera. Constatando che era assolutamente fermo, abbiamo preferito tornare indietro in territorio francese, imboccare la statale 115 e varcare il confine sul Col d’Ares (1513 m.). L’abbiamo allungata molto, ma sicuramente ci abbiamo messo meno degli incolonnati sulla statale...

Siamo arrivati a Barcellona verso le 19.30. Avevamo prenotato all’hotel “Hesperia Sant Joan Suites” di Sant Joan Despì (http://www.Hesperia.Com/hotels/Hesperia-Sant-Joan-Suites/). Ci hanno assegnato una bellissima stanza con camera, bagno, ampio soggiorno e angolo cottura per 75,00 € a notte (senza colazione). Per lasciare l’auto nel loro parcheggio sotterraneo ci vogliono 10,00 € al giorno. Quando siamo entrati, il televisore acceso ci ha dato il benvenuto con una scritta ad hoc. Essendo al sesto piano, alla sera ci siamo potuti godere dei bellissimi fuochi d’artificio.

Lunedì 7 agosto 2006 Sveglia alle 8, partenza alle 9. Con il tram T3 (1,20 € a testa) siamo andati in città, poi in una stazione della metropolitana abbiamo acquistato il biglietto valido per 3 giorni (13,20 € a testa), valido per tutti i mezzi di trasporto cittadini. Con la metro L3 ci siamo recati in Plaza de Catalunya e abbiamo imboccato le affollatissime Ramblas, piene di bancarelle di tutti i tipi (fiori, piccoli animali, etc.). Colazione al Dunkin Donuts, dove per 2 caffé (in bicchierino con cannuccia) e 2 kraphen alla cioccolata bianca e crema catalana (buonissimi) abbiamo speso 3,30 €. Sosta obbligata al bellissimo mercato di Sant Joseph, con decine di bancarelle stracolme di frutta, disposta in modo da farne risaltare le forme e i colori. C’erano anche bancarelle con interiora di animali, teste di mucca e di pecora, etc... Ma ci sono piaciute meno... Abbiamo comprato uno sconosciuto frutto viola (che ha fatto diventare viola anche la lingua di Layla...) per 2,50 € e un succo d’arancia per 1,50 €, entrambi buonissimi. Finite le Ramblas, siamo andati verso il mare dove c’è un grandissimo Centro Commerciale (“Mare Magnum”). Lì abbiamo preso due granite, spendendo 5,00 €.

Abbiamo pranzato in un locale dove, con un prezzo fisso, potevi prendere tutto quello che volevi, anche più volte (a parte il bere). Il posto si chiama “La vaca paca” in Passeig de Gracia 21. In due abbiamo speso 17,80 €, poi avevamo ancora sete e abbiamo preso una coca e un’acqua da 33 cl, spendendo altri 2,51 €. Vi assicuriamo che ci siamo sfamati in modo vergognoso: tranci di pizza, pasta, spiedini, antipasti, gelato, frutta, caffé... Siamo usciti che facevamo fatica a camminare... Due passi e siamo arrivati alla casa Battlò. La casa è aperta dalle 09.00 alle 20.00. Si può visitare solo il piano nobile (10,00 €) o solo la soffitta e i camini (10,00 €). Noi abbiamo optato per la visita completa, che costa 16,50 € (tutti i prezzi includevano l’audioguida in italiano, che vi consigliamo se volete scoprire tutte le particolarità della casa). A noi è piaciuta molto, è una cosa molto particolare se non unica: una tappa obbligata per chi si reca a Barcellona. Non molto distante c’è un’altra famosa casa, la “Pedrera”, che ci siamo accontentati di vedere solo da fuori (sembra comunque che sia molto meno interessante della precedente). Con la metro siamo andati poi verso la cittadella olimpica, e abbiamo passeggiato lungo la Platja Maritim e la Platja Barceloneta fino al porto. Queste spiagge sono molto belle, con palme disseminate qua e là e numerosi punti di ristoro. Cena al Mc Donald’s sulle Ramblas, arrivo in hotel verso le 22.30

Annunci Google
  • 497 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social