Madrid e Toledo: viaggio nel cuore della Spagna

E' da gennaio che col biglietto per Madrid in tasca aspettavamo che arrivasse il fatidico venerdì prima del ponte di maggio per poter finalmente partire per la Spagna. Come al solito eravamo i soliti 4: Giò e Luca e io ...

  • di mikico
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Fino a 500 euro
 

E' da gennaio che col biglietto per Madrid in tasca aspettavamo che arrivasse il fatidico venerdì prima del ponte di maggio per poter finalmente partire per la Spagna. Come al solito eravamo i soliti 4: Giò e Luca e io e la mia immancabile dolce metà.

Il volo era con la Vueling, da noi sconosciuta, che si è dimostrata invece una delle migliori low cost sul mercato, precisa ed affidabile, con i posti già assegnati alla prenotazione. In due ore eravamo a Madrid Barajas, l'aeroporto principale della città. Un autobus gratuito in 10 min ci ha condotti al terminal principale da cui è possibile prendere la Metro e in una ventina di minuti si arriva in pieno centro di Madrid. Ormai era l'una di notte e per fortuna avevamo prenotato già le stanze in un Hostal vicino Atocha, la stazione tragicamente ricordata per l'attentato. A parte il trauma della vista della proprietaria dell'albergo che ci ha aperto la porta in vestaglia e crema da notte (e anche questa volta abbiamo visto Giò impallidire) non ci sono stati problemi con le camere e dopo un po’ di ristoro siamo usciti alla scoperta della città notturna: di venerdì sera la movida madrilena doveva essere al massimo! E infatti non siamo rimasti delusi: le stradine intorno a Plaza Sant Ana, Porta del Sol, Plaza Mayor erano piene di gente, i locali erano tutti pieni e c’era vita ovunque!Ad ogni angolo ti offrivano inviti e drink cards per i locali.

Per noi che cercavamo anche qualcosa da mangiare però non c’era molto! Più che altro dopo mezzanotte si balla e beve ma per quello che abbiamo potuto vedere le cucine dei locali non rimangono aperte oltre le 24.

Dopo una buona birra spagnola e dopo esserci riempiti la pancia con delle sfoglie ripiene prese in una specie di alimentari, siamo andati quindi a dormire.

Al mattino dopo (sabato) bisognava fare un programma di viaggio. Oltre alla visita di Madrid non potevamo non andare a Toledo: in tutti i Racconti di viaggio era consigliata la visita di questa cittadina medievale con la famosa Cattedrale “la più gotica delle cattedrali spagnole e la più spagnola delle cattedrali gotiche”. Il dubbio era: visitare subito Madrid e andare a Toledo di domenica (ma solo la domenica a Madrid c’è il famoso mercato di El Rastro) o correre in stazione a prendere il treno per Toledo e rimandare Madrid alla sera e al giorno successivo. Il richiamo del mercato (soprattutto per Max ) è irresistibile! Scegliamo quindi la seconda opzione e andiamo ad Atocha in cerca di un treno per Toledo.

La stazione è moderna e ben fatta ma ad organizzazione lascia un po’ a desiderare.. Esistono file separate per chi parte in giornata e chi invece fa il biglietto per i giorni successivi. Le file per partire in giornata sono chilometriche e stranamente molto lente. Oltretutto di sabato mattina alle 11.30 gli sportelli aperti sono solo 4..In confronto le biglietterie delle nostre stazioni sembrano veloci ed efficienti! Inoltre ci è parso di capire che tutti i treni avessero solo posti prenotati e a treno completo non fosse più possibile fare il biglietto.. In conclusione: il treno delle 12.20 e quello delle 13.50 per Toledo quando siamo a metà fila sono già pieni! Decidiamo di prendere l’ autobus. Gli autobus turistici partono dall’autostazione (fermata della metro “Mendez Alvaro”) ogni 20-30 min e impiegano un’ora ad arrivare, contro i 30 min del treno. Alle due finalmente siamo a Toledo. La cittadina è veramente carina, famosa per le spade e le armi, ci ha ricordato un po’ San Marino, con le stradine e i vicoletti tutti in salita, piena di negozi di souvenir e di turisti

  • 9293 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social