Siviglia: istruzioni per l'uso

Viaggio Biglietto A/R Orio al Serio - Siviglia acquistato sul sito Ryanair, 167 euro in due, tasse incluse. Volo su Boeing 737-800. A chi interessasse qualche dettaglio sull’aereo http://it.wikipedia.org/wiki/Boeing_737 Per raggiungere l’aeroporto dalla stazione centrale di Milano uscire dai binari, ...

  • di paol8
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
 

Viaggio Biglietto A/R Orio al Serio - Siviglia acquistato sul sito Ryanair, 167 euro in due, tasse incluse. Volo su Boeing 737-800. A chi interessasse qualche dettaglio sull’aereo http://it.Wikipedia.Org/wiki/Boeing_737 Per raggiungere l’aeroporto dalla stazione centrale di Milano uscire dai binari, girare a sinistra, scendere le scale, uscire dalla stazione sulla sinistra si trovano gli autobus che collegano Milano con gli aeroporti; le compagnie che effettuano il collegamento con Oro al Serio sono 2: Autostradale e Orioshuttle. Il biglietto costa circa 7 euro e si può fare a bordo (o in biglietteria). Il viaggio dura un’ora circa. Per ulteriori info www.Sacbo.It www.Autostadale.It www.Orioshuttle.Com Il volo Ryan Air parte alle 7.00 di mattina dunque il check-in si può fare dalle 5.00 sino a 40’ dalla partenza. Abbiamo passato la notte in aeroporto, tuttavia alle 22 è già tutto chiuso e verso mezzanotte gli addetti alla sicurezza fanno spostare tutte le persone presenti nella sala dei voli charter. Le sedie sono assai scomode, meglio stendersi per terra, fortunatamente il riscaldamento funziona, ci sono i bagni e delle macchinette del caffè e di snacks.

Una volta atterrati a Siviglia uscire dall’aeroporto, girare a destra fino a trovare una palina del bus. Gli autobus passano all’incirca ogni 30’ e il biglietto -che si fa a bordo- costa 2.30 euro. Si scende al capolinea a Puerta de Jerez (viaggio di circa mezz’ora). Ci si dirige verso il centro lungo Avenida de la Constitucion dove - al numero 21 - si trova l’ufficio del turismo. Lì abbiamo preso depliants e cartine.

In giro Aiutati dalla cartina, abbiamo iniziato il giro nelle vie abbellite dagli aranci tra case colorate e monumenti. In tre giorni abbiamo visto: l’Alcazar (bellissimi i giardini, le decorazioni, le fontane, ecc, gratis per gli studenti); la cattedrale con la torre della Giralda, che domina tutta la città e da cui si ha un’idea di tutta la città comprese le zone più periferiche come quella su cui sorge il moderno ponte dell’Alamillo; il Barrio Santa Cruz; piazza di Spagna ed i giardini Maria Luisa; l’università (che era una fabbrica per la lavorazione del tabacco); le contorte viuzze attorno alla casa di Pilato; le vie dello shopping (Sierpes, O’Donnel, Tetuan); il lungo Guadalquivir con la Torre dell’Oro e la Plaza de Toros (da vedere anche di sera); le varie chiese come santa Catalina, san Idelfonso, santa Maria la Blanca, Santa Cruz, San Salvador, ecc.; il popolare quartiere di Triana; Plaza Nueva con il caratteristico palazzo comunale; l’edificio della Compagnia delle Indie; ecc. Ecc... Mangiare Qualche informazione: caffè = cafè solo, caffè macchiato = cafè con leche; al posto della brioche, per resistere sino all’ora di pranzo che è attorno alle 15, ottimi i panini (tostada) con burro (mantequilla) od olio (aceite) e prosciutto (jamon).

Birra= cerveza mediamente 1 euro al bicchiere. Si può accompagnare con le tapas (prezzo variabile). Noi siamo andati alla Bodega Santa Cruz all’inizio di via Rodrigo Caro dietro la cattedrale (danno tapas a 1.40 euro; noi ne abbiamo assaggiate un pò; ad esempio piattino con tortilla di patata, con paella, con calamari fritti, con acciughe fritte, con polpo alla gallega, ecc.) con 4 piattini si fa pranzo e si assaggiano cose diverse. A plaza des Armas dentro un bel centro commerciale si possono assaggiare delle birre artigianali presso la Fabrica www.Lafabrica-cerveceros.Com accompagnate da olive.

Altri piatti: cocido con ceci, sanguinacci e carne di maiale, bianchetti fritti con uovo e salsa ai peperoni, prosciutto patanegra, tegamino con uova, passata e patate arrosto (questi piatti presi al Bar Batato, ristorante fuori Siviglia, a Umbrete, ma facilmente reperibili in tutti i ristoranti andalusi) Dolci: tutte le pasticcerie vendono i dolci tipici: polvorones (dolcetti secchi con molto burro aromatizzati con cannella o sesamo), dolcetti al cedro, biscotti glassati o caramellati ecc.: noi li abbiamo presi nella bella pasticceria al fondo di via Sierpes Ritorno Il volo da Siviglia parte alle 9.55, arriva ad Orio alle 12.30, se avete tempo fate un giro all’Orio Center: si esce dall’aeroporto, si gira a dx e si segue la strada per 500m circa, quindi sulla sin si trova il sottopassaggio che permette di attraversare l’autostrada e di raggiungere il centro http://www.Oriocenter.It/index.Php/oriocenter

  • 1757 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social