Barcellona di Gaudi in 3 giorni

Primo giorno. Si prende l'AereoBus (6.65 euro A/R) che porta in centro a Playa Catalunya in circa mezz'ora. Una mezzoretta per posare i bagagli e poi via lungo la Rambla ad ammirare i bravissimi artisti di strada. A circa metà ...

  • di Cristiano72
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Primo giorno.

Si prende l'AereoBus (6.65 euro A/R) che porta in centro a Playa Catalunya in circa mezz'ora.

Una mezzoretta per posare i bagagli e poi via lungo la Rambla ad ammirare i bravissimi artisti di strada.

A circa metà della Rambla, scendendo da Playa Catalunya sulla destra si trova il mercato della Bouqueria, un giro è d'obbligo per vedere la minuzia con cui vengono disposte le mercanzie sui banchi di questo mercato.

Proseguendo sulla Rambla si gira a Sinistra in Carrer de Ferran per arrivare a Placa de Sant Jaume dove si trova il Municipio. Da qui proseguendo dritto dobbiamo cercare la splendida Placa del REI (non dimenticate di tornare di notte da queste parti, l'effetto in notturna è veramente bello).

Se si vuole si può fare tappa al museo sotterraneo della Historia de la Ciutat.

Torniamo verso Placa de Sant Jaume e dirigiamoci verso la Cattedrale con una visita ai suoi interni.

Su questa piazza i disegni bianchi dell'edificio Da qui raggiungiamo la Via Laietana, dirigiamoci verso l'alto (a sinistra), facciamo un paio di isolati. Giriamo a destra e facciamo una visita all'Incredibile Palau de la Musica Catalana ( www.Palaumusica.Org 8 euro visite in inglese e spagnolo) ogni ora. QUi verremo rapiti dalla ricchezza e bellezza del palazzo che, a detta degli stessi costruttori, nasce per diffondere la cultura catalana, ma in generale viene usato spesso anche per concerti di vario genere.

A questo punto la giornata dovrebbe essere quasi finita, dirigiamoci a sud verso la via Laietana ed entriamo nel dedalo di stradine sulla sinistra appena raggiunta la fermata della metro Jaume I. In questo angolo di città troveremo una quantità di Tapas Bar, locali dove bere una birra, la splendida Eglesia de Santa Maria del Mar.

Girando intorno alla chiesa divertiamoci a cercare il vetro con lo stemma del Barcellona in una delle vetrate, unica concessione fatta dalla chiesa alla squadra di calcio per aver elargito fondi per la ristrutturazione della chiesa.

In questo quartiere si trova anche il Museo Picasso.

Secondo Giorno - Barcellona di Gaudì Parc Guell: il parco è bellissimo ma affollato sin dalle 10 del mattino, se la notte prima non vi siete persi per club ed il cielo è limpido, vi consigliamo di fare la levataccia alle 7.30 ed andarci alle 8 di mattina, la bellezza del posto completamente vuoto vale lo sforzo.

Prendete la linea verde fino a Lesseps e poi fatevi una scarpinata di 1.3 Km seguendo le indicazioni fino al parco. Verrete accolti dalle case di marzapane progettate da questo genio folle, poi vi perderete in mezzo alle enormi colonne inclinate che avrebbero dovuto, secondo il progetto dell'artista, ospitare il mercato, guardate in alto per vedere le forme marine che ospitano il soffitto. Proseguite il giro sulla destra salendo fino alla foresta pietrificata, e riscendete fino alla famosa spianata con panchine in ceramica disegnate da Jujol. Qui se il cielo è chiaro è ancora mattina potete ammirare il sole che si riflette sul mare e tutta la città ai vostri piedi. Bellissimo no? Scendete sulla sinistra fino al corridoio disegnato come una grande onda del mare ed uscite dal parco.

Recatevi alla Sagrada Familia prendendo uno degli autobus che si trovano in basso oppure la metro.

Un giro completo della Sagrada Familia è d'obbligo, ma attenti ai borseggiatori! Se volete entrate pure all'interno.

DA qui recatevi allo splendido complesso ospedaliero Hospital de la Santa Creu i Sant Pau progettato da Domenec i Montaner con l'idea di crare un posto nel quale il malato traesse giovamento dall'ambiente che lo circonda

  • 1687 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social