Settembre ad Ibiza

Quest’anno io e il mio ragazzo abbiamo voluto provare una vacanza fai da te con prenotazione di voli e albergo su internet. Ci eravamo stufati di appoggiarci ad agenzie che vogliono il 30% in più rispetto all'offerta iniziale. E poi, ...

  • di BettyBurzum
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Quest’anno io e il mio ragazzo abbiamo voluto provare una vacanza fai da te con prenotazione di voli e albergo su internet. Ci eravamo stufati di appoggiarci ad agenzie che vogliono il 30% in più rispetto all'offerta iniziale. E poi, in realtà, a noi piace molto girovagare, sia di giorno che di notte, per cui dell’agenzia che ci offre all inclusive a prezzi vantaggiosi non ce ne facciamo nulla.

Come meta abbiamo scelto Ibiza. E la cosa bella è che con il fai da te abbiamo speso solo 285 euro tra volo a/r e pernottamento una settimana.

Siamo partiti domenica 17 alle 10:20 con la compagnia Easyjet da Milano Malpensa e arrivati in perfetto orario alle 12:10 all’aeroporto di Ibiza. Il check-in Easyjet è semplice e veloce: ti presenti con il numero della prenotazione e loro in 1 minuto preparano la carta di imbarco e caricano direttamente le valigie. Easyjet ha un sistema di assegnazione dei posti molto particolare: innanzitutto non ha posti numerati e in teoria in base all’ora in cui il passeggero si presenta al check-in, gli viene assegnato un gruppo di appartenenza contraddistinto da una lettera (a, b, c o d). In pratica però chi appartiene al gruppo A non ha poi così tanti vantaggi rispetto a chi appartiene al gruppo D, in quanto ti dividono in gruppi ma sul pulmino per l’aereo sei di nuovo tutti assieme e una volta arrivati in aereo tutti salgono quando vogliono e prendono il posto che vogliono.

Facevano prima a dire: entrate e disperdetevi! (come Aldo, Giovanni e Giacomo..) Arrivati a Ibiza c’erano 28 gradi. Io avevo la felpa.. Sai com’è .. A Milano pioveva.. Abbiamo preso immediatamente un taxi per San Antonio, appartamenti Costa Mar (sono locali adibiti ad appartamento, ma situati tutti all’interno dello stesso contesto come se fossero camere di albergo). Anche l’alloggio lo abbiamo prenotato direttamente dal sito www.Toibiza.Com: non avendo mai optato per internet, eravamo un po’ increduli di trovare un posto a 30 euro a notte a camera che non fosse una “sòla”, forse perché eravamo abituati alle tariffe italiane. Invece l’albergo c’era.. Non era un albergo fantasma! Era in una zona poco movimentata, a due chilometri dal centro città. Le camere erano carine, pulite e ordinate, con una vista fantastica. I muri non avevano crepe. Sono stata davvero contenta della sistemazione visto che l’anno prima, sempre ad Ibiza, alla fine di agosto, pagando il triplo con una agenzia di viaggi locale (700 Euro), mi sono ritrovata a dormire in una topaia con vista bidone spazzatura a Playa Bossa, con la muffa sui muri, senza finestra in bagno, con il wc appena dietro la porta e nemmeno una terrazza o qualcosa per asciugare i costumi.

L’unica cosa negativa del Costa Mar è che i letti sono separati, tuttavia con agili manovre il problema si risolve. Comunque, essendo Ibiza una destinazione più per comitive che per coppie, molti degli alloggi che abbiamo visionato su internet presentano la stessa caratteristica.

La camera disponeva di un cucinino con fornelli e lavandino ma noi abbiamo preferito girovagare e assaggiare le varie proposte culinarie dell’isola. Ci sono ristoranti etnici come il thai, il cinese o l’indiano e alcuni più tradizionali che propongono pesce o paella. Ci sono anche molti fast food nelle principali città, ma non abusatene o diventerete dei panini umani! La birra St. Miguel è davvero buona.

La decisione di non cucinare è stata agevolata anche dai prezzi e dai prodotti in vendita nei supermercati locali: pasta 200 grammi a 1,50 Euro, nessun tipo di sugo nemmeno passata, nessun secondo, gli affettati non esistono, ci sono scatolette contenenti roba secondo alcuni commestibile, e così via. Un consiglio: non andate a mangiare in ristoranti italiani. Sebbene l’aspetto dei piatti si avvicini a quello vero, il risultato finale è decisamente lontano dai sapori di casa, nonché decisamente caro. Per quanto riguarda il tempo, la settimana è stata soleggiata con media di 28-30 gradi. Per spostarci abbiamo affittato un motorino da Moto Louis s/a di San Antonio e con 22 euro più 4 euro di assicurazione al giorno ci si sposta con facilità su tutta l’isola

  • 11198 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social