Spagna del Nord

Anche quest’anno ho scelto la Spagna come meta del mio viaggio estivo. Ho costituito un piccolo gruppo di cinque persone prenotando in anticipo tutto dall’Italia (volo+auto+alberghi). Atterro a Santiago di Compostela e rimango in questa graziosa cittadina per tre giorni ...

  • di sergio
    pubblicato il
  • Partenza il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Anche quest’anno ho scelto la Spagna come meta del mio viaggio estivo.

Ho costituito un piccolo gruppo di cinque persone prenotando in anticipo tutto dall’Italia (volo+auto+alberghi).

Atterro a Santiago di Compostela e rimango in questa graziosa cittadina per tre giorni apprezzando, soprattutto dopo aver parlato con alcuni giovani, le migliaia di persone che raggiungono a piedi il Santuario percorrendo il famoso cammino con tragitti variabili da un minimo di 100 a 700 e oltre chilometri, ho visto anche gioiosi happening di giovani accampati con i loro zaini all’interno delle navate della chiesa. Noi abbiamo fatto il tragitto in aereo e poi percorso il cammino al contrario e in auto, questo non ci ha dato diritto all’attestato rilasciato dalla locale casa del pellegrino.

Appassionato di fari ho poi raggiunto Cabo Finisterre, da vedere a pochi chilometri la Playa Langostinas ben indicata, poi a scendere Bayona, un incantevole paesino sul mare, purtroppo quel giorno mi sono imbattuto nel giorno più difficile della Galizia a causa delle decine di incendi che hanno infestato la zona, ho dovuto percorrere diversi km di autostrada contromano a causa della strada bloccata dalle fiamme e vissuto con il gruppo qualche attimo di tensione.

Una visita a La Coruna e al suo faro di origine romana e poi via alla volta delle Asturie visitando le cittadine di Lugo Oviedo e Gijon dove mi sono fermato in una sidreria per gustare e ammirare l’arte della spremitura delle mele e della mescita particolare della sidra. Il viaggio poi mi ha portato a vedere bellissimi posti di mare e città come Bilbao Vitoria Pamplona e San Sebastian, segnalazione d’obbligo per il Guggenheim Museum di Bilbao e nelle vicinanze il Puente Colgante di Portugalete, inoltre da percorrere senza fretta i centri storici di Pamplona e Vitoria.

Ho continuato il viaggio entrando in Francia passando per Biarritz dove ho visto il più classico dei fari, poi costeggiando i Pirenei arrivo a Lourdes dove, senza giudicare chi è lì per fede, ho visto purtroppo il lato più deteriore della religione , un forte contrasto con quanto avevo vissuto a Santiago .

Dopo questo bagno di folla, sono passato a Carcassone, città da vedere ma non troppo.

Infine una fugace passeggiata a Barcellona per l’ultimo spuntino a base di gamberi. Nota per i viaggiatori quest’anno ho prenotato diversi hotel con active hotel, molto comodo in quanto consente il pagamento in loco a fine soggiorno.

CIAO alla prossima

  • 1592 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social