Fly&drive: Andalusia Toledo e Madrid

Itinerario: Madrid – Baeza – Granada – Malaga - Ronda –– Gibilterra - Vejer de la Frontiera – Jerez de la Frontera – Cadice – Rota e Chipiona – Siviglia – El Rocìo (Parco Nacional Coto de Doňana) – Carmona ...

  • di Margue
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Itinerario: Madrid – Baeza – Granada – Malaga - Ronda –– Gibilterra - Vejer de la Frontiera – Jerez de la Frontera – Cadice – Rota e Chipiona – Siviglia – El Rocìo (Parco Nacional Coto de Doňana) – Carmona – Cordoba – Toledo – Madrid Una settimana prima che inizino le nostre vacanze, Code, Gianca ed io decidiamo di partire insieme e di fare una vacanza itinerante. Lancio la proposta: Spagna del Sud - Andalusia, Toledo e Madrid. Troviamo un’offerta con Alitalia e prenotiamo su Internet l’auto (Europecar, circa 150€ a testa per 2 settimane).

Domenica 23/7 Evviva si parte! Alle 11 siamo a Madrid Barajas e ritiriamo la nostra Polo 1,4 nera (accidenti! per fortuna l’aria condizionata funziona bene perché ce ne sarà davvero bisogno). Lasciamo l’aeroporto e ci dirigiamo di getto verso l’Andalusia. Le strade sono larghe e soprattutto vuote. Per la maggior parte del viaggio rimarranno così. La nostra prima tappa è BAEZA, un paesino molto carino non lontano da Jaén. Facciamo un giro, beviamo un’orchata e ripartiamo per raggiungere GRANADA. Da Milano avevamo prenotato con Expedia due notti all’Hotel Abed Humeya*** in Avda de Madrid 10 (camera tripla, aria condizionata, senza colazione, 19,50€ a testa/notte). Ceniamo alla Bodega Castaňeda: si mangiano tapas molto buone e il locale è caratteristico e soprattutto frequentato da granadiňos. Iniziamo a farci un’idea della città, tra cui la Cattedrale, il lungofiume e saliamo fino all’ingresso dell’Alhambra all’interno di un parco. C’è un piacevolissimo venticello. Lunedi 24/7 La mattina visitiamo il quartiere arabo Albacìn: un susseguirsi di viottoli e casette bianche. Raggiungiamo El Mirador de San Nicola da dove fotografiamo l’Alhambra e la città dall’alto. Abbiamo prenotato dall’Italia la visita dell’Alhambra per il pomeriggio. Consiglio vivamente di farlo, così come consiglio di presentarsi con un certo anticipo alla biglietteria. Infatti anche con la prenotazione bisogna fare la coda (piuttosto lunga e sotto il sole) per ritirare il biglietto, dove è riportata l’ora precisa per visitare i Palacios Nazariés (che inizia mezzora dopo l’ora richiesta al momento della prenotazione). Se non rispettate l’ora indicata, perdete il diritto alla visita e vi assicuro che in questo sono davvero fiscali. Noi abbiamo dovuto correre per spaccare il minuto! Di sera vorremmo mangiare carne alla brace alla Mesòn La Alegrìa, ma una volta arrivati scopriamo che il lunedì è chiuso. Alla fine ceniamo dalle parti di c/Pescaderìa, in una piazzetta piena di ristoranti molto turistici. Nessun posto ci ispira particolarmente ma è tardi, abbiamo fame e poche alternative in quella zona. Risultato: vi sconsiglio vivamente di cenare da quelle parti. Meglio rimanere dalle parti di Plaza Nueva o dell’Albacìn. Dopo cena prendiamo la macchina e raggiungiamo il quartiere di Sacromonte, il quartiere dei Gitani, da cui si può ammirare una stupenda veduta dell’Alhambra illuminata. Martedì 25/7 Lasciamo Granada alla volta di RONDA. Uno dei paesini bianchi dell’Andalusia, probabilmente il più bello. Per raggiungere Ronda, percorriamo un tratto di costa per farci un’idea della Costa del Sol: davvero terribile, una colata unica di cemento. Ci fermiamo a MALAGA e dopo qualche ora ripartiamo, questa volta percorrendo una strada interna. La strada è vuota, come al solito, e si inerpica tra le colline, il paesaggio è arido ma affascinante e ci sono una serie di Mirador. A Ronda passiamo una notte all’Hotel San Francisco*** (carino, pulito e silenzioso, camera tripla 27€ a testa, colazione 2€). La sera ceniamo in un ristorante tipico, Pedro Romero di fronte alla Plaza de toros, dove si respira in tutto e per tutto aria di corrida e infatti assaggiamo el rabo de toro (la coda di toro, 18€). Ronda è stupenda e di sera ha un fascino particolare. La sua Plaza de toros è bellissima e vi consiglio di visitarla

  • 943 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social