Weekend a Sofia

Alla scoperta della capitale bulgara e di meravigliose chiese e monasteri situati nei dintorni

  • di cla4902
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 6
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Ogni tanto bisognerebbe uscire dagli schemi e dalle proprie convinzioni e esplorare posti nuovi. È per questo che mi sento di consigliarvi la Bulgaria, Paese dal quale sono appena tornata. L'occasione del viaggio era il mio 30° compleanno!

Perché ho scelto proprio la Bulgaria? Perché è economica, si mangia bene, è un Paese tranquillo che ospita tante culture differenti, è un Paese pieno di verde e le persone sono oneste. Inoltre, la sua capitale, Sofia, è la terza città più antica d'Europa dopo Roma e Parigi. Non abbiate paura della lingua perché nella capitale le indicazioni ci sono anche in inglese. Il mio profilo Instagram:@iloveviaggi

Giorno 1

Arriviamo a Sofia nel pomeriggio con Ryanair direttamente al terminal 2 (quindi fortunatamente non dobbiamo neppure prendere la navetta dal terminal 1 per raggiungere la metro). Le indicazioni per la metro sono ben visibili sul pavimento. Acquistiamo i biglietti della metro al costo di 1,6 LEV (0,80 €) a testa, fate però attenzione perché i biglietti valgono il giorno stesso dell'acquisto, quindi quelli del ritorno vanno comprati il giorno stesso della partenza. Dopo 12 fermate scendiamo alla fermata Serdika e raggiungiamo il nostro albergo, decidiamo di girarla completamente a piedi, non è una grossa città. Una volta lasciati i bagagli in albergo iniziamo il nostro tour.

Visitiamo in primis la statua di Santa Sofia. Pare che questa statua abbia sostituito la vecchia statua di Lenin e sia stata eretta con una serie di errori. Vi spiego il motivo. Il nome della città significa "saggezza di Dio" e non ha nulla a che fare con la Santa di cui porta il nome. Inoltre i simboli del gufo e la corona di alloro che porta sulle braccia sono simboli pagani e la statua stessa è piuttosto provocante per cui fa pensare che di santo non abbia nulla. Prendiamo il sottopassaggio della metro e ci dirigiamo verso la chiesetta di Sveta Petka, posizionata sotto il livello della strada. Purtroppo la troviamo chiusa e non riusciamo a visitarla. Proseguiamo però verso sinistra e visitiamo i resti dell'antica Serdika, ritrovati duranti gli scavi della metropolitana. Terminati i resti della vecchia città, visitiamo la moschea Banya Bashi, al suo interno molto bella. Di fronte alla moschea si trova un mercato coperto, il Tsentralni Hali o Central Market Hall, dove si trova un po' di tutto, dal cibo ai vestiti ai souvenir. Dietro il mercato si trova la Sinagoga, purtroppo non riusciamo a visitarla perché è già chiusa. Ma pare che all'interno sia bellissima. Facciamo una passeggiata fino al ponte dei leoni, scattiamo qualche foto e torniamo indietro. Sul retro della moschea infatti si trova un parco che ospita i vecchi bagni termali, ormai adibiti a Museo Storico. Ci sono però delle piccole fontanelle dalle quali esce ancora acqua bollente. È ormai ora di cena e raggiungiamo l'hamburgeria Skaptobara, dove fanno hamburger e il giorno del tuo compleanno mangi gratis, per cui ne approfitto ;-) Facciamo un giro vicino alla cattedrale Aleksandar Nevski per vederla "by night". Infine, brindiamo e festeggiamo all'Oscar Club, un pub dove fanno cocktail molto particolari e torniamo in albergo per riposare.

Giorno 2

Per oggi dall'Italia abbiamo prenotato un'escursione a due meraviglie della Bulgaria, entrambe patrimonio dell'Unesco, si tratta del Monastero di Rila e dalla Chiesa di Bojana. Dopo circa due ore di macchina visitiamo in primis il Monastero di Rila, davvero stupendo. I suoi portici sono completamente affrescati, mai visto nulla del genere. La nostra guida, Alex, ci spiega in inglese alcune curiosità sul monastero e il suo fondatore. Nel complesso del monastero è possibile visitare due musei. Noi riusciamo a visitarne solo uno, il resto del tempo lo passiamo a scattare foto a questo monumento unico. Ci fermiamo a mangiare un ristorante tipico nei dintorni di Rila, precisamente a Pastra, buonissimo ed economico: Han Dqvolski Vodi. Abbiamo speso 65,5 LEV in 4 adulti e 2 bambini piccoli bevande comprese, ovvero circa 33€ in tutto. Spettacolare! Concludiamo il nostro tour alla Chiesa di Bojana, una chiesa ortodossa medievale in cui al suo interno si trovano affreschi del 1259. All'interno è possibile entrare in piccoli gruppi e non è possibile scattare fotografie per non deturpare lo stato di conservazione degli affreschi

  • 571 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social