Slovenia tutta da scoprire

Un'estate tra mare, montagna e paesaggi incantevoli

  • di mapy
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Era da un po’ di tempo che io e mio marito pensavamo a come organizzare il nostro viaggio in Slovenia. Partendo da Roma non volevamo viaggiare in macchina per evitare traffico e code nelle due settimane centrali di agosto. Così, a maggio, è iniziata la mia ricerca per organizzare al meglio la nostra vacanza in Slovenia. Dopo avere consultato siti internet dei treni, aerei e hotel la mia decisione è stata questa: si prenota il volo di andata e ritorno da aeroporto di Roma Fiumicino verso l'aeroporto di Trieste e lì si noleggia macchina per dirigersi in Slovenia. Ecco, questa è stata la scelta migliore!

Si parte la domenica mattina 5 agosto con volo Alitalia e si arriva all’aeroporto di Trieste dove ritiriamo macchina. L’aeroporto è piccolo e per niente trafficato quindi si fa tutto in fretta.

Mappa stradale della Slovenia in mano, prima del confine compriamo la vignetta per poter circolare con la macchina in Slovenia (15 euro a settimana mentre 1 mese 30 euro). Notiamo subito che la benzina costa molto meno rispetto all’Italia.

Ci dirigiamo direttamente al lago di Bled dove abbiamo prenotato presso l’hotel Ribno, hotel tipico di zone di montagna tutto in legno con tanto verde intorno. Molto caratteristico e rilassante. Dispone anche di un camping in casettine di legno in mezzo al bosco veramente un incanto. Qui ci fermiamo fino al lunedì 13 agosto.

Lì abbiamo scelto di fare solo la prima colazione (che tra l’altro è ottima e abbondante) e pertanto la prima sera ce ne andiamo al bellissimo lago di Bled. Prima ci godiamo il tramonto sul lago che è uno spettacolo unico e che consigliamo di vedere, poi andiamo a cena in un ristorantino che avevo cercato su tripadvisor e che si chiama Ostarija Peglez'n, caratteristico, arredato in stile shabby chic e si mangia bene a buon prezzo con vista lago. Le sere successive ceniamo sempre in hotel perché se si prenota entro le 17 alla reception c’è la possibilità di cenare a buffet con 15 euro a persona escluse bevande, altrimenti 18 euro senza prenotare. Si mangia veramente bene sia carne che pesce che verdure tantissima scelta e di qualità.

In quei giorni vediamo il paesino di Bled con il suo castello che merita una visita. Se volete potete prendere barchetta che vi porta su isolotto dove c’è una chiesetta. Un po’ cara barchetta noi l’abbiamo evitata perché è più bello vedere isolotto dal lago. I parcheggi al lago costano 2,5 euro all’ora fino alle 20. Il lago è attrezzato anche con lido.

Una mattinata l’abbiamo dedicata alla gola del Vintgar, un percorso molto suggestivo. Il parcheggio è gratuito lasciate la macchina e con scarpe comode lasciatevi incantare da questo bellissimo posto. Andateci presto perché se c’è tanta gente bisogna camminare a rilento e fare attenzione alle passerelle strette. Appena terminate il percorso se avete fame e volete gustare una buona trota marrone che si trova nel fiume del Vintgar la potete mangiare nel ristorantino che si trova prima della biglietteria per accedere alla gola.

Un giorno lo abbiamo dedicato al lago di Bohinj. E' bellissimo, meraviglioso. Il lago è balneabile è di un colore verde e dai panorami mozzafiato. Siamo andati la mattina (anche lì parcheggi a pagamento) abbiamo fatto un giro a piedi costeggiano la parte della chiesa antica di San Giovanni Battista dopo il ponte. Nel pomeriggio abbiamo ripreso macchina e siamo andati verso la cascata di Savica. Attraverso un bel bosco dove si incontrano campeggi selvaggi si arriva a un parcheggio e a piedi si percorrono circa 3 km ma ne vale la pena se vi piace camminare in mezzo alla natura. Mettere scarpe comode però! Ci sono scalini e si sale!

Il giorno dopo, mercoledì 8 agosto, ci siamo diretti a Caporetto, a 106 km da Bled. Lì abbiamo fatto tutto il percorso a piedi c’è molto da camminare attraversando la valle dell’Isonzo, il ponte Napoleone, trincee di guerra, sacrario militare italiano, il museo, la cascata Kozjak Waterfalls. La valle dell’Isonzo è meravigliosa, suggestiva, colore del fiume turchese, la cascata che lascia a bocca aperta per tanta bellezza. Preparatevi ad un percorso indimenticabile che rimarrà nel cuore e ad onorare la memoria dei nostri soldati caduti in guerra!

Per rientrare a Bled abbiamo fatto la strada di montagna verso Kranjska Gora, nel cuore del parco del Triglav, sembra di toccare con mano le Alpi giulie tanto sono vicine e immense, bellissimo percorso, trafficato in un tratto dalle mucche! Un giorno lo abbiamo dedicato a visitare alcune località Skofja Loka, a 37 km da Bled (bella località anche con castello) – Krani - Kropa (bellissimo villaggio)- Brezje (santuario mariano meta pellegrinaggio) Radovljica (paese in cui fanno fiera del cioccolato)

  • 1522 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social