Slovenia: bici e passeggiate easy

Da una delle più belle valli alpine attraverso il suggestivo castello medievale dei conti di Celje fino alla misteriosa zona del Kozjansko si scoprono angoli di natura intatta, centri termali e climatici, abitati e città dall’interessante passato e dal vivace ...

  • di Verena Boscolo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

SABATO 10 agosto 2013

ore 15.00 – PARTENZA da Gambolò (PV) con furgoncino attrezzato e biciclette caricate

ore 19.00 – ARRIVO a Sottomarina di Chioggia (VE), tappa intermedia, dove ceniamo e passeggiamo fino alla battigia della spiaggia a caccia di stelle cadenti nella notte di S.Lorenzo.

PERNOTTAMENTO casa di amici

DOMENICA 11 agosto 2013

ore 7.00 – PARTENZA per la SLOVENIA. Decidiamo di utilizzare l’autostrada fino a GORIZIA (2 ore - uscita VILLESSE-GORIZIA) per passare il confine ed usufruire solo della strada normale per tutta la durata del viaggio. In Slovenia è in uso la vignetta autostradale con un minimo di 15 € per 15 giorni, ma non vale la pena se si vuole curiosare tra i paesi e paesaggi tipici ed inoltre i tratti autostradali sono limitati.

TAPPA Piazza Transalpina di GORIZIA/Trg Z Mozaikom di NOVA GORICA

- placche in memoria del muro di “Berlino” in miniatura

- Museo del Confine di Gorica (già visitato in uno scorso viaggio, ma che segnaliamo)

Riprendiamo il viaggio con direzione la capitale slovena.

Nell’ora di pranzo ci troviamo in zona alla cittadella di IDRIJA, famosa per i zlikrofi (ravioli). Altre info su www.idija-turizem.si se si desidera approfondire la visita della zona. Noi preferiamo il PRANZO presso la Gostisce Barbara situata sopra il Pozzo di Antonio – miniera mercurio (anch’essa già visitata in uno scorso viaggio e che segnaliamo)

Altro luogo di interesse, il Krajinski Park Zgornja Idrijca lungo il Fiume Idrijca dove accediamo in macchina (pagamento accesso 4,50 € se in bici accesso gratuito), visto il momento digestione. Visitiamo il Lago selvaggio – Divje Jezero e proseguiamo costeggiando il canale dove si incontrano alcune chiuse di cui la più maestosa a circa 15 km proseguendo sulla dx su una strada sterrata in mezzo alla foresta. Noi, visto il caldo, decidiamo di ritornare alla prima chiusa che forma una piscina artificiale dove ci si diverte con zattere di legno e siamo allietati dalla musica del Dj locale.

ore 16.00 riprendiamo il viaggio e alle ore 17.00 ARRIVO a LUBJANA. Essendo domenica il parcheggio è libero anche nella zona del centro città e ci fermiamo vicino all’ostello situato in zona pedonale e prenotato da casa.

Visitiamo l’ufficio informazioni turistiche della città sito in zona dei 3 ponti dove si può trovare una guida turistica in italiano con i dettagli della città e la descrizione degli itinerari da fare sia a piedi che in bici (consigliabile se si vuole visitare le zone mura romane e zone esterne al centro pedonale).

Poi aperitivo in uno dei locali lungo il fiume Lubljanica. La possibilità di scelta è vasta e i tavolini invadono i marciapiedi. Noi scegliamo il Macek – Gatto considerato uno dei più trendy dell’estate. Nelle serate successive proveremo anche gli altri.

CENA Lubiana offre pochi locali in centro con cucina tradizionale e quelli presenti sono piuttosto costosi. Per questo ci diamo alla cucina messicana: Contina Mexicana – Knafljev prehod 3

Dopo cena, passeggiata tra i locali del lungofiume, Milosiceva Cesta, Kongresni trg e Presernov Trg.

PERNOTTAMENTO HOSTEL TRESOR www.hostel-tresor.si - Čopova 38 – ex banca, camerata da 8; pulito con zona riservata per ogni letto a castello e aria condizionata. (anche in FB)

LUNEDì 12 agosto 2013

Prima cosa da fare è spostare l’auto entro le 8.00

  • 8029 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social