Bratislava

Appena usciti dall'aeroporto abbiamo visto taxi bellissimi che non prendeva nessuno e taxi più brutti (pochissimi) che erano contesissimi.Sfiniti dall'alzataccia e rassegnati alla prima fregatura, abbiamo preso uno dei taxi bellissimi che ci ha "gabbato" 15 euro con un bonus ...

  • di maya1373
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Appena usciti dall'aeroporto abbiamo visto taxi bellissimi che non prendeva nessuno e taxi più brutti (pochissimi) che erano contesissimi.Sfiniti dall'alzataccia e rassegnati alla prima fregatura, abbiamo preso uno dei taxi bellissimi che ci ha "gabbato" 15 euro con un bonus di 10 euro per il ritorno. Attenzione: a bratislava applicano 3 tariffe per i taxi. La prima, quella più economica, si ottiene solo chiamando per telefono (taxi orrido e sporco e appena si accorgono che siete stranieri scatta la seconda); la seconda, taxi orrido ma non c'è bisogno di chiamare, ha un costo trattabile; la terza,quella del turista fesso,comprende supertaxi con aria condizionata e autista più o meno loquace (in inglese,incredibile, dato che lì lo parlano peggio di noi italiani).Scendiamo davanti all'entrata dell'Hotel Devin.Lo avevamo scelto perchè la camera affacciava proprio sul Danubio.Colazione ultra-abbondante e ottimo Centro Relax. Che devo dire? Ci siamo accorti che tutti gli italiani dell'hotel venivano messi al terzo piano (tipo ghetto), la moquette della camera era a dir poco sporca e piena di pataccone, il personale dell'albergo (quella con i capelli corti e rossi ed il tappo alla reception) ci ha tirato delle belle "sole": la rossa ha creato un equivoco tra 8 e 80 euro e ci ha prenotato un taxi per vienna che ci voleva prendere 80 euro all'andata e 80 al ritorno (naturalmente, lì tra mafia russa e albanese è meglio non protestare, abbiamo pagato solo l'andata e siamo tornati in treno); il tappo ci ha disattivato le card per entrare in camera e quando abbiamo chiesto spiegazione ci ha detto con area di sufficienza che il nostro soggiorno lì era terminato quel giorno. Ci hanno, sempre con area di sufficienza e con la scritta in faccia "i soliti italiani", concesso di rientrare in camera per procurarci le carte della nostra prenotazione. Davanti alle palesi prove del misfatto, con aria di sopportazione, ci hanno detto che nessuno aveva comunicato loro la prenotazione dell'ultimo giorno, ci hanno riattivato le card e si sono scusati di sfuggita (da ucciderli!!!). Un consiglio: evitate l'Hotel Devin, il servizio non è da quattro stelle.

Appena è stato possibile, abbiamo comprato una guida di Bratislava (100 pagine quando ne potevano bastare al massimo 10) ed abbiamo iniziato il giro della città. L'impressione è stranissima: è tutto nuovo perchè appena ricostruito, sembra un set cinematografico...Non contenti ci siamo fatti il giro di tutti i "musei" (volutamente tra virgolette): Slovak National Gallery- non ho mai visto così tante "croste" in vita mia, gli unici quadri di valore (uno del Beccafumi,uno del Cecco del Caravaggio ed un altro di cui non ricordo l'autore) erano circondati da quadri di altri periodi di artisti sconosciuti nel mondo e quasi sempre di pessima qualità; Natural History Museum- per due piani le spiegazioni sono solo ed esclusivamente in slovacco, scordatevi una traduzione poichè io ho chiesto una brochure in inglese e prima mi hanno accompagnato alla porta del bagno poi, dopo una difficoltosa conversazione a gesti, mi hanno consegnato in mano due bei fogli scritti a macchina contenenti un bel "riassuntone" del museo; Botanicka Zahrada UK Bratislava- il giardino botanico. Siamo arrivati a piedi dal nostro albergo attraversando una zona a dir poco inquietante (il centro è tutto nuovo e pulito, fuori troverete quasi sempre palazzoni fatiscenti) ed abbiamo intravisto l'ostello di Bratislava (aiuto!!!Veramente terrificante e a dir poco da terzo mondo al punto che due ragazzi di Napoli che abbiamo conosciuto a Bratislava e ritrovato a Vienna, ci hanno raccontato di essere scappati dall'ostello dopo la prima notte passata con un croato che aveva già conquistato/sporcato il bagno comune). Arrivati all'entrata del giardino botanico una signora di circa 80 anni, su nostra richiesta, ci ha fatto pagare il biglietto di entrata (40 corone-1 euro circa). L'orto botanico è ben curato ma non aspettatevi di vedere fiori o piante strane, sembra un parco ben tenuto

  • 3102 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social