Weekend a Siviglia

Un viaggio nel capoluogo dell’Andalusia tra cultura, bellezza e divertimento

  • di MICAROX
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Dopo le foto di rito, ci siamo diretti a piedi lungo il Paseo de Las Deicias e di Critobal Colon fino alla Torre dell’Oro. Oramai il tramonto incombeva e anche i nostri piedi doloranti ci chiedevano mezz’ora di relax in Hotel. Infatti, al posto della sauna all’Aire araba, ci siamo prenotati una serata di Flamenco tradizionale per le ore 19.00 al Tablao Alvarez Quintero che si trova sulla stessa via del nostro Hotel (Calle Alvarez Quintero). Un’ora di intrattenimento molto simpatica, molti bravi i 4 protagonisti, due ballerini, un uomo e una donna, un cantante e un suonatore di chitarra come vuole la tradizione del Flamenco. Dopo l’esibizione, chi voleva poteva intrattenersi a bere qualcosa con i ballerini compreso nei 18,00 euro di entrata. Il nostro stomaco è tornato a brontolare e così ci siamo fermati alla fine della calle, al ristorante Las Escobas. Davvero ottimo il cibo e abbondante. Io ho preso lo spiedino di pesce e mio marito il filetto di bue, con birra, acqua e caffè per una spesa di circa 25,00 euro a testa. Con la pancia piena ci siamo tuffati nella Siviglia by night, perdendoci tra le stradine del centro dello shopping Calle Cuna e dintorni.

Il mattino seguente, dopo un'abbondante colazione ci siamo diretti alla Plaza deToros de la Mestranza pagando un biglietto di € 8.00 (6,40 euro con Sevirama) compresa la guida in spagnolo e inglese; abbiamo visitato questo tempio della tauromachia in funzione da maggio a ottobre, se andate in questo periodo informatevi sugli orari di visita. All’interno c’è un piccolo museo che si può fotografare senza flash, ma la cosa che ci ha più impressionato è stata la grande arena. La visita dura circa 40 minuti. Usciti dall’arena, con calma e girando tra le stradine abbiamo fotografato il Municipio, visto tantissime chiese disseminate ovunque e siamo giunti alla cattedrale che apre alle 11.00. Purtroppo, nonostante la prenotazione pagata on-line, abbiamo constatato che non sono molto organizzati, perché dalla stessa porta laterale fanno entrare sia i gruppi sia chi ha prenotato senza pagare, in ogni caso sempre meno coda che dall’entrata senza prenotazione. Purtroppo le audio guide si trovano dall’altra parte della chiesa, nel Pabellòn, da dove entra chi non ha prenotato. Per prima cosa abbiamo visitato il giardino degli aranci, da cui si gode una prospettiva diversa della cattedrale e della Giralda. Una volta entrati siamo saliti subito sulla torre lungo le 34 rampe (che si possono fare anche spingendo carrozzine e passeggini) che ti portano a un’altezza di 80 metri da cui godi una bella vista a 360° della città, e noi siamo stati davvero fortunati perché la giornata era tersa. Ritornati giù abbiamo iniziato la visita della chiesa che è enorme (3° al mondo dopo Saint Paul a Londra e San Pietro in Vaticano). La prima cosa che abbiamo visto è la grande pala d’altare d’oro, peccato che si debba vederla attraverso una cancellata (d’altronde compressibile visto il valore). Ci ha lasciati meravigliati per la grandiosità, ma nello stesso tempo ci ha fatto pensare a quanto sangue è stato versato per prendere l’oro agli Indios delle Americhe. Se davanti si ha l’oro dietro le spalle c’è l’acciaio delle canne dell’organo e a destra c’è la tomba di Cristoforo Colombo sorretta da 4 araldi che rappresentano le corone delle Spagna. Passeggiando per la cattedrale si incontrano varie cappelle dedicate ai Santi, la cappella Reale e quella De Plata. All’interno della cattedrale ci sono tante porticine che portano in altre stanze tra cui la sacrestia e la sala capitolare. Per visitare questo edificio dovete mettere in conto un paio di orette

  • 11462 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social