Emozioni e sensazioni... Siria e Giordania.

Tante cose nella vita capitano per caso, ma non questo viaggio, sognato e desiderato da tanto tempo.Il Medio Oriente versione famiglia, tra antiche civiltà e un sorprendente presente tutto da scoprire.

  • di Piku
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 5
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

La premessa di questo diario di viaggio è che non si parlerà di costi, avendo noi comprato un pacchetto, veramente tutto compreso, volo, alberghi, ingressi e pasti (tranne due pranzi e due cene). Durante la vacanza tutti gli extra, souvenir compresi, ci sono costati circa € 150,00 a testa. Il costo del pacchetto era di € 2.450,00 a testa. € 620,00 di sconto per la bimba più piccola.

Quest’anno abbiamo deciso di passare un Natale diverso, regalandoci un viaggio alla scoperta di due Paesi Islamici, in una terra dove storicamente affonda le radici il Cristianesimo, le nostre mete sono Siria e Giordania. Organizziamo il viaggio secondo le nostre esigenze, con l’aiuto di Roberto dell’agenzia “I Viaggi Del Turchese”, e il 23 Dicembre partiamo da Bologna. Siamo in 5, io, mio marito Luigi, nostra figlia Ludovica che ha 8 anni, la nostra amica Simona, sua figlia Giada di 12 anni e oltre alle valigie portiamo con noi le raccomandazioni di amici e parenti, convinti non siano questi i luoghi dove portare due bambine!!! Arriviamo ad Aleppo di notte dopo uno scalo ad Istanbul e in aeroporto troviamo ad attenderci il corrispondente locale che ci accompagna in Hotel. Passiamo la giornata della Vigilia passeggiando per la città. Visitiamo il quartiere armeno, le sue chiese, il museo del Folklore e cerchiamo di capire la realtà che ci circonda. Nel pomeriggio dopo un ottimo pranzo al ristorante Beit Sissi ci dirigiamo verso la Cittadella ed essendo Venerdì, giorno festivo, incontriamo famiglie e coppiette a passeggio. I sorrisi che adulti e bambini ci rivolgono sono spontanei, così come il ricorrente “Welcome to Siria”, saluto che ci fa intuire come le nostre bambine non corrano nessuno pericolo in questo ospitale Paese. La nostra cena della Vigilia è al ristorante panoramico dell’albergo dove alloggiamo, l’ “Hotel Riga”. Da qui ci godiamo, oltre l’ottima cena, il panorama della città illuminata, con la Cittadella a far da vedetta alla città moderna. Il nostro tavolo è ampio, ma in pochi minuti viene ricoperto dai “mezze” antipasti caldi e freddi , per ogni gusto e palato. Frutta secca, creme di yogurt e formaggio, saccottini di carne, verdure cotte e crude, legumi, i sapori variano dal delicato al piccante (molte di queste bontà culinarie le ritroveremo ad ogni pasto per tutto il viaggio). Viene poi servita carne accompagnata da riso, frutta e forse per farci sentire come a casa, dei golosissimi Tronchetti di Natale! Niente male come… cena di magro!

La mattina del 25 Dicembre conosciamo Amhed, la nostra guida Siriana e gli altri nove compagni di viaggio con cui inizieremo il nostro tour. La giornata prevede la visita a circa 40 km da Aleppo della Cattedrale di San Simeone, saggio stilita che passò buona parte della sua vita su una colonna…Isolate su di un lussureggiante altopiano, da dove svettano con eleganza, le mura perimetrali sono ormai ciò che resta della Basilica costruita in onore dell'eremita, ma la sacralità del luogo si respira ancora intatta. Rientrati in città, visita al Museo Archeologico , per poi pranzare nuovamente al Beit Sissi. Verso le 15 entriamo nella Cittadella fortificata da cui si gode una bellissima visuale sulla città. Successiva tappa d’obbligo, e per le donne mantello d’ordinanza, la Grande Moschea dove possiamo ammirare il minareto da cui la notte il Muezzin ci sveglia con i suoi richiami alla preghiera! Dopo una breve passeggiata al Suq, rientriamo all’Hotel Riga per la nostra terza ed ultima notte ad Aleppo. Dopo cena, torneo di briscola in 5, ormai nostro rituale prima di andare a dormire

  • 4239 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social