Siria: slow travel, low budget, istruzioni

La presente nota si riferisce ad un viaggio di 60 gg fatto in Siria (inclusa 1 settimana in Giordania) nel periodo gen-mar 2007. E’ rivolta con informazioni economico-logistiche a quanti volessero programmare un viaggio-fai-da-te in uno degli “stati canaglia” (!) ...

  • di Tarcisio
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: da solo
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

La presente nota si riferisce ad un viaggio di 60 gg fatto in Siria (inclusa 1 settimana in Giordania) nel periodo gen-mar 2007. E’ rivolta con informazioni economico-logistiche a quanti volessero programmare un viaggio-fai-da-te in uno degli “stati canaglia” (!) del medioriente. Il viaggio, a condizione che si conosca almeno l’inglese, può essere considerato di facile attuazione; la gente è molto ben disposta ad aiutare il viaggiatore (il nomadismo è ancora pratica in alcune zone) anche in assenza di molta “comunicazione”. La persona che riferisce ha 63 anni, ma con vasta esperienza precedente.

RAGIONI PER ANDARE 1. Abbondanza di siti (storico-archeologici) da vedere; ma anche natura (deserto) e balneazione (a Nord di Lattakia; della Montagna non ho diretta esperienza.

2. Sufficenti infrastrutture (Hotel, ristoranti, trasporti, sevizi bancari) adeguate; 3. Gente amabile: non ho trovato pari in tutto il medioriente nord-Africa; 4. Prezzi bassi, dovuti all’assenza di turismo “ricco”; 5. Solidarietà: contrastare la tendenza del turismo occidentale ad ignorare questo paese.

Ragioni per andarci QUANTO PRIMA: 1. Rischio iraqizzazione, ormai basso (... Speriamo!); 2. Rischio “turismo di massa”: basta che cambino gli orientamenti politici internazionali e si potrebbe avere una ivasione di turisti occidentali, con conseguenze sia sul livello dei prezzi che sugli atteggiamenti della popolazione.

CARATTERISTICHE, LOGISTICA e COSTI del viaggio: 1. Metodo Fai-da-te, in solitario (quindi prezzi di camere singole, superiore del 20-30% in confronto a ½ doppia), nessuna prenotazione in agenzie, né prima né durante.

2. Trasporti pubblici: bus di linea per spostamenti tra città, minibus per i dintorni delle città (occasionalmente autostop), a piedi e il taxi (raramente) nelle città.

3. Hotel 2-3 stelle, sempre camera con bagno, riscaldamento e prima colazione; 4. Ristoranti standard europeo (diciamo: tovaglia di tela, tovaglioli di carta, acqua minerale, cameriere in “divisa”) nel 70% dei casi; 30% in locali più popolari. Non menziono ristoranti specifici, anche perché in genere cambiavo sempre. 1 pasto abbondante a giorno, colazione in hotel, snacks o frutta occasionalmente.

5. Approvvigionamento moneta locale da Bancomat: non molto diffusi, ma tuttavia esistenti in tutte le città menzionate per il pernottamento (eccetto Palmira). Accettati pagamenti anche in US e EU, ma meno convenienti.

6. Lingua prevalentemente usata: inglese, occasionalmente francese (molto più spesso che in Egitto); 7. Volo Syrian Air, validità 3 mesi, da Roma a scelta su Aleppo o Damasco (anche combinate) a 391 EU; 8. Il viaggio ha avuto un costo totale (escluso volo e trasporti in Italia) di 1840 EU, così ripartiti: - Pernottamenti 1200 - Ristorazione 383 - Telefono internet visti e tasse 90 - Trasporti urbani extraurbani 80 - Ingressi Musei e Siti archeologici 87 9. Procedure aeroportuali e di frontiera: spedite e senza problemi (visto di ingresso multiplo); pratiche amministrative (es. Estensione Visto): laboriose e lunghe, ma non estenuanti, sempre tuttavia con un atteggiamento molto amichevole e cordiale delle autorità, sia amministrative che militari.

10. Le condizioni meteorologiche sono state clementi; ma sembra essere stato buono anche in Europa. 5-6 gg di pioggia fastidiosa (persino nel deserto una volta!) che però non m’impediva piccole sortite, una volta sono stato bloccato in hotel tutto il giorno. Per il resto da passabile a molto buono. Temperature miti

  • 929 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social