L'essenza di Singapore

A zonzo per la città-stato tra mercati, grattacieli e quartieri caratteristici

  • di Ery81183
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

NB Il diario verrà suddiviso in 4 parti (o meglio in 4 diari) in quanto unire il tutto diventerebbe tutto troppo lungo! Singapore, Hong Kong e Macao, perciò saranno nel mio profilo nella lista dei diari. Ecco la prima parte.

Reduci da un bellissimo e faticoso viaggio in Giappone dell'anno scorso decidiamo di puntare su una vacanza relax, perché ce la meritiamo. Bene... dove andare? Thailandia?Ok! Ma non ci annoiamo a fare solo mare? Ovvio, quindi metto giù un itinerario fantastico: 4 giorni di mare e 11 di tour fai da te! Ecco le nostre vacanze relax! Come al solito ci siamo fatti fregare dal gene di Wanderlust. Prenoto il volo, i voli interni, qualche albergo quand'ecco che 4 giorni prima di partire sentiamo ai tg "attentato nel centro di Bangkok"... non ho parole, sono molto preoccupata, iniziamo a pensare che la Thailandia potrebbe saltare ma aspettiamo di vedere come si evolveranno le cose, secondo giorno altro attentato. L'idea di andarci sfuma sempre più, io ho parecchia paura, in più sono ansiosa e non ho voglia di rovinarmi la vacanza o comunque andare in un luogo in cui aleggia ansia e tensione. Cosa diavolo facciamo ora?! Mancano due giorni, il volo Turkish non lo voglio perdere (460€ a testa), dei voli interni me ne frego ma quello no. Disdico gli hotel su Booking (senza penali) e pensiamo quale tratta scegliere che sia vicina a Bangkok visto che ci spareremo già parecchie ore. Salta fuori Hong Kong, ok, ma due settimane ci rompiamo, perfetto, aggiungiamoci Kuala Lumpur e Singapore! Ecco il perché di questo strano itinerario, e alla fine... zero mare!

21 AGOSTO

Partiamo (io come al solito in preda all'ansia mixata a felicita', euforismo e caghetta) e voliamo da Milano a Istanbul, poi scalo di pochissimo tempo (era gia' in ritardo l'aereo) e facciamo in tempo a salire sul prossimo. Ci accoglie lo chef della Turkish e spendiamo il resto del volo a: mangiare, dormire, mangiare, dormire e mangiare! Atterriamo a Bangkok neanche tanto stanchi, sbrighiamo l'iter bagaglio check in del prossimo volo e Fra ha la bella idea di uscire per fumare la sua tanto agognata sigaretta. Quando varchiamo la porta l'unico rumore che mi viene in mente e' "SWOOOOSHHHHHHH"… una bella ondata di aria umida bollente. Ci mancava la doccetta fredda per cercare di ricreare l'atmosfera dell'Hammam! Ma noi ce la ridiamo e sbeffeggiamo i turisti che rimarranno qui perché tanto noi ce ne andiamo a sud, mica in questa afosa citta'(della serie ridi ridi che il karma paga...) Internamente l'aeroporto e' molto ordinato e organizzato e ospita varie statue divine molto belle, alte e colorate. Girovagando un po' ci rendiamo conto che e' ora di presentarsi al gate e in men che non si dica arriviamo all'aeroporto di Changi, siamo a Singapore! Calcolando che e' uno degli aeroporti piu' grandi del mondo effettivamente riusciamo a perderci nonostante ci siano un sacco di insegne scritte in Inglese. In questo momento ci accorgiamo che l'idea degli zaini non e' delle piu' azzeccate per i nostri fisici da vecchi 32enni! Sballottiamo di qua e di la' senza trovare una via d'uscita, ma appena mi accorgo che davanti a me sbrilluccica un Durian dorato gigante non posso fare a meno di farci una foto insieme(a lungo andare conoscendolo bene quello vero ne staro' a debita distanza, chi l'ha annusato o assaggiato sa di cosa parlo)

  • 5731 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social