Selvaggia Sicilia

Tour da Palermo ad Agrigento, passando per Trapani, Porto Empedocle, Scopello…

  • di betty&paolo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

A gennaio del 2017 io e mio marito decidemmo la meta delle nostre ferie estive: Sicilia. Paolo iniziò a leggere i dettagli della Lonely Planet e programmò il nostro itinerario che ora vi racconto. Premetto che abbiamo un bimbo di tre anni, quindi gli spostamenti e le sistemazioni sono state pensate anche per il suo benessere.

Siamo partiti sabato 17 giugno da Linate con volo Alitalia e siamo atterrati a Palermo verso le 18.30. Abbiamo scartato l’opzione Ryan Air in quanto il costo dei nostri 3 bagagli non rendeva economico il biglietto. Nel volo di linea, invece, il peso dei bagagli da imbarcare incorporati nel costo del biglietto è di 23 kg a testa.

All’interno dell’aeroporto di Palermo, proprio appena prima di uscire, si trova l’area relativa al noleggio delle automobili. Paolo, già a gennaio, aveva prenotato l’auto con la Herz e, con i documenti di prenotazione in mano, in pochi minuti abbiamo ottenuto il nostro mezzo per spostarci nella selvaggia Sicilia. Abbiamo notato che le macchine in uso dalle aziende di noleggio sono tutte quasi nuove e ben pulite. Dopo aver attentamente osservato se vi fossero segni o graffi, siamo saliti sulla “nostra” Fiat tipo Station e siamo partiti in direzione Scopello.

Scopello è un incantevole paesino che si snoda attorno ad un baglio. Qui respira aria di passato quasi come se il tempo si fosse fermato. Abbiamo alloggiato alla pensione Maria. Un b&b gestito dalla signora Maria carino e molto semplice (forse la pulizia della camera poteva essere migliore). La stanza era un pochino piccola e scomoda da raggiungere in quanto per salire al primo piano si doveva accedere attraverso una scala a chiocciola molto stretta (difficile da gestire con un bimbo piccolo). La pensione però vanta una posizione eccellente proprio vicino all’ingresso del baglio. La colazione era abbastanza ricca con crostate fatte in case. Forse con la presenza di qualche dolcetto siciliano sarebbe stata eccellente. Maria è stata sempre molto gentile preparando quello che desideravamo. Sabato abbiamo deciso di cenare al ristorante “La terrazza” a pochi passi dalla pensione. Si è rivelata un’ottima scelta, abbiamo gustato una fantastica insalata di mare, eccellente pasta allo scoglio, raffinati involtini di pesce spada alla palermitana, due cannoli siciliani e una fetta di torta, patatine fritte e bistecchina per Matteo per 66 euro. Il ristorante è molto carino, situato su una terrazza con una vista spettacolare. È frequentato anche da siciliani, nel tavolo al nostro fianco stavano festeggiando un battesimo, abbiamo perso il numero delle portate, ricordiamo solo che intorno alle 11 stavano apprezzando il terzo “assaggio” di primi. La seconda sera invece scegliamo “Made in Sicilia”, un ristorante-rosticerria che si trova proprio nel baglio, che ci ha lasciato un pochino delusi. Abbiamo speso poco (22,50) euro ma la qualità era scarsa o forse la scelta dei piatti non è stata ottimale. Il trancio di pizza era scadente, la pasta con acciughe sembrava cucinata il giorno prima, il panino con milza sufficiente. Abbiamo visto passare poi il fritto di pesce che aveva un bell’aspetto.

La seconda sera abbiamo cenato nel “Trattoria di Scopello” dove abbiamo gustato degli ottimi piatti (antipasto della casa, polpo alla griglia con crema di piselli, risotto al nero di seppia) accompagnati da acqua e vino della casa per 33 euro. Apprezzando la cucina, abbiamo deciso di ritornare anche la quarta sera dove abbiamo preso un antipasto della casa e un’orata (pesce pescato del giorno) di circa 900 gr cucinata alla griglia, un contorno, acqua e vino per circa 76 euro

  • 24257 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social