Sicilia: non solo mare

In viaggio con la famiglia alla scoperta del Barocco

  • di NICOLAFILIPPO
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Vi racconto con questo diario il viaggio di una famiglia di Bergamo (due adulti e due ragazzi di 15 e 11 anni) nella terra siciliana del barocco.

Atterriamo di mattino presto a Catania e dopo avere ritirato la macchina noleggiata, molto cara nel periodo di alta stagione, partiamo con direzione sud. Dobbiamo raggiungere per sera il villaggio Athena Resort di Kamarina (RG) base della nostra vacanza, ma prima abbiamo fissato due tappe durante il tragitto: Siracusa e Noto. Siracusa si raggiunge dopo un’ora di auto dall’aeroporto di Catania e parcheggiamo a ridosso del centro storico che inizia dopo l’attraversamento del ponte che collega l’isola di Ortigia alla terra ferma. Da scoprire fonte Aretusa con le piante di papiro (le uniche in Italia) e la sua leggenda, la cattedrale di Santa Lucia, passeggiando tra i vicoli del centro storico con lo sguardo rivolto all’insù per ammirare i balconi, le terrazze e i palazzi barocchi della città. L’agognato pranzo a base di arancini (consiglio Antica Giudecca) e di granita alla mandorla tostata (meno dolce ma più dissetante), ci fa dimenticare il caldo torrido della giornata. Partiamo nel primo pomeriggio per la volta di Noto, distante circa 20 minuti di auto da Siracusa. Sono circa le 14, temperatura 40 gradi, la via principale è un fon accesso. Osiamo salire la scalinata che conduce alla famosissima cattedrale: colpisce il giallo ocra che contraddistingue non solo la chiesa ma anche i palazzi limitrofi, molti dei quali recentemente ristrutturati. Non ci fermiamo molto a Noto: sicuramente da rivedere nelle ore serali quando le luci, la gente e il minor caldo la rendono più godibile.

Il paesaggio che attraversiamo è essenzialmente brullo, tanti terreni arsi dagli incendi provocati dall’uomo e dalla torrida stagione, le strade, anche le secondarie sono ben tenute e scorrevoli. Il panorama cambia verso Ragusa e Modica: basse colline che muovono l’orizzonte e la strada, ben abbinate alle numerose serre di ortaggi ora incolte.

Arriviamo al nostro villaggio a cui dedico due parole. L’Athena resort è una struttura sita a 5 km dal mare raggiungibile tramite navette (efficienti) o mezzi propri (più comodo) di grandi dimensioni caratterizzato da tante strutture sportive altamente professionali: basti citare una piscina olimpionica, una piscina ‘normale’, 8 campi da tennis, campo da basket, bocce, minigof e molto altro. La ristorazione avviene in un ristorante principale e in altri due ristoranti (spiaggia e villaggio) su prenotazione. Nonostante siamo in alta stagione, con conseguente sovraffollamento, tutto è ben organizzato e il personale e sempre disponibile. La spiaggia riservata al villaggio è molto grande di sabbia e ben tenuta con molti ombrelloni disponibili. Il mare non è bellissimo (tipo calette Sardegna) ma accettabile.

Le escursioni che abbiamo organizzato (da soli) ed effettuato sono state le seguenti: Agrigento Valle dei Templi e Scala dei Turchi.

Distante poco meno di due ore di auto dal nostro villaggio raggiungiamo il famoso sito archeologico della Valle dei templi. Non è ben chiaro dove parcheggiare però alla fine capiamo che un posto vale l’altro in quanto in qualsiasi caso o all’andata o al ritorno devi prendere una navetta o taxi se vuoi evitare una lunga camminata in salita. Infatti il sito si sviluppa in una vallata dall’alto verso il basso con due ingressi uno a nord e uno a sud.

Decidiamo per una visita guidata e la scelta è stata molto azzeccata in quanto la guida, oltre che a descrive i famosissimi templi greci, si è soffermata su delle peculiarità e aneddoti che un visitatore poco preparato non riesce a cogliere; vista la stagione self-degustazione di mandorle da cogliere direttamente dagli alberi che caratterizzano tutta la valle dei templi

  • 4013 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social